Mercatini dell’Avvento: mete da non perdere in Italia e in Europa

In questi giorni la mia posta elettronica è letteralmente invasa da offerte di viaggio, voli scontati, proposte di hotel e viaggi all-inclusive che hanno un unico comune denominatore: i mercatini dell’Avvento (conosciuti anche come Mercatini di Natale).
Visitare uno o più mercatini dell’Avvento è diventato per molti una piacevole attività da mettere in calendario tra novembre e dicembre, ottima scusa per fare una breve vacanza, scoprire antiche tradizioni e visitare città in un periodo dell’anno che, altrimenti, difficilmente sarebbe dedicato ad attività turistiche.
L’uso di allestire piccoli mercati dove proporre oggetti artigianali, prodotti alimentari e decori è oramai globalizzata: una volta i mercati dell’avvento erano solo nei paesi germanofoni (e quindi si trovavano quasi esclusivamente nelle città del Trentino Alto Adige-Sudtirol, Austria, Germania e Svizzera).
Per venire incontro a chi vuole andare a visitarne uno, ho creato un piccolo elenco con i principali mercatini dell’Avvento e il link ai siti (per lo più portali ufficiali, dovete cliccare sopra il nome della città) dove approfondire orari, tempi, eventi e trovare anche qualche offerta.
Cominciamo dall’Italia: 
Trentino 
Trento: da fine novembre a fine dicembre in Piazza Fiera, con enogastronomia ed intrattenimenti;
Rovereto: da fine novembre all’Epifania, nel centro storico si tiene il Natale dei Popoli, con eventi internazionali;
Alto Adige/Sudtirol:
Bolzano: da fine novembre al 6 gennaio  in Piazza Walther;
Merano: da fine novembre al 6 gennaio la passeggiata lungo il Passirio viene invasa da chalet in legno dove si vende artigianato tradizionale e specialità altoatesine. In città decori, abeti addobbati e tanti eventi.
Bressanone: da fine novembre al 6 gennaio in Piazza Duomo;
Brunico: da fine novembre al 6 gennaio in Via Bastioni
Vipiteno: da fine novembre al 6 gennaio in Piazza Città.
Per i mercatini dell’Avvento dell’Alto Adige/Sudtirolo si può anche scaricare gratuitamente l’App con gli eventi, le foto, le mappe dei 5 mercatini ed anche un raccolta di ricette natalizie oppure leggere la rivista con tutte le informazioni!
Dal nord al sud Italia: se siete a Napoli in periodo di Avvento, non dimenticate di fare una visita a Via di San Gregorio Armeno, dove gli artigiani presepisti mettono in vendita la loro produzione. Anche questo è un mercato di Natale!
Proseguiamo poi in Europa:
 In Austria la capitale Vienna riesce a soddisfare tutti i gusti e tutti gli appassionati: ovunque è un tripudio di casette di legno che vendono punsch caldo, dolci e decori, dal grande mercato sulla piazza della Rathaus all’elegante mercato di Schonbrunn, dal Freyung allo Spittelberg.
Se a Salisburgo il mercatino dell’Avvento assume il fascino dei tempi antichi, elegante, raffinato e molto, molto “asburgico”, nei dintorni i mercati aperti nei piccoli paesini del Salisburghese hanno un aria decisamente tradizionale e montana.
Innsbruck, così vicina al confine italiano, propone in città ben 5 mercatini dell’Avvento, aperti da metà novembre all’Epifania, dove trovare i caratteristici mazzolini di spezie in stile biedermeier.
In Germania i mercatini di Natale fanno parte della tradizione dell’avvento da secoli e ce ne sono moltissimi:
a Monaco di Baviera (aperto da fine novembre alla vigilia di Natale) il più grande invade Marienplatz e le vie limitrofe a Teatinerstrasse con oltre 140 banchi di merci varie (e non perdetevi, oltre al punch, gli spiedini di frutta fresca “pucciata” nella cioccolata fusa!);
a Francoforte (da fine novembre alla Vigilia) il mercato più grande è nel centro storico, al “Römerberg”;
a Dresda il primo mercato dell’Avvento risale addirittura al 1474 e da fine novembre alla Vigilia di Natale la città sarà invasa dall’odore del vin brulè, di cannella e di mele speziate;
a Norimberga il grande mercato di Gesù Bambino, con i chioschi dalle caratteristiche tende a righe bianche e rosse, è famoso anche per i lebkuchen, i dolci speziati tipici che vengono venduti in mille versioni.
Berlino riesce a soddisfare anche il visitatore più esigente allestendo numerosi mercati di Natale, sparsi un po’ per tutta la città: nonostante il freddo che caratterizza la stagione, sarà una vera festa visitarli tutti! 
La Svizzera ha decine di mercatini di Natale, dai più grandi di Zurigo, di Montreaux e di Losanna ai piccoli dei villaggi alpini: qusi tutti aprono nell’ultima settimana di novembre e chiudono con l’arrivo della Vigilia di Natale. La Svizzera è vicina e si raggiunge facilmente con l’aereo e – dal nord Italia – anche con il treno.
In Francia, oltre al grande appuntamento di Parigi (da metà novembre al 5 gennaio) richiamano migliaia di visitatori dal metà novembre all’inizio dell’anno nuovo i mercatini di Natale della Provenza (Marsiglia, Aix en Provence, Avignone), di Nizza e della Costa Azzurra (da fine novembre al 5 gennaio), di Strasburgo e del’Alsazia.
In Danimarca, a Copenaghen, uno dei mercati di Natale più grandi apre al Tivoli, il grande parco della città, ma anche in altre zone, come Nyhavn.
Nel periodo di avvento la città di Lubiana, in Slovenia, è decorata da migliaia di luci ed il locale mercatino natalizio è allietato da concerti e manifestazioni e non mancano chioschi dove assaggiare la cucina tipica.
Io ho già in mente quale Mercato di Natale visitare quest’anno, è proprio in una delle città che ho citato. Vediamo se indovinate!
 
Nota:
le foto sono state scattate a Norimberga 
(se volete saperne di più, leggete questi post).
Claudia Boccini

Curiosa di novità e di tendenze sociali e culturali, il mio karma è il viaggio

1 Commento

  1. Avatar
    Claudia novembre 16, 2013

    Che splendido e dettagliato elenco! Io ho lasciato il cuore a Strasburgo: ci sono andata due volte e la magia si è rinnovata. Ho fatto foto ovunque, perché il bello è anche fuori dall’area mercati: in tutta la città le finestre sono addobbate in modo inimmaginabile: si vedono appese le cose più strane dalle slitte con gli orsacchiotti ai decori classici in dimensione gigantesca. Per non parlare dei profumi … da quello dello zenzero che aromatizza i dolci a quello dei caratteristici brezel, da quello del vin brulé a quello della zuppa cotta e servita ai bordi della pista di pattinaggio… Cara Claudia, ti seguirò ovunque tu vada dalle righe dei tuoi post!

    Reply

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *