Salisburgo tra neve e mercati di Natale

Salisburgo (Salzburg) è stata la meta del mio primo viaggio all’estero da sola (parliamo di tanti anni fa) ed è una città che mi affascina ogni volta che ci torno: sarà per i palazzi barocchi, per l’aria da “invito a Corte” che vi si respira,  per l’eleganza delle sue strade e dei suoi negozi deliziosi.

Quasi più Germania che Austria (il confine è a qualche decina di chilometri), tuttavia orgogliosamente fiera della sua Patria, è facilmente raggiungibile da Monaco di Baviera con il treno regionale, che impiega circa due ore di viaggio attraversando la zona turistica del Chiemsee (che da sola meriterebbe soste e visite).
Un posto speciale, che volevo condividere con Franz.
 E, nonostante il tempo brutto, a tratti piovoso e piuttosto freddo, siamo riusciti a visitare la città grazie anche al biglietto Lander-Tickets della DB, che permette di viaggiare fino a 5 persone con un costo estremamente limitato (noi abbiamo speso 24 euro in due, per un biglietto a/r – nel 2014)!
Appena scesi alla stazione vi renderete conto di essere in un mondo a parte: i ritmi sono lenti, ai tavoli delle eleganti Konditorei (pasticcerie) ci si siede per ore per prendere un caffè e leggere con calma il giornale, le donne indossano con orgoglio il Dirdl (ovvero, il costume tipico austriaco) e non è raro vedere cappelli piumati e giacche di loden sfilare lungo la Getreidegasse, la via principale di Salisburgo dove si aprono gli store delle firme internazionali della moda.
 Con la città strapiena di turisti, abbiamo avuto problemi per trovare un ristorante con tavoli liberi: solo attraversando il ponte sul Salzach e percorrendo la Linzergasse abbiamo finalmente trovato posto all’ Alter Fuchs. Quindi se decidete di mangiare in centro e non volete optare per gli immancabili fast food, abbiate cura di prenotare con abbondante anticipo il ristorante prescelto!
 Non si può raccontare Salisburgo senza accennare ai Mozartkugeln, i caratteristici cioccolatini rotondi ripieni di crem di nocciole e Marzapane (gli originali li trovate nelle pasticcerie e nei negozi Fürst, si riconoscono da quelli commerciali perché avvolti in stagnola argentata e con logo blu, costano circa 1€ a pezzo) o allo speck, al formaggio, alla birra ed alle tante specialità alimentari in vendita al Grunmärkt di Universitätsplatz… una più buona dell’altra!
 Città dei vescovi principi e città natale di Mozart… gemma incastonata tra le montagne e tempio della musica austriaca con il suo annuale Festival internazionale: Salisburgo è questo ed è molto altro… il suo museo di arte moderna, costruito sul Mönchsberg e che si raggiunge con un ascensore scavato nella roccia, propone mostre di livello internazionale e merita una visita anche solo per godere dello splendido panorama che si può osservare dalla sua terrazza.
Il Casinò richiama giocatori ed appassionati, le vicine miniere di sale di Hallein – che nel passato hanno reso ricca la città -rappresentano una meta curiosa da visitare, anche con i bambini e le non lontane terme di Groding regalano a tutti relax e benessere. 
Impossibile non fermarsi ad ammirare le decine e decine di negozi dalle incredibili insegne dorate in ferro battuto, che richiamano antichi stemmi nobiliari, o guardare con stupore Hohensalzburg, la  fortezza mai espugnata che dall’alto domina tutta la città e che si può raggiungere a piedi oppure con la più comoda funicolare.
Nel periodo di Avvento, poi, Salisburgo diventa magica: le decorazioni di Natale, il grande Weihnächtsmarkte che apre nella piazza del Duomo, l’aria fredda che rende il cielo limpido, le vicine cime delle montagne imbiancate dalla neve, i cori natalizi che allietano i visitatori, l’odore delle spezie del Glühwein (vino caldo aromatico) fanno tornare tutti un po’ bambini.
E se avete intenzione di dedicare alla visita di Salisburgo ed ai suoi dintorni più di un giorno, vi consiglio di valutare l’acquisto della Salzburg Card, che consente l’uso di tutti i mezzi pubblici (inclusa la funicolare della Fortezza) e l’ingresso gratuito  nei musei della città, oltre a sconti e facilitazioni.
Claudia Boccini

7 Commenti

  1. Avatar
    Anonymous dicembre 19, 2012

    Io ci sono stata molti anni fa con i miei genitori…mi è rimasto un bellissimo ricordo…mi è piaciuto il tuo racconto di viaggio…mi affascinano questi luoghi dove tutto sembra scorrere più lento e ordinato…che pace…e che foto…un vero incanto…
    Chiara Bolani

    Reply
  2. Avatar
    Anna dicembre 19, 2012

    io adoro salisburgo!

    Reply
  3. Avatar
    Gua-sta Blog dicembre 19, 2012

    Ci sono andata una vita fa. Ahhh i Mozart kugeln: per fortuna li vendono anche qui!

    Reply
  4. Avatar
    Marilu dicembre 19, 2012

    Sbaglio o si sente musica in sottofondo?

    Reply
    • Avatar
      Shanta dicembre 19, 2012

      Musica? Molto di più!
      Una sensazione incredibile, sembrava di essere in una favola…

      Reply
  5. Avatar
    Lallabel dicembre 19, 2012

    Scusa ma sono cartoline o foto? No la so già la risposta ma era per dire.. che meraviglia!!!

    Reply
    • Avatar
      Shanta dicembre 19, 2012

      Foto del Franz scattate tra un ombrello e l’altro… sta diventando bravo, vero?

      Reply

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *