Maremma da amare

Lo so, è ancora presto per cominciare a sognare l’estate e a programmare dove trascorrere le ferie per riposarsi dopo un anno di lavoro (e di scuola, di impegni, di mille attività infinite).
Però… le giornate si stanno pian piano allungando, alcune cominciano ad essere piacevolmente calde quasi quanto quelle di giugno, i prossimi ponti festivi sono già belli pronti dietro la pagina del calendario del mese di marzo e di tanto in tanto una sosta fa bene e rigenera! Ma dove andare per due-tre giorni, senza allontanarsi troppo o dover prendere aerei?
Tra le mete da consigliare mi sento di spezzare una lancia in favore della mia Toscana (come se ne avesse bisogno…) e della bella Maremma in particolare. Che in primavera ha costi più abbordabili e meno caos da dover sopportare. Tra le cittadine con un’ampia scelta di hotel, B&B e campeggi ne cito solo alcune a me care: sul mare Castiglione della Pescaia, Marina di Grosseto, Follonica, Talamone, Santo Stefano e Albinia all’Argentario. Nell’entroterra, Massa Marittima, Montemerano, Suvereto, Gavorrano.
Tra pinete lussureggianti, fortezze e bastioni medievali, spiagge dalla sabbia soffice e dorata, strutture e parchi minerari con percorsi adatti a tutte le età, la Maremma si rivela un contenitore di proposte senza pari: qui si passa dal mare (uno dei più belli della costa tirrenica) alle colline con i borghi caratteristici, dalle zone termali (Saturnia? E’ in Maremma!) alle isole dell’arcipelago, dai parchi naturali alle città balneari. Davvero difficile non trovare qualcosa di proprio gusto! E non mancano le feste e le sagre dove andare a trascorrere una serata tra balli e rievocazioni del tempo andato.
 
Nelle foto, in senso orario: il parco regionale della Maremma (detto anche “dell’Uccellina”) ad Alberese, una bifora a Campiglia Marittima con il vicino Parco archeo-minerario di San Silvestro (in foto il trenino dei minatori), la spiaggia di Cala di Forno nel Parco regionale della Maremma e per finire il Castello di Populonia.
Che è come dire riposo, tranquillità, arte, cultura ed esperienze naturalistiche. Non ho inserito foto di food, ma quello lo potrete facilmente provare e gustare, una volta arrivati in Maremma!
Claudia Boccini

Curiosa di novità e di tendenze sociali e culturali, il mio karma è il viaggio

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *