Viaggiare ad intuito: scoperte tra Tivoli e Roma

Qui a Roma preannunciano giornate di  pioggia, diluvi, freddo e tempeste… brrr…. ma io ho una ricettina veloce per far rivivere – almeno con l’immaginazione – le belle giornate estive che ci hanno accompagnato in questo mese di ottobre metereologicamente anomalo!
Non mi serve molto, è sufficiente che io sfogli uno degli album con le foto scattate nel corso delle escursioni in moto con Francesco, alcune con un itinerario pianificato a tavolino altre (le migliori, perchè conducono in luoghi inaspettati) create “on the road”, chilometro dopo chilometro, per scoprire da vicino una torre o un ponte apparsi all’improvviso lungo la strada. O seguendo solo l’intuizione del momento…
Una delle più recenti escursioni “ad intuito” ci ha portato ad attraversare il territorio della Riserva Naturale di Monte Catullo (inaspettatamente bella e verde, con tanti angoli e punti panoramici ideali per fermarsi a scattare foto ed anche per fare uno spuntino veloce), in un itinerario ad anello che da Roma ha raggiunto Tivoli (dove abbiamo avto la possibilità di osservare l’imponente cascata di Villa Gregoriana), proseguendo poi lungo la strada provinciale 31 fino a raggiungere Marcellina, San Polo dei Cavalieri e le sue montagne e deviando poi per Castel Madama e San Gregorio da Sassola. Il rientro a Roma è avvenuto passando per Poli, in mezzo ad oliveti, castagni e terreni coltivati.
Quello che più mi affascina in questi viaggi improvvisati sono gli odori che accompagnano il percorso: è incredibile quante emozioni scatenino il profumo dell’erba, il sentore fresco del muschio di bosco, il fumo della legna che arde, l’aroma del pane sfornato… odori ma anche sapori, certo, perchè sostare nelle piccole trattorie a conduzione familiare riserva piacevoli sorprese.
Camminare senza meta nei vicoli e imbattersi in una piazzetta nascosta dietro un arco antico. O veder comparire, all’improvviso, i resti di un antico acquedotto romano…
Ci si confronta con il ritmo lento della vita che per noi, schizzati abitanti di città, è quasi una novità: trovare il tempo per scambiare qualche parola con gli anziani seduti nei piccoli bar o fermarsi su una panchina fino ad imparare a memoria il profilo delle colline circostanti sono lussi senza prezzo!
Claudia Boccini

Curiosa di novità e di tendenze sociali e culturali, il mio karma è il viaggio

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *