Il Mode Sathorn Hotel di Bangkok

Scommetto che questo hotel vi piacerà! E’ il Mode Sathorn Hotel di Bangkok, proprio quello dove abbiamo “fatto base” durante la nostra vacanza thailandese.

sathorn5

E’ un hotel nuovo, moderno, molto occidentale ma con elementi Thai piacevoli e soprattutto è comodissimo perchè si trova proprio davanti alla fermata dello Sky Train Sura Sak, da cui con una fermata si raggiunge l’imbarcadero di Saphan Taksin e con poche altre la zona commerciale di Silom e lo Stadio Nazionale, da cui con un taxi o un tuk tuk si può arrivare nel quartiere reale-governativo di Dusit (vi sconsiglio di fare questo percorso a piedi: a Bangkok fa caldo e paseggiare sotto il sole non è esattamente piacevole). Ma torniamo al Mode Sathorn Hotel di Bangkok.

sathorn3

Rispetto ad altre strutture alberghiere rinomate è meno svettante (sono solo 38 piani) ma anche lui ha il suo bel Roof con Lounge da cui di sera è spettacolare vedere Bangkok tutta illuminata, un’estensione incredibile che per noi italiani è difficilmente immaginabile. L’hotel è classificato 4 stelle ed anche secondo gli standard occidentali sono meritatissime: a disposizione degli ospiti ristorante, sala da tè-american bar, piccola pasticceria al piano terreno, una piscina a sfioro con giochi d’acqua e idromassaggio all’11° piano con bar dedicato. Allo stesso piano, dedicato al benessere, c’è anche la palestra (bene) attrezzata e la SPA. Non manca nell’hotel il servizio di concierge, dedicato soprattutto a organizzare gite per gli ospiti.

Mode_1

photo credit: Mode Sathorn Hotel

 A noi è piaciuto tutto: a partire dalla sala della colazione, rilassante con i decori a forma di albero sulle finestre (tutto sembra tranne di essere al 10° piano!), pareti lavagna decorate con quadri  e tavoli allestiti con tovagliette colorate monoposto e fiori freschi.  Il buffet è pantagruelico, con un’assortimento di buona qualità a dir poco imbarazzante quanto a quantità e scelta: in pratica, per venire incontro alle esigenze e ai desideri degli ospiti nel buffet a disposizione ci sono decine e decine di proposte, da quelle più strettamente orientali (con zuppe, riso e curry speziati) a quelle in stile americano (non mancano pan cakes, uova strapazzate, bacon), senza dimenticare croissant, yogurth, formaggi, macedonie e perfino… pasta al sugo (che Francesco ha avuto il coraggio di assaggiare!).

sathorn collage1

Il nostro soggiorno al Mode Sathorn è stato in realtà un doppio soggiorno: ci siamo stati 3 notti appena arrivati a Bangkok e 2 notti prima di ripartire per l’Italia e questo ci ha permesso di provare due delle sistemazioni proposte dall’hotel (tra le migliori, tra l’altro). La spettacolare suite al 34° piano che ci ha accolto appena arrivati ha finestre enormi, da cui la vista spazia per chilometri – tant’è che io ho preteso di dormire tutte le notti con le tende oscurati aperte, per addormentarmi con le mille luci della città che non dorme mai.

sathorn2

Grandissima – oltre 100 mq – arredata con mobili moderni di design e sistemi domotici per la gestione del’illuminazione, disponeva di un salotto con mega divano ad angolo, un living con tavolo ed una grande camera da letto con dormeuse. Un bagno piccolo (ehm, piccolo?), un grande bagno padronale con doccia a cascata tropicale e vasca free standing ed uno spogliatoio-cabina armadio completavano la suite. Ovviamente inutile dire che avevamo tre televisori giganti (uno nel bagno, e che vuoi farne a meno?), accappatoi morbidi e ciabattine, amenities pregiate (L’Occitane) oltre a tutto quello che può essere utile (e pure inutile) in un soggiorno in hotel  e – soprattutto – una favolosa macchina per il caffè espresso Lavazza!

Nelle foto che corredano il post vedete alcuni dettagli della suite. Inutile aggiungere che la pulizia scrupolosa, l’aria condizionata totalmente gestibile, la cura del dettaglio e l’attenzione del personale (oltre a qualche divertente “fuori programma”, come i paperi che abbiamo trovato ad attenderci sul letto), ce l’hanno fatta amare e gradire come rifugio accogliente quando proprio non ne potevamo più del caldo asfissiante di Bangkok

sathorn4

Al ritorno da Ao nang, prima di ripartire, avevamo invece scelto di alloggiare in una Executive Room, più piccola – solo 50 mq, come la casina del mare a Follonica, in pratica :)  –  ugualmente moderna e ben allestita (un loft bianco in cui il letto sembrava protendersi fuori dalle finestre , se vi incuriosisce vedere lo stile e l’arredo, potete andare nel sito ufficiale del Mode Sathorn, sezione rooms) sempre con bagno con doccia e vasca e spogliatoio. Purtroppo alla Executive Rooms mancavano due elementi fondamentali: la vista “a volo d’uccello” su Bangkok (eravamo al 17° piano, per fortuna noi non siamo superstiziosi!) e, soprattutto non avevamo la macchina per il caffè espresso!

sathorn7In ogni caso, al Mode Sathorn Hotel ci sono anche stanze meno “esagerate”, le Deluxe (ugualmente piacevoli, solo un po’ più piccole) ed i Business Studio, di soli 21 mq. ed con un letto matrimoniale “queen”. I costi si abbassano notevolmente e ho visto – con una simulazione per una Deluxe e uno Studio  per 3 notti a luglio – che si può spendere meno di 200€ complessive per due persone, colazione inclusa (quindi meno di 35€ a persona). Non male per un 4 stelle con tanti servizi, vero?

Claudia Boccini

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *