In gita da Roma: abbandonarsi a dolci sogni sul lago di Bracciano

Nei dintorni di Roma si trovano, per la delizia e la gioia di chi vuole dedicarsi una domenica in mezzo alla natura, diversi laghi di origine vulcanica.
Se nel post precedente vi ho presentato il lago di Albano, a sud della Capitale, oggi dirigiamo la bussola a nord, fino ad arrivare ad uno dei laghi più grandi della provincia di Roma, il lago di Bracciano, su cui si affacciano le cittadine di Anguillara Sabazia, Trevignano ed, appunto, Bracciano, che domina il lago dall’alto con il castello  degli Odescalchi (vi ricordate? Qui si sono sposati Tom Cruise e Katie Holmes ed innumerevoli altre coppie vip).
Facilmente raggiungibile da Roma percorrendo la via Cassia bis fino all’incrocio di Settevene (oppure, la Cassia antica e poi la via Braccianese), il lago di Bracciano è conosciuto anche per ospitare, presso la località di Vigna di Valle,  il  Museo storico dell’aeronautica. L’ingresso al Museo è gratuito e vi è esposta una collezione ricchissima di velivoli che hanno partecipato ad azioni belliche ed hanno contribuito alla storia dell’aviazione italiana: perfetto anche se avete  bambini, che impazziranno a vedere da vicino gli aeroplani!
I motivi per allontanarsi dalla città e fermarsi sulle sponde del lago di Bracciano sono tanti: oltre a rilassarsi lungo la riva, prendere il sole sulla spiaggia (le trovate soprattutto dal lato di Anguillara), osservare le imbarcazioni che solcano le acque del lago, assaggiare nelle tante trattorie e ristoranti il “coregone” (detto anche lavarello, pesce  tipico del lago che viene proposto cucinato alla brace o con il salmoriglio) si può decidere di venire sul lago anche per i  mercatini: a Trevignano ogni prima domenica del mese e a Bracciano ogni seconda domenica.
Oltre alla solita paccottiglia dei mercatini, si possono trovare alcune produzioni artigianali che da sole meritano il viaggio. Come le ceste con il bordo di metallo, o la scultura ottenuta riutilizzando parti di attrezzi da lavoro!
Se passate a Trevignano, non dimenticate di fare una sosta da Sweet Dreams, un locale che affaccia sulla via principale e che merita più di due parole. Perché è caffetteria, sala da thé, punto di ritrovo per merende golose, rivendita di dolci e biscotti ma soprattutto è un laboratorio artigiano specializzato in torte nuziali, pasticceria inglese ed americana e cake design di altissimo livello.
 
Anzi, per essere corretti, Sweet Dreams è “laboratorio con uso di caffetteria self service”. Perché qui, mentre Vittoria Vanni lavora “a vista”, non troverete nessun cameriere per le ordinazioni, ma dovrete farvi il thè ed il caffè da soli (ottimo Nespresso professional), prendere in autonomia dagli erogatori la cioccolata calda, le spremute di agrumi, i succhi di frutta e le bevande, servirvi dei dolci utilizzando i piattini ed i piccoli vassoi che troverete a disposizione, quindi pagare e, senza che nessuno vi metta fretta, sedervi intorno ai tavolini. E tutto a prezzi contenuti, che fan venire voglia di tornarci. Per l’estate, poi, è a disposizione anche la macchina per il gelato!
 
Il locale è de-li-zio-so (ripeto, delizioso!), le pareti in pietra contrastano piacevolmente con i mobili ed i decori nei toni del bianco e del rosa (che tuttavia non risultano leziosi grazie al gioco equilibrato di pieni/vuoti). Grande uso di arredi e complementi Ikea, ma su tutto dominano le torte in esposizione: vien voglia di portarle via non per mangiarle, ma per lasciarle in bella vista!
Claudia Boccini

1 Commento

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *