Buon compleanno, Hotel Quirinale!

IMG_6671

Buon Compleanno, Hotel Quirinale!

Ma come, fai gli auguri ad un albergo di Roma? Deve essere cambiato il mondo: una volta si festeggiavano i compleanni delle persone con torte, candeline e l’immancabile Happy Birthday stonatissimo, ed  oggi… gli alberghi a 4 stelle! Vero, ma se il compleanno è importante (sono 140 anni di attività, mica nulla!) e l’hotel è eccezionale, fare gli auguri è quasi un dovere.

IMG_6675

L’Hotel Quirinale è uno di quegli alberghi romani che si mimetizzano nel caos cittadino:  scendendo a piedi sul lato sinistro di Via Nazionale, difficilmente si nota questa grande struttura che accoglie turisti, personalità e artisti dal 1875. Costruito ancor prima del vicino Teatro dell’Opera, l’Hotel Nazionale ha la particolarità di condividere con lo stesso Teatro il giardino e di avere un passaggio privato (segreto?) da cui dall’hotel si può entrare direttamente nel tempio romano della lirica. Da qui a diventare l’hotel preferito di artisti, cantanti, musicisti, il passo è breve. Anzi, spesso il giardino dell’Hotel Quirinale veniva utilizzato, soprattutto nel periodo estivo, come foyer del Teatro.

  Quando da piccola passavo vicino all’Hotel Quirinale con mio padre, che lavorava per l’appunto al Quirinale (quello vero, nel senso di Presidenza della Repubblica),  ogni volta finivo per fantasticare su come fosse l’abergo al suo interno, se le sue sale (ora diremmo Lounge), le sue stanze, fossero eleganti, sfarzose oppure sobrie ma comunque accoglienti. Finalmente, in occasione della grande festa di compleanno dell’Hotel Quirinale, ho potuto soddisfare la curiosità infantile: l’hotel è bellissimo ed il giardino interno è un’isola di pace e tranquillità nel caos della città, ricco di alberi, piante aromatiche, cactus, assomiglia ad un giardino botanico.

L’albergo, elegante e raffinato, ha attraversato indenne un secolo e mezzo di storia romana – durante la II^ guera mondiale divenne il quartier generale delle truppe australiane e neozelandesi – vedendo passare nei suoi corridoi e nelle sue stanzze quasi tutti i nomi più famosi del bel canto, attori, attrici, scrittori: un hotel che permetteva ai suoi ospiti di esere al centro pur godendo del silenzio e del relax tanto ambito. Nato dall’intuizione dell’imprenditore Costanzi, che volle dotare la nuova Capitale d’Italia di un teatro e di un hotel prestigioso e(d ecco che ritona l’intreccio tra Hotel Qirinale e Teatro dell’Opera), dove potevano essere accolte le delegazioni che si recavano in visita d Stato da Re d’Italia. Il nome dell’albergo nasce così, dal suo essere raffinata dependance del Palazzo Reale. Raffinato lo era davvero (e lo è tuttora) : grande uso di tappeti pregiati, lampadari di cristallo scintillanti, un servizio accuratissimo che lo faceva privilegiare dalla nobiltà dell’epoca per feste e balli.

PicMonkey Collage2

All’Hotel Quirinale si è fermato Giuseppe Verdi, a Roma per assistere alla prima del suo Falstaff, e poi Toscanini, Mascagni, il tenore Caruso (una curiosità: pare che il tenore avesse il timbro di voce talmente potente che quando provava i pezzi d’opera che avrebbe cantato più tardi in teatro, faceva tremare i vetri dell’albergo!), la coppia Gabriele D’Annunzio – Eleonora Duse, Giacomo Puccini. Ed ancora, artisti amati come Carla Fracci, Luciano Pavarotti , Roberto Bolle, Andrea Bocelli,  hanno fatto dell’Hotel Quirinale la loro casa.

L’Hotel Quirinale è entrato nella letteratura internazionale grazie a  Francis Scott Fitzgerald che nel 1934 pubblicò “Tenera è la notte”: i protagonisti del romanzo, Dick Diver e Rosemarie Hoyt, soggiornano nell’Hotel e ne frequentano il bar.

Ad un hotel così prestigioso, non può non accompagnarsi un ristorante di livello altrettanto elevato: i cuochi del Rossini inviavano perfino i pasti a Papa Pio XI e tutt’oggi proseguono nella tradizione di alta cucina continuativamente tutto l’anno.

In l’occasione del 140° anniversario, l’HOtel Quirinale ha preparato un pacchetto soggiorno che oltre al pernottamento, include cene e benefit, oltre ad una delle magliette prodotte per l’occasione con l’immagine del palazzo. Altrimenti, se siete curiosi di visitare “la casa” delle stelle del Tetro del’Opera, potete scegiere di prendere il cocktail Quirinale Special, a base di Campari, Grand Marnier e succo di arancia.Informazioni:

 Hotel Quirinale – Via Nazionale 7 – 00184 Roma – Tel. 06/4707 – Fax 06/4820099

E-mail info@hotelquirinale.it – Internet www.hotelquirinale.it

Claudia Boccini

Curiosa di novità e di tendenze sociali e culturali, il mio karma è il viaggio

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *