Ristorante di pesce a Sant’Antioco: Ittiturismo I Due Fratelli

Siete in Sardegna –  nell’isola di Sant’Antioco per la precisione –  e cercate un ristorante che vi faccia entrare fin da subito nel mood della cucina di mare, dove la qualità e la tradizione siano rispettate e dove anche l’arredo sia gradevolmente in tema, contribuendo a rendere l’esperienza “nutrirsi” qualcosa di più che ingurgitare alimenti? E, non ultimo, cercate un ristorante dove si mangi bene e si spenda corretto? Una soluzione è l’Ittiturismo I Due Fratelli.

Cagliari santantioco

Questo ristorante lo abbiamo scoperto per caso, passandoci davanti con l’auto mentre andavano in direzione di Calasetta. Un amore a prima vista senza nemmeno conoscersi, di quellin che nel profondo ti fa dire: “ecco, questo è il ristorante dove non esco insoddisfatta”. Uno striscione appeso sulla porta è lo slogan vincente e attrattivo del locale “dalle nostre barche alla tavola” – “il pesce a km. zero“, accompagnato da lavagne con il menù del giorno. Il nome esatto del ristorante è Ittiturismo I Due Fratelli, perché oltre che essere ristoratori i proprietari sono marinai e pescatori ma anche imprenditori turistici: parte del pesce utilizzato nel ristorante proviene infatti da quanto pescato con le loro due barche, che su richiesta e prenotazione possono ospitare clienti che vogliono vivere una giornata diversa a bordo di un “vero” peschereccio, vivendo insieme alla famiglia dei pescatori e scoprendo le tecniche di pesca, lavorazione e trasformazione del prodotti ittici.

Se avete letto bene, ho detto “parte del pesce“: correttamente ci hanno detto che,  considerati i numeri di avventori del ristorante, non tutto il pesce servito è pescato da loro ma è comunque di provenienza locale (e i gamberoni sono surgelati). Il ristorante è abbastanza informale con tovaglie e tovaglioli di carta, ma non sciatto o privo di cura: arredato in maniera spartana nei toni del bianco e del turchese declinato nelle sfumature più intense, con un paio di madie rigorosamente bianche e molti oggetti legati al mondo della marineria appesi dulle pareti, è apprezzato sia dai turisti che dagli abitanti locali e spesso in estate i tavolini escono dalla grande sala per approdare sullo slargo prospiciente, tanta è la clientela.

Di certo a “I Due Fratelli”  manca il senso della misura: nel menù a prezzo fisso che abbiamo scelto (da 27€ a testa) sono inclusi ben due (!) antipasti di dimensioni ragguardevoli, un primo e due (!) portate di secondo, oltre all’acqua, vino della casa bevibile, pane, caffè e liquorino.

Se volete spendere qualcosa di meno, c’è anche il menù fisso a 22€, con un solo antipasto ed un solo primo, oppure potete scegliere dal menù a la càrte. Il menù ha alcuni piatti fissi – come le linguine allo scoglio e per il resto varia in base alla stagione ed al pescato.

Cosa abbiamo mangiato? Buono l’antipasto a base di burridda di razza e pesce a sgabecciu, in porzioni abbondanti, saporite le linguine allo scoglio, delicata la grigliata di pesce azzurro (muggine, sarde e sgombri), ottima ma ridondante (nel senso che quando è stato il suo turno noi eravamo strapieni, tant’è che ci è stato proposto di portarcela a casa in take-away!) la frittura di calamari, gamberi e paranza.

Se volete scoprire i segreti della burridda, potete seguire il video di Videolina , canale sardo doc, con la ricetta (inizia al min. 5.30).

Informazioni:

Ittiturismo “I Due Fratelli” – Lungomare Cristoforo Colombo, 72 – 09017 di Sant’Antioco, Sardegna, Italia

I Due Fratelli” non hanno pagina web ma solo una pagina su Facebook.

 

Claudia Boccini

Curiosa di novità e di tendenze sociali e culturali, il mio karma è il viaggio

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *