Liste, accorgimenti e kit per viaggiare

Gennaio è un mese pigro per scrivere racconti di viaggio: le giornate sono ancora brevi, fredde e non invogliano troppo ad andare alla scoperta di “chicche” turistiche da postare sul blog.Questo è invece un ottimo periodo per riorganizzare la propria attrezzatura (non solo fisica, ma anche mentale) da viaggiatori provetti, creando un kit per viaggiare, una sorta di  “check list” con suggerimenti e piccoli accorgimenti, talvolta banali, per viaggiare sereni soprattutto se ci si allontana oltre confine, aggiornando le informazioni che già vi avevo dato in precedenza. In più, troverete in questo post una nuova lista dedicata al kit pr viaggiare (meglio sarebbe dire “kit di salvataggio”)  per chi viaggia con young traveler!

  1. il primo consiglio del kit per viaggiare è basico sempre valido: comunicate a qualcuno di fiducia (mamme, zie, parenti, colleghi, amici, scegliete voi…) dove andate e – almeno sommariamente – il vostro itinerario;
  2. il passaporto e la carta di identità vanno conservati con cura: in caso di necessità sono la vostra storia e la vostra garanzia. Anzi, ancor meglio, fate una fotocopia dei documenti che conserverete separata dagli originali;
  3. evitate di tenere tutto il denaro contante in un unico luogo, ma suddividetelo tra diverse tasche, portafogli o nascondigli;
  4. portatevi dietro una carta di credito ricaricabile (in caso di emergenza potrete telefonate a parenti o amici pregandoli di accreditarvi il denaro necessario a superare l’emergenza);
  5. non dimenticate i documenti sanitari e se seguite una terapia farmacologica, munitevi di scorte adeguate (il servizio sanitario all’estero è raramente gratuito ed i nomi dei medicinali cambiano da nazione a nazione). Chiedete al vostro medico una prescrizione “bianca” con i farmaci che usualmente dovete prendere (o, ancora meglio, di annotare gli ingredienti ed i dosaggi del farmaco): è molto utile se vi trovate nella necessità di dover acquistare farmaci.
    E ricordatevi che in tutta Europa il numero unico per le emergenze è il 112;
  6. informatevi preventivamente se è necessaria una profilassi sanitaria e se il Paese dove intendete andare è a rischio (il sito del Ministero degli affari esteri “Viaggiare sicuri” viene costantemente aggiornato e vi trovate tutte le informazioni utili e gli avvisi su situazioni particolari dei singoli Paesi). Il Ministero degli affari esteri ha anche predisposto un utile vademecum sui comportamenti da evitare, approfondimenti sui comportamenti in caso di emergenza all’estero, sulla sicurezza sanitaria e sulla situazione metereologica;
  7. annotate e portate con voi i recapiti delle Ambasciate e dei Consolati (li trovate tutti qui);
  8. se andate in zone a rischio, vi consiglio caldamente di registrarvi sul sito dell’Unità di crisi della Farnesina, in modo da poter essere facilmente rintracciabili;
  9. nel kit per viaggiare inserite sempre un lucchetto di sicurezza: potrà esservi molto utile se lasciate le valigie in deposito in hotel, per bloccare un armadietto o per legare la vostra sacca da mare mentre siete sulla spiaggia;
  10. conoscete perfettamente l’inglese? No? Allora un piccolo vocabolario vi potrà essere utile;
  11. non dimenticate lo smartphone o il tablet, in modo da poter accedere ad internet usufruendo degli hot-spot free;
  12. oltre alla valigia o allo zaino grande, portate sempre con voi anche un piccolo zaino ripiegabile, comodo sia per le piccole escursioni che come borsa per lo shopping;
  13. un kit specifico per i viaggi aerei comprende sempre una sciarpa o un foulard, preziosi per combattere  l’aria condizionata della cabina che può essere davvero fastidiosa e un mal di gola o la febbre sono poco indicati in viaggio… e per non arrivare totalmente indolenziti, un semplice cuscino gonfiabile per il collo  può fare davvero la differenza!
  14. in aereo toglietevi calze e scarpe strette ed indossate calzettoni morbidi e comodi per evitare problemi circolatori. Se siete bravi con l’uncinetto (o avete mamme/nonne/zie esperte) seguendo le indicazioni del blog di ElenaRegina potete anche farvi le vostre personali ballerine di lana da viaggio… Ricordatevi sempre un sacchettino di plastica dove riporre le calzature: non vogliamo mica che tutto l’aereo sia deliziato dall’odore delle nostre estremità, vero???;
  15. se imbarcate la valigia, potete anche metterci un coltellino multiuso o forbici, che dovranno essere invece lasciati a casa in caso viaggiate con il solo bagaglio a mano;
  16. con bambini al seguito, è obbligatorio – per il loro benessere, la tranquillità vostra e di chi viaggia con voi –  organizzare un kit per viaggiare dedicato, un  “mini-kit bimbo” con carte da gioco, puzzle o costruzioni, matite e colori, album da disegno,  una chiavetta USB con caricati cartoni animati, caramelle, biscotti o crackers, succo di frutta, cerotti e disinfettanti per le mani, una scorta di fazzoletti di carta, salviettine umidificate. E non dimenticate un paio di libri di favole o di racconti e il loro peluche preferito (ma se è un orso alto due metri meglio evitare…). Per far prima vi ho preparato una veloce check list. Anzi, se i bambini sono grandicelli, potreste responsabilizzarli e delegare a loro stessi la preparazione della loro attrezzatura da viaggio;
  17. ricordatevi di portare con voi le spine e gli adattatori elettrici in base al Paese di destinazione (non fate come me, che ogni volta li dimentico a casa e poi, per evitare di restare senza telefono, senza macchina fotografica, senza pc e senza phon, devo andare alla disperata ricerca di negozi di elettricità dove acquistare l’ennesimo adattatore… oramai ne ho una collezione!);
  18. se come me siete “occhiali-dipendenti”, portatene sempre un paio di scorta!

Kit per viaggiare e check list per bambini
(da copiare e stampare):


album da disegno o quaderno
matite colorate
colla
carte da gioco
puzzle
cartoni animati
orso della buona notte
libri di favole e racconti
caramelle
biscotti
succo di frutta
bottiglietta acqua minerale
crackers
disinfettante per le mani
salviettine umidificate
cerotti
fazzoletti di carta
Claudia Boccini

Curiosa di novità e di tendenze sociali e culturali, il mio karma è il viaggio

2 Commenti

    • Avatar
      Shanta gennaio 30, 2013

      Claudia, ti ho scritto un post sulla pagina segnalata e si… le tue liste sono davvero utili per un confronto… ;)

      Reply

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *