Il ciambellone di zia Iole

Zia Iole, la sorella di mamma, è specializzata nello sfornare ciambelloni: vengono preparati con amore e regalati a parenti, amici, vicini di casa e semplici conoscenti, perfino utilizzati come regalo di Natale, di battesimo, di laurea o di ringraziamento. Zia Iole li porta come omaggio ai parenti dell’Abruzzo, a quelli di Anzio, li regala alla colf, ne produce talmente tanti che potrebbe anche avviare una vera e propria attività economica e non ne sarei sorpresa!

Una delle tante volte che sono andata a trovarla (e, ovviamente, sono tornata a casa con il mio bravo ciambellone ben incartato e infiocchettato) ho visto che ne aveva sfornati 7 (si, sette!),  strategicamente disposti per tutta casa in attesa di raffreddarsi e quindi di essere confezionati.

I suoi ciambelloni, infatti, vengono regalati con apposito cerchio portadolci di cartone, inseriti in buste per alimenti e quindi incartati: manca solo l’etichetta (che prima o poi mi divertirò a creare per lei!).

50037_bundt_beauty_4

photo credit: “50037 bundt beauty 4″ di Nordicware – Opera propria. Con licenza CC BY-SA 3.0 tramite Wikimedia Commons 

 Zia Iole ha recentemente cambiato il forno: una vera tragedia, dover ricominciare da capo per conoscere uno strumento così importante per la sua produzione dolciaria! Volete sapere qual’è stata la variabile che ha determinato la scelta? Ovvio, che ci potessero entrare almeno due stampi da ciambellone alla volta: andava in giro per negozi con i due stampi in borsa, e li provava su tutti i forni che vedeva!

Prima di arrivare alla versione attuale, la ricetta del suo ciambellone ha subito una serie di evoluzioni, più o meno riuscite: dal ciambellone al cocco al ciambellone con il cioccolato, in alcune versioni aveva aggiunto le mele, in altre le arance al posto dei limoni. Un vero e proprio studio scientifico, degno di Pellegrino Artusi!

A questo punto credo che sia opportuno riportare la ricetta sperimentata e testata da tutto il parentado (con giudizi più che ottimi):

Il ciambellone di zia Iole

per un ciambellone piccolo (le dosi si possono moltiplicare all’infinito) occorre, come misura, un bicchiere da cucina da circa 200ml. e, quindi:

  • 2 uova intere
  • 2 bicchieri di latte
  • 2 bicchieri di olio (lei usa l’olio di arachidi, secondo me viene bene anche con quello di mais)
  • 2 bicchieri di zucchero
  • 300 gr. di farina
  • la buccia grattugiata di un limone
  • 5 cucchiai di limoncello
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • burro per la teglia

 Si sbattono le uova con lo zucchero, si unisce l’olio, il latte e la buccia del limone, sempre mescolando si aggiunge la farina, quindi il limoncello ed il lievito setacciato. Si versa l’impasto nello stampo dopo averlo imburrato ed infarinato, quindi in forno per 40 minuti a 180°.

Le variazioni possibili:

  •  al posto dell’olio mettere 150 gr. di burro
  • aggiungere pinoli, noci, cioccolato a pezzetti, ciliegie sciroppate, una banana a tocchetti, mandorle, oppure uvetta (e, perché no, un anche po’ di tutto…)
  • unire due mele sbucciate e tagliate a dadini, precedentemente “ruzzolati” nello zucchero semolato
  • mescolare all’impasto una tavoletta di cioccolato fondente spezzettata e due cucchiai di farina di cocco
  • sostituire il rum al limoncello
  • sostituire il limone con l’arancia
  • spolverizzare con zucchero granellato o granella di nocciole prima di infornare
  • farcire con crema, nutella o marmellata;
  • aggiungere a metà impasto 5-6 cucchiai di cacao amaro.

Ciao Zia, sarai per sempre la zia dei ciambelloni!

Claudia Boccini

Potresti trovare interessanti anche questi posts!

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *