Acque aromatizzate alla frutta e verdura

Le acque aromatizzate alla frutta “hand-made” sono state la bevanda-rivelazione della mia estate (chiamiamola estate… siamo a metà luglio e se non ci vuole il trapuntino, poco manca…). Comunque, caldo o non caldo, sono davvero buone e si possono preparare con minima spesa e massimo risultato. E rappresentano una bevanda dissetante, ottima come reidratante al ritorno da una giornata al mare, dopo un duro trekking in montagna o come drink analcolico da sorseggiare in compagnia.
 
L’ingrediente base è uno ed uno soltanto: acqua. Del rubinetto se come me abitate in una città in cui quella potabile è ottima o imbottigliata, non cambia. Ad un litro di acqua aggiungete frutta a pezzi, fettine di agrumi, rametti di erbe aromatiche, se volete addolcite con un paio di cucchiaini di zucchero (io le preferisco nature, in realtà). Volendo, potete usare anche acqua gassata.
Mettete tutti gli ingredienti in bottiglia/caraffa/barattolo di vetro, quindi riponete in frigorifero e dimenticatevene per 24 ore e … salute!
Io ne ho fatte di vari gusti, ma la fantasia personale può dar vita a millemila versioni:
  • ai sapori dell’orto: fettine di cetriolo, foglie di basilico, rondelle di limone ed un piccolissimo rametto di rosmarino;
  • caraibica: fettine di limone, di ananas e cocco con foglioline di menta
  • biancaneve: fette di limone, 1 mela a pezzetti e una manciata di fragole (qualcuna l’ho pestata per colorare l’acqua)
  • rosso di sera: fette di limone, 1 cucchiaino di uvetta passita e due cucchiai di tisana ai frutti rossi (dovrete filtrarla prima di bere)
  • peach passion: fettine di limone, fette di pesca, foglie di menta.
Claudia Boccini

Curiosa di novità e di tendenze sociali e culturali, il mio karma è il viaggio

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *