Pasticcerie di Roma: l’Officina di Gino Baking

c

Per trovare a Roma l’Officina di Gino Baking bisogna avere fiuto. Perché all’esterno di Via di San Basilio 66 (è una traversa di Piazza Barberini) non c’è nessuna insegna evidente ad indicarla, ma  solo un semplice portone di ferro nero che immette nel locale-laboratorio caratterizzato da essenziale arredamento industriale: bianco e  nero i colori dominanti (molto bello il pavimento damier),  una madia shabby in cui sono esposti biscotti, sampler di torte, libri ed oggetti a tema pasticceria, un grande tavolo centrale con qualche sgabello di ferro su cui sedersi per degustare la produzione e lasciarsi alle spalle il caos della città. E’ un Officina in piena regola, anche se qui gli attrezzi del mestiere non sono forge, tenaglie e presse ma teglie, forni, ghiacciaie.

Nell’Officina di Gino Baking il materiale è soffice come la panna, avvolgente come il sapore del miglior cacao, croccante come la granella di mandorle e nocciole. Qui, infatti, si assemblano, si sperimentano e si creano dolci e gelati  con tecniche artigianali, per offrire un prodotto finito che è quanto di meglio ci sia  in circolazione.

adolci4

dall’alto in senso orario: la targa sulla porta di Officina Gino Baking, la chef Fausta Esposto, Fausta e Samantha, Massimiliano

Sul fondo della sala vendita, una parete di vetro e acciaio nero immette nel laboratorio vero e proprio, il regno di Fausta Esposto, la chef pasticcera che sovrintende alla produzione: donna solare, creativa, appassionata e di grande esperienza, è l’anima della pasticceria-gelateria. Ad assisterla, Samantha (appassionata di cake design e decorazione, è suo il buffo Minion in vetrina) ed il giovane Massimiliano.

agino2

Dall’Officina di Gino Baking ogni giorno esce un profluvio di lieviti, di brioches, di cornetti farciti con creme golose, di kranz al cioccolato, alla marmellata di visciole o semplici, di girelle mele-cannella-mandorle (ho segnalato solo i miei preferiti, ma ogni giorno Fausta aggiunge una novità, una sperimentazione riuscita, un accostamento insolito e per me che lavoro a pochi passi dall’Officina è una tentazione continua),  di torte e dolci squisiti mentre nel banco frigo attendono gelati dai gusti innovativi ed invitanti in cui l’artigianalità e l’eccellenza degli ingredienti sono reali: per scelta non ci sono più di 12 gusti alla volta, che vengono proposti in base all’estro ed a quanto il mercato propone, affinché vi sia la certezza della freschezza della produzione. Non si produce solo dolce, in Officina, anche gustosi salati: i rustici, le pizzette ed i prelibati grissini  “al cacio e pepe” sono da assaggiare!

adolci3

Nell’Officina di Gino Baking il gelato alla fragola è fatto con le fragole, la “Crema di Zia” (una profumatissima e leggera crema agli agrumi) è fatta con uova e con panna, lo “Zio Bibbo” (stuzzicante zabaione con marsala) contiene succosi acini di uva zibibbo mentre  il gelato al pistacchio, alle mandorle o alle nocciole è prodotto partendo dalla frutta secca – che viene macinata ed elaborata all’interno dell’Officina.

 I “barattolini monoporzione”, un momento dolce per spezzare il ritmo intenso delle giornate e regalarsi una coccola dolce, sono un’altra specialità dell’Officina Gino Baking: buonissimo il classico tiramisù, goloso il cheese-cake al cioccolato o ai frutti di bosco, deliziosa la red velvet cake.

agino8

I cornetti dell’Officina li potete assaggiare nel vicino Gino Bar, accompagnati da un caffè corroborante o da un cappuccino preparato con cura e la giusta quantità di schiuma (e se proprio volete “farvi del male” il contenitore con la panna montata è sempre a portato di mano per rendere speciale il caffé) e  sono farciti con creme semplici, al caffè, alle nocciole, ai pistacchi oppure con marmellate di alta qualità.

adolce2

L’Officina di Gino Baking nasce con una missione: inseguire l’eccellenza, la qualità assoluta per dare il giusto valore all’artigianalità del processo produttivo. Tanto per dire: la ricerca degli ingredienti migliori è quasi maniacale, l’aggiornamento continuo e la perfezione una priorità assoluta: ogni prodotto viene testato accuratamente prima di essere inserito in produzione.

adolce1

Se siete di Roma o siete in città per lavoro e/o turismo, l’Officina di Gino Baking è un buon indirizzo da annotare, facile da raggiungere grazie alla vicina Metro A. Se poi dovete organizzare eventi o feste, l’Officina Gino Baking è pronta a soddisfare le necessità di catering secondo i vostri desideri.

Informazioni utili:

Officina di Gino Baking – Via San Basilio, 66 (Piazza Barberini) – Roma

(aperta dal lunedì al sabato di mattina, nel pomeriggio dal lunedì al venerdì; in ogni caso, verificare gli orari sulla pagina Facebook).

Nota bene: questo NON è un post sponsorizzato ma nasce da una libera scelta di dare risalto a chi nel suo lavoro ci mette passione e impegno. 

e

Claudia Boccini

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *