Torta di zucca: l’autunno diventa dolce

Se le stagioni avessero un colore, l’autunno (ma è autunno, questo? Caldo, umido, piovoso,  con alluvioni e dissesti idrogeologici…) per me sarebbe arancione… come una grande zucca!

Questo è il periodo  in cui è possibile trovarla con facilità  sui banchi del mercato ad un costo sostenibile e, grazie alla sua versatilità, si può mangiare tutti i giorni senza che venga a noia: con il riso, con la pasta, gratinata al forno, sotto forma di crema, nel minestrone… e anche come dessert! Grazie al suo sapore che non è né dolce né salato, la zucca diventa la base ideale attorno cui “costruire” un dolce morbido, da offrire come fine pasto oppure per una merenda sana (la zucca è ricchissima di fibre ed in un articolo di Riza di qualche hanno fa si sosteneva che contrasta anche l’insorgere del diabete e controlla l’ipertensione ed il sovrappeso!).
 
Per una torta di zucca (28 cm diametro), vi serviranno:
  • 500 gr. di zucca
  • 2 cucchiaini da caffè di cannella
  • 1 cucchiaino da caffè di zenzero in polvere
  • 7 cucchiai di zucchero semolato
  • 2 cucchiai di anice, mistrà, limoncello o cointreau
  • 100 gr. di fecola di mais
  • 150 gr. di farina (io avevo solo quella di kamut, ma va bene anche la O)
  • 2 uova intere
  • sale q.b.
  • 1 bustina lievito per dolci
  • gocce di cioccolato

Togliete  alla zucca la buccia, i semi ed i filamenti interni, tagliatela a pezzetti e mettetela in un pentolino con circa 1/2 bicchiere di acqua ed un pizzico di sale. Portate ad ebollizione e fate cuocere molto lentamente finché l’acqua non si è ritirata completamente e la zucca non si schiaccia facilmente con una forchetta (in questa fase tenete sotto controllo stretto la cottura: la zucca deve asciugare ma NON bruciare!).

Togliete dal fuoco e aggiungete alla purea di zucca lo zucchero, le spezie, il liquore, mescolando accuratamente. Solo quando l’impasto sarà ben freddo, aggiungete una alla volta le uova (mescolando in continuazione), quindi la farina e la fecola.
Aggiungete poi le gocce di cioccolato ed il lievito  setacciate. Versate l’impasto in una teglia inaderente (la mia scelta è caduta su due teglie a forma di cuore) oppure in una teglia imburrata ed infarinata e fate cuocere in forno a 180° per circa 35 minuti. 
 Per assicurarvi che la torta sia cotta fate la “prova stecchino”: considerate però  che questa è una torta “umida”, che non cresce molto. Una volta cotta, lasciatela nel forno ancora caldo almeno 20 minuti (la pausa serve per far asciugare ancora un poco il dolce), quindi sformate e servite.
Anziché fare una torta grande, io ho preferito preparare tante mini tortine, accompagnate da un giro di yogurth alle albicocche e qualche goccia di cioccolato: un piccolo successo!
Claudia Boccini

2 Commenti

  1. Avatar
    Gua-sta Blog novembre 16, 2012

    Uhm…ci penso… Per adesso l’ho fatta al forno con sale grosso e rosmarino oppure l’ho messa nel risotto.

    Reply
  2. Avatar
    Liz novembre 16, 2012

    sembrano davvero deliziose. Quest’anno la zucca l’ho solo decorata, ma potrebbe essere arrivato il momento buono di far anche questi cuoricini..

    Reply

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *