Perché scegliere l’Hotel Bloom a Bruxelles (e perché no)

Pianificando il viaggio a Bruxelles, la scelta dell’hotel come al solito ci ha impegnato non poco: cercavamo una struttura alberghiera che unisse comfort, costi sostenibili, ottimi collegamenti, buone recensioni e un pizzico di design nelle stanze (che non guasta mai!). Quando abbiamo visto l’Hotel Bloom! ce ne siamo innamorati subito, purtroppo il costo base non era proprio economico (no, per nulla…). Per fortuna a forza di visitare i siti di intermediazione alberghiera (Expedia, HRS, Booking, etc) abbiamo trovato un’offerta allettante proprio per l’Hotel Bloom!, che ci ha perfino permesso di concerderci un… upgrade :) ed allora… Evviva!

L’hotel Bloom si trova accanto al Jardin Botanique, non distante in linea d’aria dalla stazione ferroviaria Gare du Nord ed a breve distanza (5 minuti a piedi, forse meno) dalla fermata della metropolitana Botanique. Davanti all’hotel passa anche un tram che arriva fino al centro di Bruxelles, che comunque si raggiunge con una passeggiata di un quarto d’ora. Quindi, è ben collegato.

Bloom Collage

In una via parallela a quella dell’hotel si trova la zona abitata dalla numerosa comunità turca di Bruxelles: negozi, ristoranti, pasticcerie, perfino una piccola moschea… in alcuni momenti sembra quasi di essere ad Istanbul! Per cenare può essere un piacevole diversivo rispetto al ristorante SmoodS, interno all’ hotel Bloom! o ad una delle tante brasserie della città. Peccato però che non servano alcolici e quindi nemmeno la birra (i ristoranti rispettano le prescrizioni Halal) e per me andare a Bruxelles senza bere almeno un bicchiere di birra tutte le sere è… come entrare nella fabbrica di Willy Wonka e non assaggiare nemmeno un cubetto di cioccolata! In compenso nella via dei ristoranti turchi c’è anche una pasticceria sublime (turca) con torte monoporzione da strabuzzare gli occhi. E sì, sono al cioccolato…  ed ovvio che noi ci siamo fermati per il dopocena!

L’hotel viene spesso utilizzato da gruppi di turisti e il servizio di reception è – a mio parere – alquanto impersonale: qualche sorriso e qualche saluto in più non mi sarebbe dispiaciuto (ma forse siamo capitati in giornate “no”, chissa!).

bloom2

La nostra stanza era enorme, ben più di 40 mq. (noi avevamo scelto la tipologia XL – le stanze dell’ Hotel Bloom! sono classificate come se fossero vestiti, la stessa modalità l’avevamo trovata ad Amsterdam), con ampie finestre su due lati e quindi molto luminosa,  che se è nuvolo o piove – cosa non infrequente a Bruxelles in inverno – non è male! Gli arredi semplici in colori chiari, avevano qualche tocco di stile: le due belle sedie con poggiapiedi, la lampada a sospensione e quella da scrivania con la base in marmo, i lavabi del bagno in corian, nei colori bianco e arancione.

A nostra disposizione il frigorifero e la  macchina per fare il caffè  (luuuuungo) ed il té, che abbiamo utilizzato per preparaci la colazione la mattina (farla in hotel sarebbe stato esageratamente costoso, molto meglio fare la spesa di latte, yogurth, pane, marmellata e brioches nel supermercato Carrefour proprio davanti all’hotel Bloom!. Per vostra informazione, vende anche piatti pronti e panini. E’ stato il nostro fornitore di fiducia per le nostre colazioni in camera!

bloom3

Le stanze dell’Hotel Bloom!, a parte le dimensioni, sono tutte uguali sia come arredi che come servizi: ciò che le differenzia sono invece le decorazioni delle pareti. Non c’è una stanza con la stessa decorazione di un’altra!

La filosofia dell’hotel vuole dare spazio agli artisti emergenti e per la decorazione delle singole stanze sono stati contattati gli studenti degli istituti d’arte europei, chiamati a dipingere affreschi nelle 287 stanze seguendo il proprio stile e la propria ispirazione. Quasi una galleria d’arte inserita in un hotel e se volete vedere tutte le opere, potete andare  sulla gallery dell’Hotel Bloom! Per consentire a tutti gli ospiti di vedere le decorazioni anche se le stanze sono chiuse, accanto ad ogni porta c’è un codice che letto tramite smartphone da accesso alla raccolta completa. Nella nostra stanza  (534) avevamo il murales “Cactus Girl” dell’artista slovacca Zuzana Janeckova, dell’Accademia di Belle Arti di Bratislava. Una buffa bambina vestita con una tuta di spine e due orecchie simili a pale di cactus, che spiava curiosa da dietro i tendaggi.

bloom6

I pro:

  • (essenziale per me) wifi ad alta velocità
  • ogni giorno vengono offerte due bottiglie piccole di acqua minerale
  • c’è la cassaforte
  • se siete sportivi, vi aspetta una palestra all’8° piano ( e trovate anche frutta, teli e acqua da bere).

I contro:

  • ci sono pochi spazi per contenere gli effetti personali: solo due cassettoni e un armadio aperto Se avete molti vestiti, è un problema.
  • gli asciugamani sono di dimensioni poco generose
  • il riordino della stanza ci ha lasciati abbastanza perplessi: un giorno non ci hanno rifatto per nulla la stanza!

Informazioni utili:

Hotel Bloom! - Rue Royale 250 – 1210 Brussels tel. +32 2 2206905

Claudia Boccini

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *