Amsterdam, suggerimenti pratici per visitare la città

Arrivati all’aereoporto di Amsterdam (dall’Italia è davvero semplice: oltre alle compagnie di bandiera KLM e Alitalia atterra con voli diretti all’aeroporto di Schipol anche EasyJet) per raggiungere la città è molto conveniente prendere il treno (frequente: uno ogni 15 minuti), che impiega circa 20 minuti per raggiungere la stazione centrale (Amsterdam Centraal). Ricordatevi che è necessario acquistare i biglietti del treno prima di salire a bordo per evitare multe! Da qui potete muovervi utilizzando gli efficienti tram (se pensate di utilizzare molto i mezzi pubblici vi conviene acquistare un biglietto giornaliero. Sul tram, a differenza del treno, sono in vendita anche a bordo) oppure comportarvi come chi ad Amsterdam ci vive, ovvero in bicicletta.
Per affittare una bici potete rivolgervi ad uno dei numerosi punti di noleggio (uno è proprio di fronte all’uscita principale della stazione) ricordandovi di avere l’accortezza di chiudere sempre molto bene il lucchetto che vi verrà consegnato, anzi i due lucchetti: uno fisso che blocca la ruota posteriore ed una più classica catena da agganciare a sostegni fissi, come pali o ringhiere (di tanto in tanto qualcuna viene “presa in prestito”!).
In centro di macchine ne circolano davvero poche (i parcheggi sono cari, ricavati lungo i canali e spesso non c’è alcuna protezione che eviti all’autista distratto nel parcheggio di finire a bagno nell’acqua scura!) e la stessa l’urbanistica della città non è pensata per accogliere auto.
In realtà ad Amsterdam non è impensabile nemmeno spostarsi a piedi, perché il centro della città è piccolo, racchiuso dalla cerchia dei canali. Se poi volete vedere Amsterdam dalla stessa prospettiva che nei secoli scorsi avevano i mercanti che attraccavano lungo le banchine per scaricare le merci e le spezie che arrivavano dall’oriente, dovete prendere uno dei battelli per visite turistiche che solcano i canali: forse un mezzo più turistico, ma sicuramente meno usuale!
Se avete la fortuna, come è successo a noi, di trovare delle belle giornate, il tour vi permetterà di scattare decine e decine di foto interessanti e di scoprire gli angoli nascosti della città, passando sotto ponti decorati da fiori, costeggiando le case strette ed alte con il tipico gancio sul tetto (le abitazioni una volta svolgevano la duplice funzione di “casa e bottega “ ed i commercianti utilizzavano i piani più alti e le soffitte come magazzino per le merci).
L’imbarcazione vi porterà a spasso lungo i canali, partendo dall’interno verso l’esterno incontrerete il Singelgracht, l’Herengracht, il Keizersgracht e il Prinsengracht, in un susseguirsi infinito di stili e di architetture che segnano i diversi momenti di sviluppo di Amsterdam. Una piccola curiosità: se guardate con attenzione, noterete che le abitazioni lungo i canali sporgono leggermente in avanti, proprio per consentire alle merci, una volta sollevate con l’argano sul tetto, di non urtare le facciate!
Amsterdam è una città che deve essere vista, e vissuta, almeno una volta nella vita: il caotico ed incessante via via di biciclette, il senso di libertà che permea ogni centimetro quadrato delle strade e delle piazze, i colori intensi dei fiori ospitati sulle chiatte galleggianti, lo splendore dei musei (tra tutti il meraviglioso Van Gogh Museum con la raccolta delle opere più famose del pittore dei girasoli), il piacere di girare a piedi scoprendo scorci incantati e passeggiare pigramente la sera lungo i canali, quando finalmente i turisti ed pendolari hanno lasciato la città e resta solo il silenzio e lo sciabordio dell’acqua che culla le house boat ancorate lungo i canali.
Senso di libertà, città cosmopolita, centro di arte e di avanguardia, tuttavia Amsterdam ha un grande handicap: i suoi hotel e residence sono spesso cari ed il livello non sempre corrisponde alle aspettative. Diventa quindi essenziale programmare con accuratezza prima della partenza sia la struttura che il quartiere dove soggiornare (ovviamente vi consiglio di evitare le zone del cosiddetto red district!). Se vi è possibile, cercate quindi di prenotare l’alloggio in anticipo, per essere sicuri di trovare posto, senza dimenticare che potete soggiornare in uno degli hotel proposti da HRS (www.hrs.com), portale specializzato nella prenotazione alberghiera con ampia scelta di strutture valide ben oltre gli usuali parametri di Amsterdam ed offerte a prezzi decisamente abbordabili.
Claudia Boccini

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *