Mother’s (remember) day

Oggi è la festa della mamma… 
… ho sempre odiato le ricorrenze commerciali create per vendere fiori, dolci, ammennicoli e aggeggi inutili!
Per la stessa ragione non ho mai amato S. Valentino, la festa del papà, la festa della donna, eccetera… Si salva solo il Natale, ma questo è un altra storia!
Quest’anno, invece, voglio festeggiare anch’io la mia mamma, regalarle un cuore rosso, anzi tanti cuori perchè uno solo non basta, per dirle ti voglio bene” e ringraziarla di essermi stata sempre accanto discretamente, senza mai invadere la mia sfera privata.
 
Donarle un mazzo di fiori colorati per esprimerle gratitudine per la sua grande pazienza, per avermi aspettato sveglia (facendo finta di dormire…) quando rientravo a casa la sera tardi, per aver sopportato le mie tante intemperanze, per aver passato ore ed ore sulla macchina da cucire perchè volevo proprio quel cappotto di quel determinato colore e di quella stoffa particolare  che non riuscivo a trovare in nessun luogo.
 
 
Offrirle un vassoio colmo dei miei muffin preferiti per ricambiare le sue premure e il suo sostegno nei momenti di sconforto…
Dirle che è stata una grande mamma, presente ogni volta che avevo bisogno, con una parola ed un sorriso.
 
Sussurrarle che, nonostante il grembiule impataccato, i capelli arruffati ed il trucco inesistente, è sempre stata affascinante e di una bellezza unica.
Ringraziarla per il buon carattere e per le risate allegre che riempivano le pareti di casa… di aver sopportato dolori e tristezze, ma sempre con un sorriso per chi le stava accanto.
Anche senza lauree o master la mia mamma possedeva il dono della saggezza che nasce dal cuore e che permette di affrontare con onestà e passione gli eventi che la vita riserva, belli o brutti che siano. Il bicchiere era sempre “mezzo pieno” ed anche i problemi fisici non l’abbattevano. Perfino quando il dono della vista l’ha abbandonata, ha cercato di non essere di peso a chi le stava accanto…
Renata, Natale 2005.
Ciao, mamma,  anche se sono già passati sei anni, mi manchi tanto…
Claudia Boccini

Curiosa di novità e di tendenze sociali e culturali, il mio karma è il viaggio

4 Commenti

  1. Avatar
    Lallabel maggio 14, 2012

    Mi hai fatto commuovere, la tua mamma deve essere proprio stata una bellissima persona.. non servono lauree per essere belle persone.

    Reply
  2. Avatar
    Gua-sta Blog maggio 13, 2012

    Che bei pensieri! E che bel rapporto avete avuto.

    Reply
  3. Avatar
    Marilu maggio 13, 2012

    Siete state fortunate, madre e figlia!

    Reply

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *