Liberiamo una ricetta: scialatielli di mare ai peperoni

 

E’ tempo di liberare una ricetta. Lasciarla vagare per il web, metterla a disposizione di chi vorrà cimentarsi nella sua preparazione. Una ricetta che sia anche un po’ parte di me, che mi rappresenti, che parli del mio modo di essere.
Quindi una ricetta rapida, facile, “no frills”, che si possa preparare in poco tempo ma che sia: ricca di aromi, colorata ed abbia gli odori del mare e della campagna. Che ricordi viaggi e emozioni vissute… e che diventi parte di un progetto solidale (per saperne di più leggete più avanti).

Come la ricetta degli scialatielli di mare ai peperoni, assaggiati durante una breve vacanza in costiera amalfitana, terra benedetta dal sole dove la cultura della pasta ha antiche origini.

Una ricetta con ingredienti facilmente reperibili ma che permette comunque di “barare” utilizzando anche prodotti surgelati. E di modificare il tipo di pasta (come ho fatto io, che ho utilizzato spaghettoni). 

Ricetta (x 4 persone)

350 gr. di scialatielli (gli scialatielli sono tipici di Amalfi, pasta preparata con acqua, farina, basilico e pecorino ma vanno bene anche altri formati come pasta alla chitarra, spaghettoni, pici… insomma, deve essere un tipo di pasta “lunga e corposa”, che possa assorbire il sugo e tenere la cottura
400 gr. di pomodori Sanmarzano
2 peperoni rossi
300 gr. di vongole
300 gr. di cozze
abbondante prezzemolo fresco
1 spicchio di aglio
olio
sale q.b.
pepe o peperoncino secondo i gusti

Scottate i pomodori in acqua salata bollente, spellateli e tagliateli a cubetti. Lavate i peperoni e tagliateli a striscioline. Fate soffriggere (poco!) lo spicchio di aglio con l’olio e versatevi le verdure. Fate cuocere e ritirare il sugo per una 15 minuti.

Nel frattempo versate le vongole e le cozze ben pulite in una padella con poco olio ben caldo, coprite con un coperchio e fate aprire i gusci. Eliminate quelli che non si sono aperti e filtrate l’acqua di cottura, mettendola da parte.
Sgusciate una parte dei molluschi ed uniteli alle verdure. Portate a cottura, aiutandovi se necessario con il liquido di cottura delle vongole e delle cozze.Il sugo deve essere non troppo liquido.

Preparate un trito di prezzemolo.

Cuocete in abbondante acqua salata gli scialatielli (o la pasta scelta), scolateli al dente e versateli in un’ampia padella con il sugo cui avrete aggiunto i restanti molluschi con il guscio. Fateli mantecare un paio di minuti mescolando, aggiungete il prezzemolo e… buon appetito!

Le storie sono per chi le ascolta, le ricette per chi le mangia.Questa ricetta la regalo a chi legge.Non è di mia proprietà, è solo parte della mia quotidianità: per questo la lascio liberamente andare per il web.
* * * * *
Anche quest’anno con “Liberiamo una ricetta” i blogger, gli appassionati di cucina, i lettori solidali invadono la blogosfera con post di ricette: conosciute, inventate, riesumate da antichi libri…  E’ anche l’occasione per far conoscere una iniziativa solidale ed invitare tutti voi – se volete – a dare anche il vostro contributo.
Cosa? Donare un aiuto economico alla mensa dei rifugiati del  Centro Astalli – JRS di Roma, che opera grazie all’impegno concreto di centinaia di volontari. Il centro Astalli si occupa di difendere i diritti dei rifugiati di tutto il mondo, mettendo a disposizione mensa, ambulatorio, assistenza legale, scuola di italiano, centri di accoglienza, case famiglia. In particolare, la mensa del Centro Astalli è aperta cinque giorni a settimana e ogni giorno prepara più di 400 pasti caldi.
Potete donare qualunque cifra, utilizzando il conto corrente postale, n. 49870009, intestato a: Associazione Centro Astalli – via degli Astalli 14/A – 00186 Roma o tramite Bonifico Bancario, Banca popolare di Bergamo, sede di Roma, via dei Crociferi 44: IBAN IT 56 N 05428 03200 000000098333. Per saperne di più sulle attività del Centro: www.centroastalli.it
Claudia Boccini

3 Commenti

  1. Avatar
    Giorgia gennaio 31, 2013

    Hanno un bel aspetto ma non posso rifarla non mangio pesce!

    Reply

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *