Una guida per le luxury Spa

Un percorso in una luxury Spa va fatto almeno una volta nella vita. Una giornata speciale, da trascorrere meravigliosamente coccolati in un ambiente elegante ed esclusivo, dove al centro di ogni attenzione ci siete voi ed il vostro più completo relax, da raggiungere immersi in acque termali e benefiche, avvolti in atmosfere ovattate ed indiscutibilmente lussuose e circondati da rituali di bellezza davvero efficaci; un regalo da fare a chi si vuol bene (e ci sono mille occasioni ed anniversari per suggerire di staccare la spina e dimenticare – almeno per qualche ora, meglio ancora se per qualche giorno – stress, routine, affanni) ma soprattutto un dono da fare per se stessi, un investimento impagabile in termini di benessere.

 Immagine 2

Ma dove sono le luxury Spa, dove possiamo abbandonarci al lusso discreto ed esclusivo? La risposta la suggerisce la nuova guida Luxury Spas 2016, edizioni Condé Nast Johansens, che recensisce ben 71 tra le migliori Spa inserite all’interno di hotel o contesti di eccellenza, ubicate in 24 diversi Paesi del mondo. Una guida vestita da magnifico libro fotografico, un minuzioso abbecedario che raccoglie tutte le caratteristiche delle Spa più affascinanti, spesso inserite in hotel altrettanto lussuosi, come d’altronde è nello stile delle guide Condè Nast Johansens.

Le Spa inserite nella guida Conde’ Nast Johansens sono accuratamente selezionate e costituiscono indubbiamente il top di gamma peri servizi e l’atmosfera complessiva. Sopo SPA immerse nel verde oppure protese verso panorami incantati, sospese tra cielo e terra in paradisi esotici o inserite in contesti urbani evoluti ma, in tutti i casi, per ogni struttura vengono indicati trattamenti, prodotti utilizzati, l’atmosfera e lo stile.

Piacevole da sfogliare, bellissima da vedere,  nella guida le SPA selezionate intorno al mondo sono raccolte in quattro grandi macro suddivisioni (Day Spa, Hotel Spa, Medical Spa e Destination Spa) ed in quattro sezioni che comprendono strutture situate in Africa, Oceano Indiano & Medio Oriente; America & Caraibi; Asia e Australia oltre, ovviamente, Europa & Mediterraneo. Le Day Spa sono aperte anche agli ospiti non residenti dell’hotel mentre una Hotel Spa e’ parte di un albergo o resort ed è generalmente accessibile solo agli ospiti, anche se talvolta è aperta anche ai non residenti. Con il termine Destination Spa ci si rivolge alle strutture dedicate al wellness, alla salute ed al relax con sistemazione alberghiera riservata ai clienti della Spa. La Medical Spa si occupa di arti sanitarie mediche servizi e trattamenti medico-estetici.

Molto interessante, a mio parere, il glossario inserito alla fine della guida, che chiarisce i termini – qualche volta fin troppo da addetti ai lavori – utilizzati nelle SpA e consente anche a chi accede per la prima volta in uno di questi santuari del benessere di non sentirsi troppo in difficoltà.

Ben 13 sono le Spa selezionate tra Africa, Oceano Indiano e Medio Oriente, 26 le asiatiche, altrettante quelle del vecchio continente mentre solo 6 sono nel continente americano. In Italia, vengono considerate top di gamma il Bagni di Bormio Spa Resort (SO), il Lefay Resort & Spa sul Lago di Garda (BS) ed il Parco dei Principi Grand Hotel & Spa a Roma.

Oltre alla versione cartacea, pubblicata da 34 anni, la guida Condé Nast Johansens è su web sul sito www.condenastjohansens.com  (da cui è possibile prenotare direttamente gli hotel) e su app per Ipad, che è possibile scaricare senza costi su iTunes (cercare: Condé Nast Johansens).

Claudia Boccini

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *