Utili in viaggio: il kit di pronto soccorso

Ciao a tutti da Francesco. Oggi vi parlo di un elemento utile da portare in viaggio, non importa se sono viaggi in moto, in aereo, in auto o piedi. Il kit di pronto soccorso è qualcosa che è bene avere sempre con sè, possibilmente da portare insieme ad un bel cuorno rosso che non fa mai male ed integra il materiale indispensabile per la parte scongiuri ed affini.

Nella foto vi ho preparato un collage di alcuni  kit di pronto soccorso che ho trovato su Amazon soprattutto per farvi vedere quanti tipi diversi ce ne sono in circolazione. Più o meno voluminosi, inseriti in contenitori impermeabili, di tessuto  o di plastica, i diversi kit di pronto soccorso si assomigliano quasi sempre per aspetto e contenuti.

In genere la custodia dei kit di pronto soccorso è rossa (è il colore dell’emergenza ma soprattutto è facile da individuare anche nel caos di uno zaino o di un bagagliaio), sono leggeri e molto essenziali e forniti dello stretto indispensabile che può servire un caso di piccole necessità. Tutti i kit di pronto soccorso contengono cerotti, garze, spille di sicurezza, salviette disinfettanti, pinzette di precisione (che se ne avessi avuto un paio quanto un’ape maldestra ha deciso di lasciare il suo pungiglione velenoso nel mio ginocchio, proprio mentre stavo guidando lo scooter su una strada di campagna, mi sarei risparmiato tante sofferenze) e talvolta piccole forbici. I kit di pronto soccorso più forniti e professionali, curati da aziende specializzate in materiali tecnici per alpinismo, trekking e campeggio estremo (sono quasi tutte aziende americane o tedesche)- costano parecchio e in più contengono cerotti a nastro, mascherine sterili, coperte isotermiche, siringhe, strumento multiuso con lame e forbici fino ad arrivare a cannule monouso (come se fare una tracheostomia di emergenza fosse la normalità…).

I costi sono estremamente variabili e vanno da pochi euro a oltre 50 euro, in base al contenuto, alla dimensione della borsa, all’affidabilità del materiale. Nella selezione che ho preparato, ad esempio, il costo più basso è 7 euro ed il più elevato 57 euro.

Se non volete spendere troppo per acquistare un kit di pronto soccorso già preconfezionato, non vi resta che recuperare un astuccio impermeabile dotato di cerniera lampo o di chiusura velcro e riempirlo in base alle vostre esigenze.  Anzi, meglio ancora, prendete due astucci, uno più grande ed uno più piccolo da tenere insieme con un elastico, in modo da creare un kit unico sdoppiabile in base alle esigenze: inutile portarsi dietro un kit di pronto soccorso superaccessoriato adatto ad un trekking impegnativo, se si deve solo andare a fare una passeggiata in campagna!

Integrando quanto già pubblicato un po’ di tempo fa, potete così accessoriarli:

1. kit di pronto soccorso basico (piccoli viaggi senza necessità particolari):

  • 1 paio di pinzette di plastica (e no, non me le scordo più!)
  • un paio di forbicine – attenzione: se viaggiate in aereo con il solo bagaglio a mano non portatele, ve le sequestrano!
  • una decina di cerotti di varie dimensioni
  • una confezione di  garze sterili
  • due-tre salviettine disinfettanti
  • una benda per fasciature in caso di distorsioni
  • un cerotto a nastro
  • 2-3 spille di sicurezza
  • una bustina di plastica da surgelatore grande (utile per gettare i rifiuti ma anche come laccio emostatico di emergenza

2. kit di pronto soccorso aggiuntivo (da portare insieme al kit basico per i viaggi più lunghi o a rischio):

  • 1 benda elastica
  • 1 confezione di rete elastica
  • 1 spugnetta
  • qualche bustina di amuchina per disinfettare cibi e oggetti
  • una piccola confezione di cotone idrofilo (o alcuni dischetti di cotone levatrucco), da usare con
  • 1 disinfettante liquido
  • cerotti contro le vesciche
  • guanti sterili
  • 1 sapone disinfettante
  • 1-2 buste di ghiaccio istantaneo
  • 1 cerotto revulsivo contro gli strappi muscolari (sono i cerotti che si autoriscaldano)
  • 1 termometro resistente agli urti
  • 1 coperta isotermica di alluminio

In più, oltre ai medicinali che prendete normalmente, aggiungete:

  • antidolorifico
  • antipiretico
  • antibiotico a largo spettro
  • antispastico
  • collirio monouso
  • protezione gastrica
  • pomata antistaminica contro le punture di insetti

Importante n. 1: chiedete al medico di famiglia cosa prendere,  quando prenderla e per quanto tempo e ricordatevi di controllare prima di partire cosa manca e se c’è qualcosa da sostituire perché scaduto.

Importante n. 2: ora che avete il vostro kit di pronto soccorso ben accessoriato e pronto per l’uso, imparate ad usarlo nel modo giusto. Avete due possibilità: vi fate un bel corso di primo soccorso (in genere li organizza la Croce Rossa ma se lavorate in una  azienda grande dovrebbe essere incluso nella formazione per la prevenzione del rischio) oppure vi comprate un bel manuale e lo leggete!

collage PS

il kit di pronto soccorso

 1. First Aid Mini Kit Travel di Sannysis (circa 7€) – 2.  Kit di pronto soccorso, Trixes (circa 11€) – 3. First Aid Travel Pack di Sannysis (circa 8€) – 4. Travel Pro kit di Primo Soccorso di Salewa (circa 50€) – 5. Cartrend 7730042 – Cassetta pronto soccorso con velcro Cartrend (circa 10€) – 6.  First Aid Compact Kit ,di Tatonka (circa 38€) –  7. Pronto soccorso in valigetta rigida (circa 17 €) –  8. Travel First Aid Kit di Elite (circa 57€) –  9. Mini kit primo soccorso per bambini (Circa 8€)

Claudia Boccini

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *