Un web master è il migliore amico di un blogger

Non fa strano anche a voi il silenzio ovattato che da qualche tempo aleggia su La Bussola e il Diario? Dite la verità: non vi siete nemmeno accorti che da quasi due settimane i suoi post sono fermi o quasi, le pubblicazioni rallentate e che se non fosse per Facebook e Twitter (su cui però pubblico con il mio nome e cognome, Claudia Boccini) non avreste  avuto più notizie di noi!

Cosa succede?

Intanto, siamo stati per due settimane in giro per il Giappone e sebbene avessimo quasi sempre la possibilità di connetterci con il wifi, abbiamo preferito vivere a fondo l’incontro con una realtà sociale, economica e culturale totalmente diversa da quella a cui siamo abituati, rimandando volontariamente ad un momento successivo, quello in cui il vissuto diventa ricordo meditato, il racconto delle nostre esperienze di viaggio.

IMG_3755

Il tempo di tornare a casa, disfare la valigia e prepararne una nuova ed ecco che siamo di nuovo ripartiti, questa volta per Londra dove torniamo come sempre con piacere. E dove il tempo primaverile induce a lunghe passeggiate per i caratteristici quartieri vittoriani, in mezzo a parchi e decine e decine di negozietti sfiziosi dove dilapidare qualche piccolo risparmio. L’idea, soprattutto per Londra, era di scrivere almeno un paio di post “in diretta” ma…

…ma non tutte le ciambelle  riescono col buco e succede un piccolo, grande, disastro: per motivi ancora non ben chiari (*), la piattaforma WordPress su cui “gira” La Bussola e il Diario improvvisamente non riconosce più la password per gestire il blog.

Panico totale!

Se riuscite ad immaginare un criceto che corre forsennatamente sulla ruota, ritrovandosi sempre nella medesima posizione qualsiasi sforzo faccia, forse riuscite a comprendere il mio (nostro) stato d’animo: rabbia, frustrazione, ansia da scarsa prestazione, incubi da SEO in calo vertiginoso… Nel frattempo, lungo le reti virtuali del wifi, partivano decine di mail, messaggi e segnali di fumo alla volta di Roma e di Alessandro Giagnoli di Fattorie Digitali, il webmaster che ha costruito la nuova veste della Bussola e il Diario, per cercare di risolvere il problema. Povero Alessandro… stressato fino al limite umano della sopportazione!

IMG_4043

Finalmente il problema sembra essersi risolto (sono ottimista?), ma da tutto ciò ho tratto qualche insegnamento sparso che condivido volentieri con voi:

  • scrivere e condividere i post è importante, ma lo è altrettanto vivere a fondo il viaggio, soprattutto se si tratta di viaggi importanti. Il fatto di non poter scrivere sul blog, mi ha permesso di arricchire le giornate con tante esperienze che altrimenti non avrei fatto per restare due-tre ore china sul pc a scrivere;
  • in casi estremi di necessità, si possono condividere le esperienze – ed avere seguito di pubblico – anche tramite i social media: credo che alcune delle “foto commentate” postate negli ultimi 20 giorni abbiano avuto più visualizzazioni e commenti di tanti post scritti sul blog;
  • ricordarsi sempre di scrivere post a sufficienza – e programmarli – in modo da coprire almeno un paio di settimane di pubblicazione – per contenere i danni in caso di problemi di accesso: se avessi seguito il buon senso e la programmazione editoriale che mi ero imposta, in questi ultimi giorni “La Bussola e il Diario” sarebbe meno silenziosa;
  • essenziale: avere sempre un web master di fiducia a cui rivolgersi “nel momento del bisogno”, soprattutto se a livello di gestione WP non si va oltre l’ABC!

(*) Alessandro mi ha poi spiegato che “è stato un vero e proprio attacco: un buco di WP ha permesso la creazione di oltre 500 falsi account di WordPress. Erano arrivati a cambiare la pwd di admin…”, insomma, una vera tragedia ed un bel problema per me, se non ci fosse stato Alessandro!

A proposito: su sito di Fattorie Digitali trovate parecchi articoli utili a chi vuole saperne di più  sul tutto ciò che ruota attorno al mondo digitale.

Claudia Boccini

Curiosa di novità e di tendenze sociali e culturali, il mio karma è il viaggio

4 Commenti

  1. Avatar
    Alessandro marzo 13, 2015

    A pensare che è il cane il miglior amico dell’uomo, ci si può anche stare al paragone. :)

    Reply
    • Avatar
      Claudia Boccini marzo 15, 2015

      guarda, non far troppo lo spiritoso… quel che è sicuro che senza te sarei stata preda di una crisi isterica! :)

      Reply
  2. Avatar
    Alessandra marzo 10, 2015

    Sono d’accordo con te: tenere in serbo degli articoli “tappabuchi” (che poi son quelli che nascono da un’ispirazione improvvisa), godersi il viaggio in ogni irripetibile istante e raccontare qualcosa strada facendo. Le tue foto raccontate mi son piaciute tantissimo!

    Reply
    • Avatar
      Claudia Boccini marzo 11, 2015

      Grazie! Un po’ per strategia, un po’ per eventi fortuiti, ogni tanto bisogna fare scelte!

      Reply

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *