Viaggi organizzati, viaggi in Portogallo

C’è da dire che questa volta mi sono davvero ridotta all’ultimo momento. Non è da me: in genere programmo le vacanze estive – ed ancor più i viaggi – con un anticipo pazzesco. Addirittura un anno prima se sono mete importanti. Quest’anno no. Un po’ la stanchezza, un po’ impegni che mi hanno distratta, ancora non ho nulla di deciso. Ma voi mi ci vedere passare due settimane stesa sul lettino, al sole, a non far altro che leggere, aspettare che sia ora di fare il bagno o sorseggiare un aperitivo al bar della spiaggia? No, vero? Nemmeno io! Poi ci si mettono anche la pubblicità televisiva, a farti venire voglia di partire (come se io avessi bisogno di stimoli aggiuntivi :) !).

Sarà una coincidenza, ma io che vedo ben poco la tv ultimamente incappo regolarmente nello spot televisivo dei Viaggi di Boscolo: mostra viaggi organizzati di grande qualità, con destinazioni  interessanti, guidati da specialisti selezionati e con tanta attenzione ai diversi target ed interessi dei partecipanti. Insomma, un po’ per curiosità, un po’ per interesse, un’occhiata al sito dei Viaggi di Boscolo l’ho data: c’è tutto un mondo fatto di itinerari e destinazioni, più o meno lontane, più meno costose. Praticamente per tutti i gusti! Per gli eterni indecisi o per i ritardatari (come me, quest’anno) c’è anche una sezione in cui inserendo il mese in cui si vuole partire vengono suggeriti i viaggi estivi disponibili che si possono poi filtrare in base a destinazioni, budget, interessi, durata. Alla fine, anche se dall’altra parte c’è un sistema automatico, il viaggio adatto per te lo trovi per forza di cose. E se sei uno proprio difficile (eccomi!) e non ti accontenti di soluzioni belle e pronte suggerite grazie alle sinapsi di un robot, puoi anche scrivere all’esperto di Viaggi di Boscolo che ti darà suggerimenti personalizzatissimi, sia per viaggi individuali che di gruppo.

Il viaggio, una volta definito, si può acquistare direttamente on-line. Vero, il costo dei Viaggi di Boscolo non è proprio economico, ma la qualità del servizio è altissima e nel costo sono compresi trasporto, guide ed accompagnatori professionali, hotel di alta gamma, alcuni pasti. Soprattutto, ora, siamo in alta stagione: se volevo spendere relativamente meno in questo periodo dell’anno potevo pensarci prima, no? Poi, dire Boscolo è dire sicurezza di un viaggio ben fatto: le destinazioni sono certificate, è garantità la qualità delle strutture alberghiere e degli accompagnatori (e parlando di Hotellerie, Boscolo è una certezza grazie anche alla sua catena di hotel) ed il tempo a disposizione è ottimizzato affinché si riesca ad ottenere il massimo da ogni viaggio.

I tour dei Viaggi di Boscolo sono organizzati in tutto il mondo, tuttavia io vorrei qualcosa di più vicino a casa, meno impegnativo di un viaggio intercontinentale. Scorrendo la lista dei viaggi disponibili, una sezione che mi intriga non poco (anche perché è tanto che voglio andarci) sono i viaggi in Portogallo e, in particolare, il Grand Tour del Portogallo, ben 10 giorni tra oceano ed entroterra, alla scoperta di città moderne dal cuore antico, seguendo i colori degli azulejos e le note del fado.

L’itinerario inizia da Lisbona, che si visita partendo dal quartiere della Baixa. C’è poi del tempo libero per seguire i propri interessi oppure per arrivare con un itinerario facoltativo fino  a Sintra, già città di vacanza dei sovrani portoghesi. Il giorno successivo si prosegue per il borgo di Obidos, conosciuto per il Castello in stile gotico manuelino e quindi per Nazaré, un villaggio di pescatori dove i colori vivaci caratterizzano imbarcazioni e abiti.

La tappa successiva è a Porto, città  famosa per l’omonimo il vino e per le case rivestite di maioliche decorate in bianco e azzurro, dove ci si ferma per due notti prima di riprendere il tour alla volta della città universitaria di Coimbra, passando prima per Aveiro, piccolo borgo dalle case in stile liberty. Il giorno successivo la destinazione è Fatima, conosciuta nel mondo cattolico per il suo Santuario mentre l’hotel per la notte è a Tomar, luogo caro ai Templari, che vi edificarono nel 1190 il Convento di Cristo con la Janela do Capitulo e la Charola, che riprende la struttura gerosolimitana del Santo Sepolcro. L’ottavo giorno si prosegue verso l’Algarve, territorio una volta desertico trasformato dalla sapienza degli arabi – che per 500 anni dominarono la zona – in un giardino fiorito ricco di coltivazioni. Da qui, arrivare al mare è questione di poco: Punta de Sagres è sull’Oceano mentre poco distante c’è Albufeira, conosciuta per le sue case immacolate con i tipici camini “a minareto”. La sosta per la notte è a Faro, da cui il giorno dopo il tour ritorna a Lisbona, per poi terminare il giorno successivo.

Un bell’itinerario, vero?

-

<img src=”https://buzzoole.com/track-img.php?code=C0TNE2Q7WF0QWY3SP69G” alt=”Buzzoole” />

Claudia Boccini

4 Commenti

  1. Avatar
    Blog A Cavolo giugno 16, 2015

    Che bel post! Mi piacciono i post in cui suggerisci chi contattare e dove acquistare viaggi. Poi il Portogallo è una delle mie nazioni in lista.

    Reply
  2. Avatar
    Lilly giugno 16, 2015

    Da Tomar a Sagres è un bel po’…bisogna attraversare più di mezzo Portogallo ;)
    10 giorni per me son pochini per questo itinerario, ma comunque le mete citate sono imperdibili.
    Buone vacanze!
    L.
    http://www.lillyslifestyle.com

    Reply
    • Avatar
      Claudia Boccini giugno 16, 2015

      le vacanze sono quelle che sono ed è un viaggio organizzato: di più, non si può! :)

      Reply

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *