#SüdTirolholidaytrip! parte IV – Sterzing-Vipiteno

Vipiteno-Sterzing
Le nostre giornate in vacanza in Sud Tirolo hanno  ritmi concitati: la mattina sveglia alle sette, colazione (passatemi l’eufemismo, fa brutto dire “megabbuffata” di assaggi dal buffet), quindi via per sentieri, rigorosamente separati: Franz segue i camminatori veri – quelli che non devono chiedere, mai! – mentre io vado con il gruppo “piedepiano va sano e va lontano“, quindi nel pomeriggio merendina con i dolcetti dello chef e pausa rigeneratrice nella SPA dell’hotel. Questo nella norma.
Di tanto in tanto ci sono poi i pomeriggi culturali, dedicati alla scoperta delle  piccole città e dei paesini sudtirolesi: Bressanone, Brunico, San Candido, Vipiteno: qualcuna è una novità, altre delle riscoperte piacevoli.

Soprattutto Vipiteno ha un’architettura molto caratteristica e conserva evidenti i segni del suo passato medievale di ricca città, le cui fortune derivavano dallo sfruttamento delle miniere d’argento che si trovano in zona e dai traffici commerciali che si sviluppavano lungo la via del Brennero.

Nel medioevo e nel rinascimento il tenore di vita degli abitanti era generalmente elevato e la  via principale è un susseguirsi di colorate case signorili o borghesi caratterizzate dagli “erker” (bow-window). Inutile sottolineare che tutte le finestre sono arricchite da fiori a profusione, che trasformano la cittadina in un giardino pensile.
Vipiteno (o Sterzing, in lingua germanica) è anche la patria dello yogurth in assoluto più buono e cremoso mai assaggiato e nella via principale trovate la rivendita al pubblico della latteria di Vipiteno che, oltre allo yogurth, propone in vendita formaggi, latte, burro, tutto preparato da latte freschissimo munto giornalmente nei masi della zona  (altro che prodotti a km. zero, qui siamo nell’ordine del “metro zero”!).
 
Quando siete nella via principale, alzate lo sguardo: potrete vedere, in una delle finestre più alte sopra il municipio, un volto curioso! E, ovunque vi troviate, il vostro punto di riferimento sarà lo Zwölferturm, il campanile del 1400 simbolo della città (separa la Città Nuova-Neustadt dalla Città Vecchia-Altstadt) con il particolare tetto “a gradini”. 
Claudia Boccini

1 Commento

  1. Avatar
    ManiD'oro settembre 08, 2012

    Sono stata a Vipiteno lo scorso anno ed è un paesino incantevole!

    Reply

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *