Direttamente dagli USA…Red Velvet Cupcake

Dolci americani, ne abbiamo? :) Tra i tanti acquisti riportati a casa al ritorno dal viaggio in USA (in pratica, abbiamo dovuto recuperare una valigia vuota, tanto ci siamo dati allo shopping) c’era anche un tubo di cartone Sprinkles con tutto l’occorrente – dalla farina pre-dosata alle decorazioni e passando per i pirottini da cup cakes – per preparare i Red Velvet Cupcake. Da aggiungere, tutto il resto: uova, latte, un cucchiaio di aceto, cream cheese, burro, vaniglia, sale.
Ora ve lo dico, con il cuore in una mano e lo straccio da spolvero nell’altra: il primo impatto con il kit è stato davvero TERRIBILE! Da brava imbranata quale sono, nell’aprire la scatola ho sparso un buon quantitativo di farina per la cucina. Più cercavo di pulire (ovviamente, la volpe, con uno straccio umido) più impiastricciavo di rosso ogni oggetto, superficie, cucchiaio, parte del corpo con cui la miscela veniva in contatto! D’altronde il colore tipico del red velvet cupcake deriva dall’aggiunta alla farina e al cacao di colorante alimentare rosso. L’indicazione sulla scatola lo classifica come FD&C Red 40 – se qualcuno sa dirmi di che si tratta grazie in anticipo! – mica pensavate che i red velvet cupcake diventassero rossi per la vergogna, vero? :) .
In ogni caso, alla fine ed alla meno peggio sono riuscita ad ottenere 12 cupcakes (che però assomigliavano, stranamente, più a muffin che a perfette tortine degne di una vetrina illuminata sulla 5th avenue…)
Per decorarle con il frosting a base di cream cheese (che non avendo io ho sostituito con il Philadelphia), burro, zucchero e vaniglia, è stata molto utile la “pistola sparaimpasto” che avevo acquistato qualche tempo fa al mercatino delle merci varie che si tiene a Follonica tutti i venerdì. Non solo ha la funzione di una sac a poche meccanica, ma ha tanti dischi per preparare biscotti e dolcetti.
Ed ecco a voi, gentili signore e signori, la mia personale interpretazione dei Red Velvet Cupcake, con allestimento in dot-style. Non pensate che esageri quando affermo che i red velvet cupcake rientrano, di diritto, tra i miei peggiori esperimenti in cucina (ed infatti credo che non ci sarà una “prossima volta”; preferisco dedicarmi ai miei amati ciambelloni!)
Claudia Boccini

3 Commenti

  1. Avatar
    I SOGNI DI CLAUDETTE maggio 01, 2012

    sicuramente saranno stati buonissimi…
    La pistola la voglio anch’io!!!
    ciao da claudette

    Reply
  2. Avatar
    Lallabel aprile 30, 2012

    hehehe! Mi fai morire.. io volevo vederti tutta impiastricciata di rosso! Sapevo che la red velvet non era altro che cioccolato colorato e la prima volta che l’ho saputo ci son rimasta male… ma ‘sti americani quanti coloranti usano? Io credevo chissà che gusto strano fosse e invece…
    Comunque dai, sono venute lo stesso carine le tue muffcake! E poi almeno la miscela era sicuramente original-USA!

    Reply
  3. Avatar
    Gua-sta Blog aprile 30, 2012

    Beh dai, non sono male, anzi.
    Però dovevi fare foto anche del disastro con il colore!

    Reply

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *