Facciamo luce sul Venerabile Collegio Inglese di Roma

Roma è una città capace di sorprendere anche coloro che, come me, ci vivono da lustri: in via di Monserrato, a breve distanza dalla bella Piazza Farnese il cui omonimo Palazzo ospita la sede dell’Ambasciata di Francia e grazie all’intelligente iniziativa della bottega artigiana “Il Paralume“, che ha deciso di celebrare le festività natalizie organizzando una visita guidata, sono potuta entrare nel Venerable English College, la più antica istituzione inglese al di fuori della Gran Bretagna.
Ammirevole l’iniziativa: in un unico evento sono confluite storia, arte e artigianato creando un percorso che coinvolge a tutto tondo il visitatore. E se poi ci si aggiunge anche una buona dose di garbo e un momento di intensa emozione, il successo è assicurato!
Il Venerable English College è sorto nel 1362 grazie ai coniugi Shepherd, commercianti di rosari, che aprirono la loro casa trasformandola in un ospizio per accogliere i tanti pellegrini inglesi che confluivano a Roma in occasione del giubileo, divenendo pian piano importante punto di riferimento per i tanti inglesi che si trovavano a Roma.
 
 
 
A seguito dello scisma anglicano ed alla necessità di formare sacerdoti cattolici al di fuori della Gran Bretagna, l’ospizio fu convertito in seminario da Gregorio XIII nel 1579, pur continuando a svolgere ancora anche la funzione di ostello (qui soggiornarono, tra gli altri, letterati e scienziati come William Harvey e John Milton). Gestito per alcuni secoli dai gesuiti, sottoposto ai saccheggi delle truppe napoleoniche (che trasformarono la chiesa in stalla per i cavalli), al seminario venne aggiunto l’appellativo “venerabile” nel 1818 in ricordo dei 44 studenti martirizzati per aver difeso la fede cattolica nel periodo tra il 1581 ed 1679, successivamente canonizzati o beatificati.
Nel College, accompagnati dall’amministratore Barbara Donovan, abbiamo potuto visitare le due chiese (la principale, recentemente restaurata, sfavillante per il grande uso di oro e decorazioni in stucco e stencil, nonché la chiesa “domestica”, dove il finto marmo delle colonne è accompagnato da un bel pavimento in mattonelle di Vietri e da un affresco raffigurante l’Assunzione di Maria, opera del pittore-gesuita Andrea Pozzo. In questo luogo ancora oggi si riuniscono quotidianamente in preghiera e meditazione gli attuali 47 seminaristi del Collegio.
Tuttavia la visita non è terminata qui: ci aspettavano ancora i vecchi sotterranei, utilizzati in precedenza come luogo di sepoltura ed ora totalmente ristrutturati per ricavarne un ambiente in cui lo spazio è delimitato da muri e volte in mattoni.
Improvvisamente, passando dal fulgore dell’oro al buio ovattato rischiarato solo da flebili fiamme di candele, ci siamo ritrovati in un ambiente incantato, scenario ideale per far risaltare le lampade, i paralumi e i mobili di design prodotti con passione da Maurizio Bellacci, l’artigiano-patron de “Il Paralume“, una delle botteghe storiche di Roma (è aperta fin dal 1960!).
Punti di luce che bucano la notte, sfere solitarie e cerchi luminosi che attraggono lo sguardo attraverso forme ardite e colori soffusi. Tecnica raffinata, uso sapiente di dettagli, linee stilistiche curate fino ad ottenere la perfezione, tessuti pregiati oppure incredibilmente rustici che diventano preziosi grazie all’esperienza artigiana, le lampade de Il Paralume, cucite a mano con materiali di alta qualità, sono un inno al “Made in Italy” che richiamano nelle forme e nei colori gli anni ’40 e ’50 aggiungendo un tocco di contemporaneità che li rendono unici.
La visita guidata, interessantissima e decisamente esclusiva (tuttavia se volete vedere anche voi la chiesa principale del Venerable English College potete partecipare alla celebrazione liturgica – di rito cattolico – che si tiene ogni domenica alle 10.00 epoche porte più in là trovate la sede de Il Paralume), la possibilità di vedere e toccar con mano il sapiente lavoro di chi cerca di promuovere – nonostante i tempi non favorevoli per l’economia – l’eccellenza dell’artigianalità italiana così apprezzata in tutto il mondo, hanno dato vita ad un evento di davvero rara bellezza.
Informazioni utili:
 
Via di Monserrato 45
00186 Roma – Italy
Tel. 0039 066868546
Via di Monserrato 50
00186 Roma – Italy
Tel. 0039 066896868 
Claudia Boccini

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *