Barattoli + feltro + nastri: DIY in caso di pioggia

craft5

Dopo aver beneficiato di una sosta pasquale, lontana da ogni impegno e preoccupazione nel bel mezzo delle Terre di Siena, immersa tra abbazie storiche, castelli medievali, meravigliosi campi di grano di un verde così irreale da far scappare la lacrimuccia di commozione e – purtroppo – pure sommersa da altrettanto grandiose piogge (sgrunt! ovviamente il sole, quello bello e sfolgorante, c’è il giorno in cui si deve ripartire…),  prima di ricominciare a tediarvi con racconti  e suggerimenti di viaggio  – tremate, a breve il secondo post su Kanazawa e uno strepitoso Di Città in Città con focus Londra –  riprendo a scribacchiare sul blog mostrandovi come sono sopravvissuta ad un sabato pomeriggio chiusa in casa: il DIY in caso di pioggia è sempre una salvezza e lo è stato anche il piccolo lavoretto  che ho preparato per abbellire la tavola e… per far passare un paio di ore altrimenti destinate alla noia mentre fuori veniva giù il diluvio!

craft2

Il mio DIY in caso di pioggia nasce con l’aiuto di pochissimi elementi (carta colorata, nastrini, feltro, colla) ed alcuni vasetti da omogeneizzati: assemblati insieme, hanno dato vita a piccoli regalini colorati e decisamente primaverili, da riempire con ovetti di cioccolata (ma nulla vieta di riempirli, in altre occasioni, con cioccolatini, caramelle, biscottini o piccoli regalini).

Dopo aver ben lavato e sgrassato i vasetti di omogeneizzati (io ho infilato tutto in lavastoviglie) alcuni li ho decorati alcuni con un giro di nastrino di pizzo ed altri li ho contornati con un nastrino autoadesivo  a quadretti bianchi e verdi.craft4

Ho poi proceduto a rivestire con carta colorata i tappi metallici (facile: si fa un cerchio leggermente più largo della circonferenza del tappo, si incolla ben bene al centro e quindi si incolla la carta eccedente sui bordi dopo averla intagliata per facilitare la curvatura). Per fare i fiori, ho usato il kit che avevo trovato allegato alla rivista creativa Papercraft, acquistata a Londra (se non lo avete, non sarà certo un problema ritagliare le sagome nel feltro multicolore!). Il DIY in caso di pioggia inizia a prendere forma!

barattoli1

Con la colla multiuso (io ho recuperato un vecchio tubetto di UHU che vagava nei cassetti della casa di campagna da tempo immemorabile, ma ancora buono) ho assemblato i petali fino ad ottenere i fiori e li ho applicati, sempre con un goccio di colla, sui nastrini che avevo messo sui vasetti. Lasciati asciugare una notte e… pronti per essere riempiti! Come già detto, io li ho usato come segnaposto per Pasqua (ho aggiunto un’etichetta a forma di coniglio con il nome) ma nessuno vi vieta di utilizzarli come regalini o  come piccole bomboniere!

Doverosi ringraziamenti:

  • grazie a Simone, bambino di buon appetito, che mi ha regalato i barattoli vuoti dei suoi omogeneizzati (senza di lui, il DIY in caso di pioggia non sarebbe stato possibile);
  • grazie a Flow, rivista olandese con edizioni in inglese e tedesco, che ha avuto la bella idea di regalare ai suoi lettori la bella carta double face triangolini colorati /verde;
  • grazie a Tiger, che vende nastrini decorativi a costi sostenibili;
  • ed infine, grazie a Papercraft, per il gadget con le sagome dei fiori in feltro pre-tagliate, che mi hanno fatto risparmiare un bel po’ di tempo.

Che vene pare, allora, del mio DIY in caso di pioggia?

craft3

Claudia Boccini

2 Commenti

  1. Avatar
    Lallabel aprile 07, 2015

    Devo assolutamente provare a rivestire i tappi dei barattoli come hai fatto tu!

    Reply
    • Avatar
      Claudia Boccini aprile 07, 2015

      E’ facilissimo! Disegna due centri concentrici, di cui quello interno deve avere la misura superiore del tappo e quello più grande di un paio di centimetri più grande. Quindi “sfrangi” il tondo grande tagliando a intervalli regolari (non superare la lina del cerchio piccolo – è più difficile da spiegare che da fare). Incolli il tondo sul tappo e con un po’ di pazienza pieghi, una alla volta, le linguette intorno al bordo che avrai precedentemente spennellato di colla. Una volta asciutto, taglia la carta eccedente. Se poi vuoi strafare puoi anche provare a dare sopra una mano di flatting trasparente, ma io ho lasciato “nature”.

      Reply

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *