Le Giornate FAI di Primavera 2015

La primavera sta per arrivare di nuovo! Evviva! Dopo giorni di grigio e di pioggia, finalmente ritorneranno le giornate fresche ma assolate, la luce riempirà di nuovo i le nostre vite rendendole – almeno un pochino – più sorridenti.

fai2015

La primavera è rinascita, rinnovamento, voglia di uscire, di scoprire e di riscoprire. E con l’inizio della primavera ritornano, puntuali ed attese, le Giornate FAI di Primavera. Una grande festa della cultura e dell’arte, ben 780 luoghi italiani (musei, ville, parchi, palazzi) poco conosciuti o esclusivi, normalmente chiusi al pubblico, aprono le porte e diventano accessibili a chiunque abbia voglia di bello. E di aperture speciali ce ne sono, in pratica, in tutte le Regioni italiane! Ed anche quest’anno i luoghi delle Giornate FAI di Primavera vedranno la partecipazione degli “apprendisti ciceroni”, el “ciceroni in erba”: in accordo con gli istituti scolastici, alcuni studenti si trasformeranno in guide per i visitatori.

Alcune aperture sono particolarmente indicate per chi ha i bambini, altre per chi ha con se un amico a quattro zampe, altre ancora a chi ama la natura. Alcune saranno ad ingresso libero (ma un’offerta sarà opportuna e gradita), altri – perché includono visite guidate o eventi particolari, hanno un biglietto di ingresso a contributo libero. Se poi siete soci FAI (o decidete di iscrivervi al FAI proprio in occasione delle Giornate di Primavera) avrete la possibilità di accedere ad aperture esclusive e soprattuto di saltare le file!

Saranno aperti al pubblico, tra gli altri (mi limito solo ad una selezione per l’Italia Centrale, per conoscere tutti i luoghi aperti per le Giornate di Primavera FAI l’unico modo è andare sul sito e fare una ricerca in base a Regione/Provincia/Comune di interesse):

TOSCANA: Certosa di Calci (Pisa), Castello di Marsiliana (Grosseto), Chiesa di San Giovannino della Staffa nella Contrada del Leocorno, l’Oratorio di San Rocco nella Contrada della Lupa (Siena), Palazzo Marucelli Fenzi , Villa Corsini a Castello (Firenze), la Chiesa di Santa Maria delle Grazie del Calcinaio a Cortona (Arezzo);

UMBRIA: Badia di San CAssiano , Castello di Bourbon di Lippiano (Perugia), Rocca di Piediluco, Palazzo Venturelli ad Amelia (Terni);

MARCHE: Teatro romano di Ascoli Piceno (Ascoli Piceno), VIlla Tusculano ad Appignano (Macerata), Teatro Alaleona a Fermo;

LAZIO: Palazzo Chigi, Palazzo Koch-Banca d’Italia,  (Roma), la Certosa di Trisulti (Frosinone), Terme di Vespasiano a Cittaducale (Rieti), l’area archeologica dell’antica città di Satricum (Latina);

ABRUZZO: Abbazia di Santa Maria Arabona a Manoppello (Pescara), Campo di Prigionia 78 a Sulmona (L’Aquila), Officina storica ferroviaria sangritana a Lanciano (Chieti), Grotte di Atri (Teramo).

Nei beni di proprietà del FAI, inoltre, si terranno eventi, laboratori, degustazioni e visite guidate… io se ci riesco sabato 21 marzo un salto a Villa Gregoriana, a Tivoli, lo farò…  secondo voi posso perdermi “Le delizie di Tivoli e della valle dell’Aniene in tavola”?

Digital StillCamera

“TivoliVillaGregorianaTempioDiVesta2″ di user:Lalupa – Opera propria. Con licenza Pubblico dominio tramite Wikimedia Commons – http://commons.wikimedia.org/wiki/File:TivoliVillaGregorianaTempioDiVesta2.JPG#/media/File:TivoliVillaGregorianaTempioDiVesta2.JPG

A proposito di file: le Giornate di Primavera FAI sono un’evento atteso e molto gettonato, quindi pianificate la vostra strategia di visita a tavolino e mettete in conto attese e code. Ma ne vale sempre la pena, sicuro! Grazie alle Giornate FAI di Primavera, ad esempio, noi siamo riusciti ad entrare in uno dei luoghi meno accessibili di Roma, la Caserma dei Corazzieri del Presidente della Repubblica. Ed è valsa la pena (oh, si!) di attendere un’ora prima di entrare!

Claudia Boccini

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *