Un settimana in Sicilia tra i sapori del Cous Cous fest

Oggi La Bussola e il Diario ospita un post di Vito Mandina, trentenne siciliano laureato in Comunicazione Internazionale, che ci parla della sua esperienza al Cous Cous Fest. Per lui, che ama cantare in alcune band locali, il viaggio è una questione di sensazioni. Ed ecco che anche una vacanza a San Vito Lo Capo e la partecipazione al Cous Cous Fest diventa l’occasione per mettere insieme le sue passioni…

1 800px-De-_San_Vito_lo_Capo,_Zingaro-NatSchGeb,_Strand

“Giusto il primo d’ottobre dello scorso anno, mi trovavo in Sicilia, in provincia di Trapani, ospite di una coppia di amici di lunga data. Dopo un’estate trascorsa lavorando (gestisco un ristorante, è un mestiere disgraziato il mio…) ero finalmente pronto a godermi le mie meritate vacanze, intenzionato a visitare le migliori spiagge della costa trapanese seguendo un itinerario che avevo trovato qui (in Sicilia la stagione estiva termina a novembre).

Ad ogni modo, ricordo che eravamo seduti a tavola e dopo aver finito di pranzare, tra un argomento e l’altro, è uscito fuori che proprio la settimana precedente la bellissima San Vito lo Capo aveva ospitato l’annuale Cous Cous Fest. Come avevo potuto dimenticarmene! Da grande amante della buona cucina quale sono, non ho potuto far altro che disperarmi per essermi perso un’occasione del genere per una manciata di giorni. Vedendomi cosi dispiaciuto, Sandro (è il nome del mio carissimo amico, nonché testimone di nozze) mi ha consolato invitandomi ufficialmente per l’edizione del 2014, ed io, naturalmente, ho subito accettato! Dopo questa piccola premessa, oggi, di ritorno dalla bellissima San Vito lo Capo, voglio condividere con voi l’esperienza trascorsa in quest’ultima settimana; esperienza che mi ha permesso di apprezzare ancor più le meraviglie di una delle regioni più belle della nostra penisola Italiana. Il Cous Cous Fest viene organizzato a San Vito da 17 anni. E’ un festival conosciuto ed apprezzato che promuove l’integrazione culturale tra le nazioni del mediterraneo, un importante evento che attira ogni anno migliaia di turisti provenienti da ogni angolo d’Europa (e non solo). Vi chiederete come mai… Semplice! Si mangia!

Non avete idea di quanto ho mangiato in una sola settimana, tutta roba buonissima, che al sol pensiero mi torna la fame… Vagando tra uno stand e l’altro del “Villaggio Gastronomico” ho avuto modo di assaggiare ricette provenienti da almeno tre continenti diversi, tutte prelibatissime ed ovviamente basate principalmente sul cous cous. Un’altra cosa che ho apprezzato tanto è stata la possibilità di degustare diversi prodotti tipici e soprattutto vini di altissima qualità che si sposano alla perfezione con i piatti proposti (sento ancora in bocca il sapore di un favoloso Marsala vergine stravecchio). Tutto questo accompagnato dall’atmosfera arabeggiante ma allo stesso tempo tipicamente siciliana delle strade di San Vito.
Il festival, che dura per l’appunto una settimana, offre numerosi intrattenimenti: innanzitutto la gara culinaria internazionale, alla quale hanno partecipato addirittura 10 paesi, in secondo luogo numerosi concerti musicali e spettacoli teatrali durante i quali si sono esibiti ospiti del calibro di Pino Daniele, Irene Grandi, ma anche band pop rock siciliane, come i Tinturia, che fanno parte della scena musicale siciliana da diversi anni e a mio avviso meriterebbero maggiore notorietà anche su scala nazionale. Diciamo che tra mangiate, bevute e concerti, ho proprio trascorso al meglio le mie vacanze!”

Claudia Boccini

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *