Distrazione, feltro e regali

Voi non lo sapete, ma io sono distratta.
Molto distratta.
Anzi, per essere corretta, sono la quintessenza della distrazione…
Se non mi annoto quello che devo fare rischio di dimenticarlo  in breve tempo e passare poi ore ed ore a cercare di rammentare quello che avrei dovuto ricordarmi.
Un vero disastro!
Non bastano agende, post-it, fogliettini volanti, memo sul cellulare ed alert sul pc… perchè… talvolta dimentico anche di leggerli!
Mi hanno rassicurato che non è un principio di demenza senile (anche se l’età inizia ad esserci, ma insomma…) e quindi sono giunta alla conclusione che sono “svagata” perchè la mia mente è un turbinio di idee e seguo troppi interessi ed attività contemporaneamente. Perchè supermultitasking va bene, ma a tutto c’è un limite…

Un esempio recentissimo della mia sbadataggine è in questa foto:

Ho acquistato su Amazon due libri identici!

Va bene che lavorare il feltro è piacevole e procura belle soddisfazioni, che mi piace scoprire nuove tecniche creative e che i libri sono la mia grande passione, ma insomma!
Che ne dite se ne regalo una copia a chi mi racconta qual’è la sua attività “craft” preferita?
P.S.: Attenzione, non è un candy né un give…perchè alla fine scelgo io…
Claudia Boccini

5 Commenti

  1. Avatar
    Gua-sta Blog maggio 15, 2012

    Sfondi una porta aperta…. La distrazione è una salvezza dalle incombenze noiose. E che purtroppo poi si estende anche a quelle interessanti. Anch’io mi scrivo tutto, ma fatalmente qualcosa sfugge sempre. Coraggio!

    Reply
  2. Avatar
    Raffa maggio 14, 2012

    :D qualche colpo inizio a perderlo anche io :P come ti capiiiiisco!!!

    Reply
  3. Avatar
    Lallabel maggio 14, 2012

    Hahahaha mi hai fatto ridere di gusto proprio oggi che sono ammalata, che goduria vedere di non essere soli al mondo!
    Pensa che io ogni giorno macino km su km … in casa! Sono in cucina.. acci, mi serve la maizena nello sgabuzzino in fondo al corridoio (dalla parte opposta).. vado, ah ma devo caricare la lavatrice, torno in cucina… cosa mi mancava? la maizena e così via! Ed è solo un esempio!
    Per il craft… la mia attività preferita resta il mio classico decoupage anche se adoro fare scrapbooking ma a modo mio, tutto con materiale di recupero. La novità del momento è la pasta di mais… mi sto entusiasmando.. ma durerà? Mah…

    Reply
  4. Avatar
    Marilu maggio 14, 2012

    La distrazione è di casa anche qui: alcuni anni fa, mio marito aveva portato un mio anello (quello dei 10 anni di matrimonio) dal gioilliere per farlo aggiustare … ebbene ce ne siamo dimenticato! quando mi sono accorta di non trovarlo più, mio marito non si ricordava più da chi lo aveva portato….
    Per quanto riguarda le attività craft, sono ecclettica e passo dall’uncinetto al disegno passando dalla pasta al sale con disinvoltura . Nel frattempo dimentico anche certi progetti che avevo in mente eppure li avevo annotati su certi foglietti! ma dove li ho messi?

    Reply
  5. Avatar
    Tulimami maggio 14, 2012

    Ahahaha Claudia! tu pensa che io una volta mi ricordavo tutto. E quando dico tutto intendo proprio tutto, anche le cose che si preferirebbero dimenticare. Da quando ho sguinzagliato completamente e definitivamente la fantasia invece faccio acqua da tutte le parti, mi dimentico perfino in che giorno siamo, se ho fatto la spesa, se ho già detto qualcosa… una targedia! Scegliere un’attività craft preferita però per me è difficile, sicuramente dipingere, ma anche recuperare mobili abbrutiti e da un annetto la macchina da cucire è un’amica intima. Ora che l’ho portata a pulire mi sento un po’ vuota (quella no non mi dimentico di andarmela a riprendere mercoledì… cioè dopodomani… visto che quando voglio le so le cose?)

    Reply

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *