E’ arrivato il Dyson V6 Fluffy!

Tutto nasce dalla proposta di collaborazione con Your Brand Camp, agenzia che promuove progetti di marketing utilizzando tecniche di coinvolgimento partecipative: mi incuriosisce il metodo innovativo e la promessa di poter essere libera di fare, dire e sperimentare. Di poter scegliere se e quando partecipare, senza essere obbligata ad occuparmi di prodotti che non reputo vicini ai miei interessi o che non sono “nelle mie corde”.

Il primo progetto di cui mi occuperò per il prossimo mese e che volentieri condivido è perfetto per il mio “non essere” una capace home manager: il Cordless Dyson V6 Fluffy, aspiratore elettrico con tecnologia ciclonica, sembra essere fatto proprio per me, capace di organizzare un viaggio intorno al mondo ma incapace di curare con buoni risultati la mia casa.

PicMonkey Collage

Se già conoscete il marchio Dyson, sapete che nel suo campo è un brand d’eccellenza ed i suoi prodotti sono garantiti da brevetti internazionali: nell’azienda si da valore alla capacità creativa dei giovani ingegneri, chiamati non solo a migliorare prodotti esistenti ma a rivoluzionarli, con un occhio sempre attento all’impatto ambientale (quindi meno spreco di energia e riduzione della componentistica) senza rinunciare all’efficienza. La chiave del successo dei sistemi di aspirazione Dyson (che è un marchio ma anche il cognome del manager, James Dyson – il “signor Dyson”) è la perseveranza e la fiducia nel futuro: gli ingenti investimenti in ricerca e sviluppo,  le collaborazioni con oltre venti tra le Università più prestigiose della Gran Bretagna, i programmi di sviluppo di lungo respiro che vedono attività addirittura pianificate su 25 anni e la capacità di guardare oltre le convenzioni, fanno la differenza.  Tanti i brevetti registrati, numerosi  gli ingegneri ed i tecnici impiegati nelle attività di ricerca, grande l’ attenzione al benessere degli utilizzatori ed all’efficienza delle apparecchiature Dyson, votate ad un’unica missione che si riassume in poche parole: Dyson risolve problemi.

942d45b4351d654887b74a2b19c391f03942d1e0

Anche il Dyson V6 Fluffly nasce dalla medesima filosofia: leggerezza, pochi pezzi da assemblare, facilità di utilizzo e libertà di spostarsi da una stanza all’altra sono solo alcuni dei punti a suo favore: è infatti senza fili e con una sola ricarica di 3,5 ore ha un’autonomia di 20 minuti.

Il bello del Dyson V6 Fluffy è che può essere usato sia come scopa che come aspirapolvere portatile: utilissimo per pulire l’automobile, il vano sottosella dello scooter o anche l’interno di valigie e zaini. Inoltre, grazie alla sua grande capacità di aspirazione, l’ho usato anche per togliere l’aria dai sacchi per sottovuoto (a proposito: sapete che potete anche usarli in viaggio, per far stare più cose in valigia?).

E se davvero riuscirà a risolvere (mi accontenterei anche solo di riuscire a  “facilitare”) la gestione quotidiana delle pulizie della mia casa, non possono che plaudire alle capacità ingegneristiche e visionarie del signor Dyson. Nel frattempo, la scopa V6 Dyson Fluffy, specializzata nell’aspirare particelle di polvere grandi e piccole contemporaneamente e con una speciale spazzola indicata per la pulizia degli ambienti dove soggiornano gli animali domestici, è arrivata a casa. Uno scatolone nemmeno troppo ingombrante e piuttosto leggero che ha subito risvegliato l’interesse di Francesco, usualmente addetto – secondo un accordo tacito nella condivisione dei lavori domestici – a passare l’aspirapolvere.

Questo post nasce da una vera conversazione e collaborazione con Dyson su
Claudia Boccini

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *