San Rossore (ex) Tenuta Presidenziale

Una escursione veloce partendo da Pisa, solo qualche chilometro e si arriva nella splendida tenuta di San Rossore, cuore del Parco Regionale di Migliarino – San Rossore – Massacciuccoli.
 
Qui si lascia il caos della città, le migliaia di turisti affascinati dalla torre “che pende e non cade mai giù” e, superata una barriera custodita, si entra nell’idillio, avvolti dall’aria profumata di resina dei pini, di liquirizia e di  lentisco.
 
Le vecchie strutture rurali, ben conservate, sono ancora utilizzate come foresteria o punti didattici del Parco, mentre i lunghissimi viali si inoltrano nella macchia meditteranea, incrociando allevamenti bradi di cavalli, talvolta daini e cinghiali.
 
A San Rossore si trova anche l’ippodromo di Pisa: la tenuta è sempre stata fortemente legata all’allevamento dei cavalli e nella sua  storia (affonda le radici nel medioevo)  ha visto passare il dominio dei Medici, dei Lorena, dei Bonaparte. I Savoia svilupparono le attività della tenuta con particolare attenzione per l’allevamento dei cavalli e l’incremento delle razze equine. Dopo il referendum mocarchia/repubblica, è diventata Tenuta personale del Presidente della Repubblica Italiana (fino al 1999) per poi essere ceduta al patrimonio della Regione Toscana.
L’ingresso nella Tenuta è gratuito ed è possibile entrarvi durante tutta la settimana (solo nelle zone di accesso consentito), utilizzando solo le strade di collegamento principali senza accedere nei sentieri), mentre nei fine settimana vengono organizzate, a cura dell’Ente Parco, visite guidate sia a piedi che a cavallo, in carrozza e in bicicletta. E’ anche possibile utilizzare un simpatico trenino elettrico che, in circa un paio di ore, permette di vedere i punti più interessanti.
Il mio papà – che aveva avuto molte opportunità di frequentare la tenuta in occasione dei soggiorni dei  Presidenti e delle battute di caccia al cinghiale che vi si tenevano (il numero di animali doveva essere limitato per evitare danni all’agricoltura) –  ne parlava spesso come di un luogo speciale dove gli uomini e la natura erano in simbiosi. Seppur questa estate abbia avuto – per la prima volta –  l’opportunità di visitare la Tenuta di san Rossore, è stato come tornare in una casa vissuta e conosciuta.
 
Se siete a Pisa, anche solo di passaggio, non perdete l’occasione per visitare questa gemma verde!
Tutte le informazioni utili, orari e percorsi sul sito dell’Ente Parco di San Rossore.
Claudia Boccini

2 Commenti

  1. Avatar
    Gua-sta Blog agosto 04, 2012

    Che bel posto! Ne avevo sempre sentito parlare…spero di andarci.

    Reply
  2. Avatar
    Lallabel agosto 03, 2012

    L’Italia è così.. come ti giri c’è un famoso monumento storico/artistico e poco più in là qualcosa di completamente diverso!

    Reply

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *