Asino a chi?

Asino a chi?
Dopo che avrete letto questo post, anche voi non riuscirete più ad associare l’asino all’immagine tradizionale di persona “testona e dura di comprendonio”, agli alunni ignorantelli e svogliati o a Pinocchio (vi ricordate le orecchie d’asino che gli erano spuntate?).
Gli asini sono animali teneri e affettuosi, docili, intelligenti e amichevoli, morbidi e bellissimi, tanto che verrebbe voglia di coccolarli e portarli nel giardino di casa, se non fosse per la stazza decisamente più “ingombrante” di un cagnolino pechinese!
Come mai tutta questa passione improvvisa per gli asinelli, o ciuchini che dir si voglia (Shrek docet)?
Scorrazzando in Maremma per provare la nuova mountain bike rosso fuoco regalo del Franz per il compleanno (caspita che fatica rispetto alla mia cara vecchia “olandese”!) abbiamo scoperto in località Ponte alle Catene, facilmente raggiungibile tramite la pista ciclabile che dalla Colonia Cif di Follonica arriva fino al Puntone di Scarlino, la tenuta “Le Bandite” dove l’associazione AsiniAmo si occupa di promuovere attività dove il singolo individuo (…) possa incontrare e condividere con un altro essere vivente, l’asino, il proprio “sentire” attraverso il gioco per l’aumento delle condizioni di crescita del benessere e della qualità della vita”.Qui, nei grandi spazi aperti della tenuta, è stato impiantato un allevamento di asini dell’Amiata, detti anche Micci Amiatini, destinati sia alla pet-terapy e alle attività ludiche e escursionistiche  che alla produzione di latte (sembra infatti che il latte di asina sia quanto di più simile al latte umano, senza controindicazioni per allergici o intolleranti).

 

Questi asini particolari, riconoscibili da una tipica riga che forma una croce sulla groppa e dal muso grigio chiaro, sono bellissimi da vedere (e morbidi da toccare!). Ed ognuno di loro ha una targhetta con il proprio nome di battesimo: Etienne, Chantal, Bruno…Vedere tutti assiene decine e decine di asini di tutte le età che ragliano e scorrazzano liberi all’interno della tenuta è incredibile, un sogno ad occhi aperti! E loro, come delle vere star, sono pronti a “mettersi in posa” a favore dei tanti visitatori che non resistono a portare a casa almeno una foto del magico incontro.

L’associazione organizza degli incontri didattici dedicati a scuole e bambini ed il trekking someggiato all’interno della macchia mediterranea dell’area naturale di Cala Violina e Cala Martina, oltre ad altri eventi per far conoscere alle nuove generazioni la vita in campagna “com’era una volta”.
Claudia Boccini

Curiosa di novità e di tendenze sociali e culturali, il mio karma è il viaggio

2 Commenti

  1. Avatar
    Gua-sta Blog luglio 29, 2012

    Che dolci! Quando a Verona c’è la Fiera Cavalli, c’è sempre un padiglione con gli asini di ogni razza: sono bellissimi. I miei preferiti sono quelli dell’Asinara che sembrano dei peluches.

    Reply
  2. Avatar
    Lallabel luglio 29, 2012

    Che bella associazione.Gli asini infatti, come dicevi tu, per il loro carattere sono molto usati nella pet.terapy. Qui nei dintorni c’è un agriturismo con degli asinelli e io spesso rientrando dal lavoro allungo un pò la strada solo per passargli accanto e guardare un pò questi simpatici amici… adorabili!

    Reply

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *