Parco Nazionale del Gran Paradiso: a piedi tra le nuvole

Il Parco Nazionale del Gran Paradiso è stato il primo ad essere stato istituito in Italia, nell’oramai lontano 1922. Esteso per oltre 71.000 ettari tra il Piemonte e la Valle d’Aosta, confina con il Parco nazionale francese della Vanoise, creando un territorio di tutela ambientale unico, dove la  vera protagonista è la montagna, in tutte le sue accezioni e sfumature.
 
Con l’iniziativa “A Piedi tra le Nuvole“, anche nel 2014 il Parco Nazionale del Gran Paradiso invita i visitatori a riappropriarsi dei ritmi lenti, per riscoprire la natura, le tradizioni, gli ambienti incontaminati che costituiscono il territorio del Parco, magari percorrendo i sentieri che portano fino ai numerosi santuari di alta quota. E quest’anno verrà inclusa nell’area compresa dagli eventi di “A spasso tra le nuvole” anche la meno nota area alpina della Vallone di Piantonetto, selvaggia e poco conosciuta. Da qui i panorami sono mozzafiato ed il trekking impegnativo.
 
La grande propensione al turismo sostenibile verrà ulteriormente rafforzata in estate e tutte le domeniche dal 13 luglio fino al 31 agosto (più il giorno di Ferragosto) con la chiusura al traffico dei 6 km. di strada che portano al Colle del Nivolet, che potrà essere raggiunto a piedi (seguendo il sentieri che parte dalla Valsavarenche), in bicicletta (possibilità di noleggiarle a Ceresole Reale) o, per i più pigri, con una navetta i cui punti di partenza sono in Frazione Villa, dal Parcheggio del Lago Serrù, da Pont Canavese, da Ivrea, da Rivarolo, da Castellamonte e Cuorgnè. 
 
Ad accompagnare il cammino “a piedi tra le nuvole” di visitatori ed escursionisti, sono previste nei week end numerose feste accompagnate da eventi culturali, sportivi, musicali e religiosi raggruppati per tematiche omogenee, in modo da facilitare la scelta secondo un “fil rouge” che unisce interessi e passioni:
  • Armonie nel Parco: esibizioni dei gruppi musicali che perpetuano la tradizione corale alpina;
  • Immagine e Natura: incontri con chi di montagna davvero se ne intende: guardaparco, ricercatori, guide alpine racconteranno la “loro” montagna e trasmetteranno le loro esperienze attraverso mostre fotografiche e proiezioni. Previsti open day e “dietro le quinte” dove si potranno scoprire i segreti del Parco;
  • La vita delle piante in montagna: dal 7 giugno al 7 settembre si potrà visitare il giardino botanico alpino Paradisia con l’assistenza di guide e animatori;
  • Escursioni notturne in Val Soana: per percorrere i sentieri del Parco sotto le stelle, accompagnati da esperte guide alpine e dai guardaparco
 
Particolarmente suggestive le escursioni ed attività inserite nell’insieme di proposte di “Quando l’uomo cerca il divino“: il rapporto della gente di montagna con il trascendente è da sempre intenso e profondo e si ritrova nei gesti quotidiani come nelle tante edicole e cappelle che si incontrano lungo i sentieri del Parco ed esplode nella sentita partecipazione alle grandi feste che annualmente si svolgono nei Santuari eretti sulle cime delle montagne:
  • 27 luglio pellegrinaggio al Santuario diSant’Anna Meinardi, a Locana
  • 5 agosto processione alla Madonna della Neve di Serrù
  • 10 agosto grande pellegrinaggio fino alla quota di 2.019 metri di altezza per raggiungere il Santuario di San Besso in Val Soana, edificato su una rupe
  • 26 e 27 agosto festa della Madonna di Prascondùa Ribordone dove dopo la Messa viene effettuata la tradizionale vendita degli oggetti donati dai fedeli in segno di devozione.
 
Per ogni ulteriore informazione ed aggiornamento, vi consiglio di consultare il sito del Parco Nazionale del Gran Paradiso e di scariscare il programma di “A piedi tra le nuvole” (PDF). 
Claudia Boccini

Curiosa di novità e di tendenze sociali e culturali, il mio karma è il viaggio

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *