Torta leggera di ricotta, agrumi e cioccolato

Forse sono le foto di Giuliana, che attraverso l’obiettivo narrano gli episodi di una storia fatta di zucchero e farina e fanno immaginare profumi deliziosi, ma la torta alla ricotta cotta nel fornetto da campeggio sta diventando il dolce più amato da chi bazzica social e blosfera. Ed oggi, con questo tempo così uggioso, in cui più che parlare di viaggi vien voglia di avvoltolarsi in un piumone morbido, un dolce “coccoloso” per iniziare con dolcezza la giornata ci vuole.

DSCF0750

Morbida, soffice, delicata… per un tè del pomeriggio o per la colazione, la ricetta che trovate sul blog Di Cuore prevede infatti la cottura non dentro il classico forno ma sul gas, utilizzando la pentola-forno (una delle più conosciute è il fornetto Versilia), reperto del secolo scorso spesso usato nelle case di campagna o nei poderi e che ora sta ritrovando una nuova giovinezza. Anche io ne avevo una che apparteneva a nonna Paolina, oggetto dall’uso misterioso che nei vari traslochi chissà dove è andato a finire…

Pur  non avendo la pentola fornetto, l’idea di una torta leggera di ricotta mi incuriosiva ed ho comunque voluto provare a farla  con gli ingredienti e le dosi della ricetta originaria  ma utilizzando il forno normale, nel mio caso ventilato. Nulla da fare: o viene troppo appiccicosa ed umidiccia (troppo zucchero? troppi liquidi?) oppure cresce e lievita bene ma una volta spento il forno si abbassa senza ritegno, come un sufflè. A questo punto, ho capito che la torta alla ricotta nel fornetto non si chiama così per caso. Ha bisogno del fornetto. Punto. Inutile dannarmi di più.

tortaricotta collage

Ma cosa ci faccio, ora con i 300 gr. di ricotta, la mezza bustina di gocce di cioccolato, la fecola eccetera eccetera che sono avanzati?

Una torta leggera di ricotta, agrumi e cioccolato, senza burro e quindi  morbida e leggera per  la colazione del mattino!  Ho usato:

  • 250 gr. di zucchero
  • 3 uova
  • 1 pizzico di sale
  • 250 gr. di farina manitoba (questa avevo, e questa ho usato!)
  • 150 gr. di maizena
  • 1 bustina di lievito vanigliato per dolci
  • 300 gr. di ricotta
  • il succo di un’arancia
  • scorza grattugiata di un limone e di un’arancia
  • gocce di cioccolata (o cioccolato spezzato a scaglie piccole )

Per prima cosa, ho passato al setaccio o nel frullatore la ricotta: non ci devono essere grumi e deve essere morbida! Ho poi:

  • montato a neve fermissima gli albumi con un pizzico di sale e li ho messi in frigo;
  • sbattuto i tuorli con lo zucchero come se dovessi fare uno zabaione e, sempre mescolando, ho aggiunto: la ricotta, le scorze di agrumi grattugiate,  le farine setacciate, il succo di arancia, il cioccolato ed infine il lievito setacciato;
  • incorporato gli albumi velocemente evitando di smontali.

Ho versato nella teglia inaderente e quindi nel forno preriscaldato a 160° (se ventilato, altrimenti 180°, ma dipende dai singoli forni) fino a cottura (circa 45-50 minuti, fate sempre la “prova stecchino” (*) non prima di 40 minuti).

Una volta sfornata, ho uniformato la superficie della torta leggera di ricotta con una bella spolverata di zucchero a velo.

Buona torta e… buon fine settimana!

ridotta

(*) prova stecchino: inserire uno stecchino al centro della torta e quindi toglierlo. Se è asciutto, la torta è cotta, altrimenti è necessario prolungare ancora la permanenza in forno

Claudia Boccini

Potresti trovare interessanti anche questi posts!

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *