Bad am Wien, le terme di Vienna

Vado a Vienna e… mi viene voglia di andare alle terme! Si, non sono completamente fuori di zucca, le terme di Vienna esistono (anche se poi sono a circa 30 km. in una cittadina che si chiama Baden bei Wien, che tradotto alla buona equivale ad un Bagni di (presso) Vienna) e si raggiungono  facilmente e velocemente con i mezzi pubblici urbani. Non ci credete? Noi ci siamo stati a giugno 2015, ed è stata una gran bella pausa rilassante nel bel mezzo delle nostre frenetiche esplorazioni viennesi.Venite con noi, quindi, prendete il costume, il telo da bagno (ma quest’ultimo anche no perché volendo lo noleggiate) e preparatevi a scoprire Vienna ed i suoi dintorni secondo un altro punto di vista!

Baden era già conosciuta in epoca romana per le sue fonti di acqua solfurea, utilizzata a scopi terapeutici e per termali, ed ancora oggi le terme di Baden hanno nel nome il richiamo all’antica civiltà romana (Römertherme) e proseguono la loro missione di luogo in cui ritrovare benessere fisico e mentale. Nel corso degli ultimi anni l’impianto termale delle Römertherme è stato rimodernato e reso più adatto alle moderne esigenze e quindi oltre alle due grandi piscine coperte da una grande “scatola” di vetro riflettente, sono in funzione due  vasche esterne più piccole con idromassaggi e giochi d’acqua e una SPA con sauna, bagno turco, palestra e trattamenti fisioterapici o estetici che utilizzano i fanghi maturati nell’acqua termale. L’acqua di Baden bei Wien ha una temperatura tra i 26° ed i 36° (a seconda delle piscine): molto piacevole e immagino che fare un bagno termale in inverno, quando fuori fa freddo e c’è la neve, possa essere fantastico!Vediamo allora come arrivare, come funzionano e… cosa fare!

IMG_6954

Per arrivare a Vienna da Baden si deve prendere il tram della Lokalbahn (lo riconoscete dai colori beige e blu) con capolinea in KärtnerRing, quasi all’angolo di Kärtner Strasse. Il tram parte all’incirca ogni 15 minuti (in alcune fasce orarie più di frequente) ed all’interno è più simile ad un piccolo treno che ad un tram vero e proprio (in alcune vetture ci sono anche i salottini da 4 posti, con tavolino). Potete scaricare gli orari dalla pagina della Wiener Lokalbahnen (cliccate su “Datei downloden” in base alla direzione che vi interessa).

Nella prima parte del percorso il treno leggero segue i normali binari dei tram di Vienna, per poi andare in sotterranea all’altezza della stazione Sudbahnof e quindi proseguire lungo una linea ferroviaria a scartamento ridotto che continua verso la periferia di Vienna (è interessante come un solo convoglio possa trasformarsi  da tram a treno leggero!).  Pian piano le abitazioni diventano più semplici, si attraversano agglomerati industriali e la campagna e le vigne iniziano a diventare più evidenti. Un viaggio piacevole, tante le fermate nei quartieri periferici di Vienna ma ben presto gli stop si diradano nel tratto extraurbano (il trenino leggero passa per Meidling  – ci arriva anche la metropolitana e la fermata è proprio davanti all’uscita di quest’ultima – Neudorf, Griesfeld, Gumtramdorf, costeggiando villette e locande di campagna fino ad arrivare in pieno centro di Baden bei Wien, in Josefesplatz.

Una curiosità: ad un certo punto del tragitto, i binari del tram corrono a binario unico su una strada urbana, quasi sfiorando le case ed i negozi che vi si aprono: ed al ritorno il tram percorrerà contromano il medesimo binario!

IMG_6974

Una volta scesi al capolinea di Baden bei Wien seguite Erzherzog Rainer Ring, oltrepassate il Grünermarkt e svoltate in Brusattiplatz (come riferimento utilizzate l’edificio dell’ufficio del turismo, di cui vi ho messo la foto qui sotto). Da qui ci sono i segnali indicatori per le Römertherme, che comunque si trovano spostate a destra rispetto all’Ufficio del turismo.

IMG_6966

 

IMG_6978

Una volta entrati nelle terme e fatto il biglietto di ingresso vi verrà dato un bracciale elettronico da mettere al polso, che vi servirà per aprire gli accessi, pagare le consumazioni al ristorante, ecc. Nel complesso termale ci sono spogliatoi divisi tra uomini e donne, armadietti di sicurezza in cui lasciare i vostri beni e ripostigli con chiusura per abiti, borse e scarpe. Se non avete portato il telo da bagno o l’accappatoio, potete noleggiarli (l’accappatoio costa 8 euro, il telo meno) così come potete acquistare il costume. Nelle piscine non è necessario indossare la cuffia, mentre è indispensabile fare la doccia prima di entrare

Le Römertherme sono molto belle (le foto della struttura che trovate sul post sono state prese del sito ufficiale perché le mie sono finite in fondo al Baltico a Stoccolma, insieme a tutta la macchina fotografica ed in ogni caso quelle che avevo fatto erano “di straforo” perché è vietato fotografare) e l’ambiente rilassante. A disposizione lettini e un solarium esterno in cui ci sono anche le vasche con i giochi d’acqua. A noi è piaciuto molto il contrasto tra l’edificio storico di epoca Biedermeier e la moderna struttura di copertura, su cui si riflettono i movimenti dell’acqua e delle persone che nuotano in piscina creando immagini in continuo mutamento, quasi una gigantesca installazione di arte contemporanea .

Alle Römertherme è presente una caffetteria-ristorante con servizio serf service (si può mangiare sui tavolini interni oppure su quelli esterni, che affacciano sulla piscina o sul patio retrostante). Vengono proposti alcuni piatti tradizionali austriaci (non mancano Wienerschnitzel, würstel, patate, crauti), per il resto cucina leggera, alcune proposte vegetariane/vegane, tante insalate, frutta, succhi e carne pollo alla piastra. I costi sono più che onesti (noi abbiamo preso due menù vegetariani, ciascuno con spiedini di tofu e melanzane, riso pilaf, verdure ripassate ed alla griglia spendendo in due 15,80€). Al self service il conto viene caricato sul braccialetto elettronico e si salda l’importo al moento di uscire dalle terme.

aBaden


Informazioni utili e curiosità:

  • Le Römertherme di Baden bei Wien sono in Brusattiplatz 4
  • Le terme sono aperte tutta la settimana dalle 10.00 di mattina alle 22.00 della sera;
  • L’ingresso ha tariffe differenziate:
    • dal lunedì al venerdì: ingresso 3 ore 12,80€ (ogni ora aggiuntiva € 1,90); biglietti giornaliero € 16,20
    • sabato e domenica e festività: ingresso 3 ore 14,60 (ore aggiuntive € 1,90); biglietto giornaliero € 18,00
    • previste riduzioni
  • a Baden bei Wien soggiornò anche Ludwig van Beethoven. che in questa tranquilla cittadina compose la Nona sinfonia (se vi interessa, la sua casa è stata trasformata in un museo e si può visitare);
  • da vedere a Baden bei Wien o nei suoi immediati dintorni:
    • il Doblhoffpark  grande parco con un meraviglioso roseto con oltre 600 specie ed edifici barocchi;
    • il Kurpark, storico parco termale di Baden bei Wien, con sentieri, monumenti e padiglioni  che è praticamente un tutt’uno con il bosco del Wienerwald;
    • il Museo di arte contemporanea Rainer Arnulf , inserito in un edificio classico (è proprio accanto al capolinea della Lokalbahn;
  • il biglietto da Vienna a Baden bei Wien con la LokalBahn costa, per singola tratta, 6,60€ (se avete la Vienna Card pagate € 4,40, quindi il solo tratto al di fuori del centro di Vienna).
Claudia Boccini

2 Commenti

  1. Avatar
    vanessa gennaio 31, 2017

    ottimo articolo.. veramente utile :) grazie mille

    Reply
    • Avatar
      Claudia Boccini gennaio 31, 2017

      Grazie! (e le terme sono una vera coccola, soprattutto in inverno!)

      Reply

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *