Roma nascosta: Ospedale San Giovanni

A Roma ogni pietra è storia.
E fin qui non ci sono dubbi.
Ma sapete che la storia di Roma entra anche in posti davvero inaspettati?

Per dire, in quante altre città d’Italia può accadere di andare in ospedale per prenotare una visita e trovarsi ad aspettare seduti sulle panchine di un giardinetto interno in compagnia di reperti dell’antica Roma? 

Gli ospedali romani del centro storico sono costruiti su un substrato di stratificazioni archeologiche che nel corso dei secoli hanno inglobato tra le loro mura (penso soprattutto all’Ospedale di Santo Spirito in Sassia, al vecchio San Gallicano, al Fatebenefratelli dell’Isola Tiberina ed al San Giovanni, a cui si riferiscono le foto).

Colonne e capitelli, vasche e fontanoni, elementi medievali si mescolano alle strutture moderne per ricordare che fin dai secoli più lontani la cura degli ammalati, dei pellegrini e degli infermi era una istituzione ben radicata nell’Urbe.
Un simile mix tra arte e strutture sanitarie fino ad oggi l’ho trovato solamente a Siena, nel complesso di Santa Maria della Scala, in quello che fino a qualche decennio fa era l’unico ospedale della città del Palio e che ora, giustamente, è stato trasformato in sede museale (ci sarà occasione per parlarne più avanti, perché è una struttura unica)!
All’interno degli ospedali, cappelle devozionali, edicole sacre e contenitori per le “limosine”: le strutture sanitarie erano per lo più gestite da ordini religiosi (ed in parte lo sono ancora, come appunto al Fatebenefratelli).
Fa un certo effetto entrare nei presidi sanitari attraverso archi antichi, attendere il proprio turno accanto a iscrizioni e lapidi… Se non ci fosse il rischio di arrecare disturbo ai degenti, alcuni ospedali romani potrebbero a ragione essere inseriti in un interessante percorso di visita!

L’Ospedale  San Giovanni-Addolorata di Roma sorge su Via dell’Amba Aradan, la strada che collega la Basilica di San Giovanni in Laterano con le Terme di Caracalla, non distante dal Colosseo, dal Colle Oppio, dalla Domus Aurea, dalla Basilica di Santa Maria Maggiore, dalla Chiesa dei SS. 4 Coronati e dalla Basilica di San Clemente. Insomma, nel cuore della storia della Capitale!

Claudia Boccini

Curiosa di novità e di tendenze sociali e culturali, il mio karma è il viaggio

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *