Quanto costa dormire in hotel?

Quanto costa dormire in hotel? Dipende: tanto, poco, il giusto. Una stessa stanza  può costare tariffe diverse in base all’intermediario che le vende. Non ci credete? Sentite un po’ quello che abbiamo sperimentato proprio di recente, a Firenze. L’occasione è un fine settimana da trascorrere nel capoluogo toscano, l’esigenza è quella di trovare un hotel che sia confortevole, piacevolmente sorprendente come piace a noi, non distante dal centro o – meglio ancora – dalla stazione ferroviaria di S. Maria Novella e che, ovviamente, non costi uno sproposito. La scelta cade sull’Hotel Ambasciatori, della compagnia alberghiera C-Hotels, che si trova letteralmente a 30 passi dalla stazione, è un 4 stelle e – dai commenti e dalle recensioni lette – sembra avere un buon rapporto qualità prezzo. Inoltre, dalle foto ufficiali vedo che ha un bell’arredo, classico-moderno proprio come piace a me (come sempre prendo con le pinze e con le molle recensioni e foto, ma quando oltre l’80% sono positive ed anche le foto dei clienti lo sono, per me un hotel è ok).

ambasciatori 1

Come sempre, provo a cercare su Expedia, su Opodo, su Kayak e su Trivago. E qui, iniziano le sorprese.

La stessa identica stanza, una doppia classic con colazione inclusa, ha i seguenti costi in base ai diversi portali di intermediazione alberghiera (attenzione: la simulazione è stata fatta per una notte nel fine settimana del 14-15 novembre 2015, ma il risultato è pressoché simile a quello ottenuto realmente  per la prenotazione):

  • Expedia € 169
  • Lowcostholidays, 102€
  • Travelrepublic 101€
  • 7Ideas 95€

con un risparmio, tra Expedia e 7Ideas, di ben 74 euro!

Non contenta di ciò, provo anche a verificare il costo proposto direttamente dal sito dell’hotel Ambasciatori: la stessa identica stanza costa quanto su Expedia, ovvero 169€, che diventano 185,90€ se si vuole la libertà di una tariffa flessibile con possibilità di poter cancellare la prenotazione entro una determinata data.

ambasciatori2

Secondo voi, cosa ho scelto impulsivamente? Ovviamente la tariffa di 7Ideas, anche se non  conoscevo assolutamente questo portale di intermediazione. Mi sono buttata, insomma. Ed ho pure preso una stanza Doppia Superior (differenza di costo su 7Ideas minima).

All’euforia per il risparmio, è subentrato subito dopo il timore di aver preso quella che a Roma viene familiarmente definita “‘na sòla“, ovvero una sonora fregatura, anche perché di recensioni sull’attività di 7Ideas – che ha sede legale in Spagna, a Palma di Maiorca –  in rete ce ne sono pochine e tra queste più di una manciata negative (è anche vero che parte di chi scrive recensioni lo fa se ha qualcosa da lamentarsi, con meno frequenza se tutto è andato per il verso giusto).

Quindi, nell’ordine, ho chiamato il servizio clienti di 7Ideas (sono veloci nel rispondere) per assicurarmi che effettivamente dietro un nome ci fosse una struttura e, il giorno successivo, ho contattato anche l’ufficio prenotazioni dell’Hotel Ambasciatori: per fortuna, tutto confermato! Che poi ci abbiano fatto l’upgrade assegnandoci una Junior Suite con salottino, zona pranzo e super-vascona idromassaggio, è tutto un altro discorso, in cui ha un ruolo l’effetto fortuna, Lato B o la ripetizione infinita del mantra “ogni tanto succede!“.

E non ho nemmeno detto – giuro! – che sono una viaggiatrice compulsiva con un un blog di viaggi al seguito  :) !

Ambasciatori Collage

L’hotel Ambasciatori (vedete la nostra stanza nelle foto qui sopra) fa parte di un complesso di più hotel e residence in parte collegati tra loro, lo stile è moderno con tocchi dècor ed è comodissimo per chi arriva in città con il treno (dall’hotel al Duomo sono 10 minuti a piedi). Insieme alla card della stanza, viene consegnato un blocchetto di coupon con sconti per il bar dell’hotel e per il ristorante (che ha prezzi nella norma). La reception non ha problemi a trattenere in custodia i bagagli il giorno del check-out e anche la colazione offerta è di buona qualità, con spazio al dolce ed al salato. Ed abbiamo avuto internet gratuito.

Morale: prima di prenotare un hotel, non fermatevi al primo motore di ricerca così come non fidatevi solo del sito dell’hotel che avete scelto, ma fate diversi controlli incrociati. Non sempre, ma molto spesso troverete grandi differenze tra una proposta e l’altra e la possibilità di risparmiare qualche euro, da investire – proprio come abbiamo fatto noi – in una buona cenetta con specialità locali.

Se poi qualcuno ha la cortesia di spiegarmi come funzionano gli imperscrutabili meccanismi delle tariffazioni alberghiere, un ringraziamento in anticipo!

(attenzione: questo non è un post pubblicitario a favore di 7Ideas – che ho scoperto per la prima volta in questa specifica occasione – e non sostengo che questo sito sia il più conveniente, anche se per questa volta ed in questa situazione lo è stato).

Claudia Boccini

2 Commenti

    • Avatar
      Claudia Boccini novembre 09, 2015

      Ecco: grazie! Sei la prima che mi spiega chiaramente, senza tanti giri di parole o misteri, come sono riuscita a strappare un’ottima tariffa su Firenze (chissà se mi ricapiterà mai più?) :)

      Reply

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *