Zaanse Schans ovvero l’apoteosi dei mulini a vento e del cioccolato olandese

Mentre prendevo appunti per organizzare il nostro viaggio ad Amsterdam, mi sono imbattuta nel resoconto dell’escursione a Zaanse Schaans che Cristina Pasin aveva pubblicato sul suo blog “Parliamo di Viaggi“. Ho immediatamente deciso che anche noi (assolutamente!) dovevamo visitare questo posto fuori dal tempo: mulini a vento, vecchie abitazioni, polder, caseifici e soprattutto annusare… aroma di cioccolata! 
MULINO-1-225x300
Detto, fatto! Dopo tre giorni di camminate intensive lungo i canali e visite compulsive agli splendidi musei di Amsterdam (nonché dopo esserci regalati un’escursione lacustre a Volendam e Marken) abbiamo deciso di andare alla scoperta di Zaanse Schans!
ZAANS-300x225
Se siete atletici (ed io non lo sono!) potete noleggiare una bicicletta e raggiungere la meta pedalando per circa 15 km in direzione nord-ovest, lungo le ciclabili che collegano capillarmente Amsterdam alla campagna circostante. Ovunque, in Olanda, troverete piste ben segnalate, l’unica accortezza è acquistare una mappa per ciclisti perché gli incroci tra diversi itinerari sono frequenti ed è facile sbagliare.
MULINO-9-300x225
Io ho preso gratuitamente una mappa a Volendam, al chiosco dove si acquistano i biglietti del traghetto per Marken, ma se andate all’ufficio del turismo di Amsterdam  (la casetta bianca che si trova nel piazzale davanti alla Centraal Station, dove potete anche acquistare la I Amsterdam Card) vi sapranno dare tutte le indicazioni necessarie!
Escluso a priori di fare tutto il percorso in bicicletta, abbiamo optato per un equo compromesso: prima il treno per raggiungere la meta e poi, da lì, bici a noleggio per girare nei dintorni. Per capire quale treno da prendere, vi consiglio di rivolgervi al cortese servizio informazioni della Stazione: la direzione è Alkmaar e la fermata dove scendere è Koog-Zaandijk, a poco più di 20 minuti di distanza da Amsterdam (il treno assomiglia più ad una metropolitana veloce, le corse sono davvero frequenti ed il costo del biglietto andata/ritorno è di 6,30 €).
ZAANS-6
Arrivati a Koog Zaandijk, il primo impatto sarà  una goduria  “cioccolatosa”. Qui ci sono le fabbriche della ADM, una delle più grandi aziende a livello mondiale di trasformazione e produzione del cacao. Gli effluvi di cacao avvolgono il circondario e l’effetto sull’umore è identico a quello che si ottiene mangiando almeno un chilo di cioccolata, senza gli effetti collaterali da calorie!
MULINO-4
Appena usciti dal sottopassaggio della stazione troverete davanti a voi, sulla sinistra, un distributore arancione di mappe gratuite di Zaanse Schans: prendetela perché vi sarà molto utile per scegliere cosa visitare. Continuate fino alla fine lungo la strada costeggiata da abitazioni basse, quindi girate a sinistra: eccolo là, in fondo, il primo dei mulini a vento vi porge il suo benvenuto! Proseguite costeggiando le fabbriche del cioccolato (qui Willy Wonka potrebbe avere una seria crisi di nervi… ) fino al mulino della foto e quindi continuate sul ponte (occhio, che si solleva se devono passare navi…): davanti a voi uno spettacolo incredibile, un’immagine da cartolina… tanti mulini a vento e la ricostruzione fedele di un villaggio dei polder!
ZAANS-4
ZAANS-8-300x225 (1)
Zaanse Schans è un museo a cielo aperto dove sono raccolti mulini, tradizionali abitazioni di legno, negozi caratteristici che mostrano come era la vita nello Zaanstreek duecento anni fa, quando lungo il fiume Zaans erano edificati più di 1000 mulini a vento. Inoltre, nell’annesso museo sono stati raccolti elementi del ricco passato della regione, che da sempre ha una vocazione industriale e commerciale.
ZAANS-1-300x225
ZAANS-7-300x225
Vi siete ripresi dall’incantamento della visione panoramica? Fatto tutte le foto possibili ed immaginabili? Bene, ora proseguite, perché c’è ancora tantissimo da vedere e da scoprire!
ZAANS-3
Entrate (gratuitamente) in Zaanse Schans e con l’aiuto della mappa andate alla scoperta di tutte le meraviglie offerte ai visitatori: ricostruzioni di antiche drogherie alimentari, un tipico B&B, piccole locande dove sedersi a mangiare o bere qualcosa, il caseificio dove assistere alla produzione dell’Edam ed assaggiare i diversi tipi di formaggio (ce ne sono più di una decina, al basilico, al curry, con il cumino, di capra, di mucca… ovviamente, io li ho assaggiati tutti!), il negozio del bottaio e quello del falegname, la rivendita degli zoccoli di legno. Spesso vengono organizzate dimostrazioni degli antichi mestieri e potrà capitarvi di assistere all’intaglio dei caratteristici zoccoli di legno o vedere ceramisti che dipingono le tipiche ceramiche di Delft. Unica accortezza: se potete, evitate di andare di lunedì, quando la gran parte delle botteghe e dei mulini sono chiusi (ehm.. secondo voi, noi quando ci siamo andati?).
MULINO-6-300x225
Ma i veri attori protagonisti sono loro, i mulini a vento, veri signori incontrastati del paesaggio! Alcuni sono ancora in funzione e in cambio di 3 € potrete entrare e visitarli. 
Noi abbiamo scelto il mulino con le macine dove ancora oggi si produce olio di arachidi. Il rumore incessante del maglio, l’aria fumosa e pesante, la luce scarsa fanno fare un salto nel tempo: tuttavia, per comprendere quanto grande sia la forza e la potenza meccanica prodotta dal vento, si deve ancora salire una scala per raggiungere il primo livello dove, a pochi metri da voi, vedrete vorticare le enormi pale del mulino  e, dall’alto, tutto il panorama di Zaanse Schaan (attenzione alla scala se andate con bambini, è davvero ripidissima!).
MULINO-7-225x300
All’interno di Zaanse Schans c’è il servizio di noleggio delle biciclette, che noi abbiamo preso (18 € in due) per poter visitare le cittadine vicine. Francesco ha avuto la sua brava bici “all’olandese”, ovvero enorme e con freno-pedale mentre io ho ripiegato su una più modesta mountain bike in “misura ragazzo”. Vabbè, siate buoni, non fate commenti, per favore!
MULINO-5-225x300
Con una pedalata di un paio di ore siamo riusciti a fare un bell’itinerario ad anello, passando per Zaandjk (un piacevolissimo paesino con case di legno verde, meno simpatico  in bicicletta l’acciottolato della strada), quindi abbiamo continuato per Wormerveer (pieno di negozietti molto graziosi e posti dove fermarsi a mangiare qualcosa), per Krommenie e poi verso Zaandam per poi ritornare a Zaanse Schans, dove abbiamo lasciato le bici. 
Felici, contenti e molto soddisfatti della giornata ricca di emozioni, c’è rimasto il tempo per un altro giretto lungo i viottoli che collegano i mulini e poi via, di nuovo alla stazione per rientrare ad Amsterdam, in tempo per l’aperitivo!
ZOCCOLI-2

Altre informazioni le trovate sul sito ufficiale di Zaanse Schaan.

Nota: tutte le foto sono state scattate da Claudia Boccini e da Francesco Iaccio 

ZOCCOLI-300x225

Claudia Boccini

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *