Studiare all’Università a Roma: la mappa di Unicusano

Per una volta, l’argomento del post è indirizzato ad un target specifico che con il turismo ha poco a che vedere, sebbene parli della città di Roma, dei suoi trasporti e dei suoi diversiquartieri: è infatti dedicato a chi vuole studiare all’Università a Roma e si trova dinanzi alla scelta della migliore Università  – a Roma in totale ci sono numerosi Atenei ed addirittura in 7 quartieri della Capitale sono concentrati ben 16 poli universitari come La Sapienza o Tor Vergata (pubblici) o come LUISS, LUMSA, Unicusano (privati) – e della zona migliore in cui alloggiare.

Se per chi abita a Roma  è facile disticarsi tra i diversi quartieri della città ottenendo il massimo risultato con il minimo sforzo – facile sapere in quale zona sono presenti i servizi maggiormente utili per uno studente, come biblioteche, punti di aggregazione dove trascorrere una serata in compagnia senza spendere un patrimonio, trasporti urbani capillari – ciò non è per i giovani che affrontano il trasferimento nella Capitale dalla provincia o da altre Regioni per studiare all’Università a Roma: se non ben individuato il quartiere in cui  fare base, lo stress che ne deriva può alla lunga incidere anche sul rendimento.

Per chi studia alla Sapienza, ad esempio, sarà molto pratico trovare un alloggio nelle zone di San Lorenzo o di Piazza Bologna, vicinissime all’Università, alle biblioteche, alle mense e ben collegate sia con la Stazione Tiburtina (da dove partono i treni ed i bus che raggiungono il Sud Italia, ad esempio) che alla Stazione Termini, sebbene gli “appartamenti per studenti” che si trovano sul mercato in queste zone spesso siano in condizioni non ottimali o abbiano costi elevati. Per chi studia all’Università La Sapienza una scelta altrettanto valida e con rapporto qualità-prezzo migliore potrebbe essere quella di optare per i quartieri Tiburtino, Prenestino e Labicano (meno il Pigneto, sebbene sia nella stessa direttrice cittadina, perché troppo caotico e alquanto degradato sebbene negli ultimi tempi si assista a cenni di ripresa e di rilancio, grazie anche alla fermata della Metro C inaugurata a giugno 2015), in ogni caso ben collegate con l’Università dai mezzi pubblici di superficie.

Per cercare di venire incontro alle diverse esigenze degli studenti e facilitare l’approccio con Roma, l’Università Niccolò Cusano ha realizzato S.P.Q.R- Studenti per Quartieri a Roma, una mappa con infografica scaricabile e stampabile che raccoglie in modo visuale tutti i servizi utili ad uno studente che decide di studiare all’Università a Roma , suddivisi per singoli quartieri ed in più viene riportata  con la media dei singoli costi da sostenere per l’alloggio, per la retta universitaria, per i trasporti ed anche per i momenti ludici e sociali (potete vedere l’infografica cliccando sul bannerino in basso).  Lo sapete ad esempio che una retta universitaria annuale può variare da 1.000  11.000 euro o che affittare una stanza singola può costare da 410€ a 600€ in base al quartire scelto?

Ma esiste un quartier migliore di un altro per uno studente universitario che decide di studiare all’Università a Roma?

Sicuramente, alcune variabili vanno tenute nel debito conto:

  • deve essere ben collegato con la sede universitaria tramite i mezzi pubblici
  • deve avere “a portata di mano” i servizi utili come supermercati, uffici postali, biblioteche di zona dove poter studiare in tranquillità (soprattutto se si condivide l’alloggio);
  • avere costi “a misura di studente”, sia per quanto riguarda l’alloggio che i beni di prima necessità (non sempre si può andare a pranzo o a cena a mensa, no?)
  • avere a poca distanza luoghi di interesse socio-culturali e sportivi (una bella partita di calcetto o una sessione di fitness aiuta a scaricare lo stress da esame!);

La mappa – infografica creata da Unicusano è  semplice, di  lettura immediata ed è una buona base per partire alla scoperta del miglior quartiere di Roma (ovviamente, il “migliore” è sempre soggettivo) in cui  trasferirsi per gli anni di studio accademico.

Claudia Boccini

Curiosa di novità e di tendenze sociali e culturali, il mio karma è il viaggio

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *