A Gent per Floralien 2016

Ebbene si, a distanza di un anno siamo tornati nelle belle Fiandre per completare l’itinerario e dopo aver già visitato Bruges e Anversa, questa volta la destinazione e’ stata Gent. Il motivo in più, la chicca che ci ha fatto fare i bagagli e partire, è visitare Floralien 2016, esposizione internazionale dedicata ai fiori ed all’arte floreale. Floralien nasce come manifestazione nel 1873, sebbene il rapporto tra Gent e la produzione e floro-vivaistica sia assolutamente ben più antico!

image

image

Per l’edizione del 2016 Floralien si svolge in 4 diversi siti all’interno della città, piuttosto distanti tra loro ma ben collegati grazie a un bus navetta gratuito, che corrispondono ai  quartieri artistici di Gent: il Bijloke, la caserma Leopold, Sint-Pietersplen ed il parco della Cittadella, non troppo lontano dalla stazione di Gent Sint-Pieter.

Partecipano a Floralien 2016 sia espositori belgi che artisti e designer del verde internazionali.

image

image

Floralien  2016 e’ un expo’ bellissimo, visitato da architetti paesaggisti, appassionati di giardinaggio, designer del verde, ma non solo chi lavora con i fiori ed il verde o chi ha il pollice verde trova soddisfazione nel visitare gli allestimenti: e’ una vera e propria esposizione d’arte, in cui il materiale delle opere non è marmo o bronzo, ma corolle colorate, foglie lucide, rami, tralci di sempreverdi e zolle di muschio trattati e lavorati in modo sorprendente.

image

 

image

Capaci artisti del verde hanno creato, in luoghi normalmente destinati ad altri usi, installazioni temporanee in cui la raffinatezza dell’Oriente incontra la creatività dell’Occidente (e al Bijloke il giardino Giapponese con il portale Tori, gli ikebana, i bonsai  sembravano essere stati creati proprio per me e la mia passione per il Giappone!), azalee e camelie creano giochi di prospettive, le piante di rosa e di lauro si intrecciano in viali dedicati al passeggio tra i bianchi padiglioni a semisfera.

image

Floralien 2016 rimarrà aperto dal 22 aprile 2016 al 1 maggio 2016 e, come dicevo, grazie al  veloce ed efficiente il bus navetta che parte dalla stazione ferroviaria di Gent Sint Pieter si riesce a visitare in 3-4 ore e a trovare il tempo per soffermarsi su qualche padiglione in particolare.

Vi lascio alle fotografie: credo che nessuno, meglio di loro, possa raccontare Floralien 2016 e cercare di far comprendere il valore elevatissimo delle sue esposizioni (le foto sono state scattate con Ipad e non rielaborate, appena possibile inserisco quelle – migliori! – scattate con la reflex. D’altra parte, questo è stato un post scritto di getto, non riuscivo a resistere e volevo condividere con voi questa bella manifestazione fiamminga!).

Claudia Boccini

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *