Parco dei divertimenti Rainbow Magic Land

IMG_1740

Siamo stati a Valmontone, a poche decine di chilometri da Roma, invitati per la riapertura per la stagione 2016 del parco dei divertimenti Rainbow Magic Land, il più grande del centro e del sud Italia – ben 600.000 mq. – una meta amata da grandi e bambini e per noi una bella opportunità per trascorrere alcune ore immersi in una atmosfera fiabesca ed allo stesso tempo piena di emozioni ed avventure (in fondo al post trovate il costo dei biglietti comunque aggiornato a giugno 2017).

All’ingresso sulla Magic Street ci hanno dato il benvenuto il buffo e tenero Gattobaleno, con la coda con tutti i colori dell’iride, le deliziose ed esili fatine Winx , nobili dame e cavalieri vestiti con sontuosi abiti. Giusto il tempo per qualche foto e poi via, verso le tante attrazioni del parco, che è stato progettato per garantire divertimento in sicurezza per tutte le età (quindi: famiglie, coppie ma anche nonni con nipoti!).

aDSCN3039

Sono infatti ben 38 le attrazioni originali – di cui alcune davvero adrenaliniche – che compongono il bouquet di giochi ed esperienze di Rainbow Magic Land. Rollercoaster mozzafiato, montagne russe di tutte le dimensioni, giochi acquatici (ci scappa pure una bella doccia, vi avviso!), case e castelli incantati, spettacoli teatrali e show dal vivo. E se molte delle attrazioni destinate ai più coraggiosi sono vietate ai bambini alti meno di 1 metro e 10, una grande area è dedicata specificamente ai più piccoli, che potranno divertirsi con giochi e giostre a loro “misura”. Ma cosa abbiamo provato a Rainbow Magic Land? E cosa potrete provare-sperimentare-testare anche voi?

aDSCN3041

Per prima cosa, ci siamo diretti verso l’Isola Volante, una piattaforma che si eleva fino a 50 metri di altezza e che permette di avere una visione a 360° del panorama circostante. Un’attrazione tranquilla ma che secondo me deve essere provata perché è un perfetto punto di osservazione sul parco e il luogo migliore dove scattare foto! Ci siamo poi velocemente diretti verso uno dei giochi – a mio parere – più divertenti del Parco: Yucatan! Verrete imbarcati su capaci zattere che risaliranno il corso di fiumi tumultuosi e scenderanno ripide cascate, in un continuo alternarsi di pendenze, spruzzi d’acqua ed… emozioni! Abbastanza zuppi (leggete i consigli più avanti) abbiamo quindi preferito continuare con le attrazioni acquatiche e dirigerci senza indugi verso le Rapide, un fiume impetuoso da percorrere con zattere rotonde che vengono trasportati dal corso della corrente, passando sotto cascate con bruschi cambi di rotazione. Quasi un assaggio di rafting! Qui ci si bagna molto meno ma… di certo non si esce asciutti!

aDSCN3064

Non riuscirete a non inzupparvi come pulcini in queste due attrazioni per cui ricordatevi di:

  • portare con voi un poncho anti pioggia o un impermeabile leggero (vanno benissimo quelli da turisti, di plastica leggerissima), in ogni caso potete acquistarne uno usa e getta sul posto;
  • portare uno zainetto anti-acqua dove mettere macchine fotografiche e oggetti che non devono bagnarsi;
  • se nonostante tutte le precauzioni siete zuppi, all’uscita di ciascuna delle due attrazioni ci sono delle potenti cabine-asciugatrici che funzionano con qualche euro (dove ci si può asciugare tranquillamente in 2-4 persone).

aDSCN3067

Da qui ci siamo diretti verso uno dei giochi più curiosi di Rainbow Magic Land, Huntik 5D: siamo infatti diventati i protagonisti di una gigantesca illusione olografica, in pratica dopo aver indossato occhiali 3D abbiamo percorso, su dei vagoncini che ruotavano e scartavano con brusche accelerate, una serie di ambienti “abitati” da mostri che dovevamo uccidere utilizzando pistole a puntamento. Con Huntik 5D sembra davvero di essere DENTRO un videogioco! L’attrazione Olandese Volante è una montagna russa spettacolare (curve paraboliche, discese ruotate, corse a precipizio), veloce ma “gestibile” anche da chi non è un grande temerario. Tuttavia se siete timorosi o è la prima volta che salite sulle montagne russe, molto meglio optare per il Bombo, che segue un circuito meno tortuoso.

aDSCN3045

Con Cagliostro – che ha provato solo Francesco – le montagne russe sono al buio, i vagoni ruotano su se stessi, si perde un po’ l’orientamento ed all’uscita… si vorrebbe ricominciare da capo! Francesco ha voluto provare anche altre due attrazioni per temerari: Mystika è una colonna alta 72 metri, su cui si viene issati lentamente per poi essere lasciati in caduta quasi libera (da far fare capitomboli al cuore!) mentre Shock è un launch coaster velocissimo, montagne russe adatte ai più coraggiosi dove si percorre a velocità elevatissima un percorso sospeso fatto di curve, giri della morte, salite e repentine discese, anche a testa in giù e con avvitamenti! Oh, mamma! Mi spiace invece che non siamo riusciti ad entrare, ma si era fatto troppo tardi, nella Maison Houdini, la riproduzione del laboratorio del Mago dove nulla è come sembra (qui il soffitto è… il pavimento!) e l’Arena Stunt Jump, lo spettacolo motor show con gli stuntmen. Oltre alle attrazioni (ne ho citata solo qualcuna), il programma giornaliero di Rainbow Magic Land prevede nelle aree show del Parco spettacoli adatti a grandi e piccoli: il concerto della Winx, il live show Mia e la sfera magica, l’adattamento del musical Romeo e Giulietta.

aDSCN3080

COME ARRIVARE: in auto si può arrivare via Autostrada A1 (uscita Valmontone) oppure, da Roma, seguendo la ben più lunga e tortuosa via Casilina. Quindi, una volta a Valmontonem seguite i cartelli. Attenzione: lungo la strada che porta dall’Autostrada al Parco abbiamo trovato un autovelox, quindi rispettate il limite di velocità (50Km/h); con il treno fino alla stazione ferroviaria di Valmontone e quindi con la navetta gratuita; utilizzando la navetta da Roma Termini (a/r 10€), che parte alle 9.20 della mattina (il rientro è legato all’orario di chiusura del Parco).

COSTO BIGLIETTI (aggiornato a giugno 2017):

  • biglietto a data fissa, acquistato sul sito del parco a partire da 24€ (comunque previste riduzioni bambini e famiglie, ad esempio per 3 persone si pagano 59€);
  • biglietto open (ovvero potete scegliere liberamente il giorno in cui volete andare al Parco): tariffa base € 35, previste riduzioni
  • abbonamento infrasettimanale (accesso libero per entrare liberamente nel Parco dal lunedì al venerdì, fino all’8 settembre 2017).

PARCHEGGIO: il Parco dispone di un enorme parcheggio, costo giornaliero 5€. Un consiglio: se volete risparmiare, lasciate la macchina al parcheggio gratuito del vicino Outlet Valmontone (a piedi sono 5-10 minuti). Però poi non mettete la scusa che non potete riprendere l’auto se prima non passate in rassegna tutte, ma proprio tutte, le vetrine dell’Outlet!

aDSCN3028

DOVE MANGIARE: all’interno del Parco Rainbow Magic Land ci sono 4 ristoranti (Boccon Divino – fast food;  Belvedere – pizzeria; Domus Aurea – self service con 2.000 posti e infine il Castello – ristorante a tema medievale), bar e chioschi ed anche un’area per pic-nic. I 4 ristoranti hanno menù con costi sostenibili, menù per celiaci e al Ristorante Castello sono disponibili piatti per vegetariani.

aDSCN3035

Claudia Boccini

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *