Visitare Utrecht attraverso i suoi quartieri

Ve lo dico subito: indossate un paio di scarpe comode perché oggi andiamo a visitare Utrecht ed i sui quartieri. E sarà una camminata piacevole ma impegnativa, perché saranno ben 5 le zone della città olandese che scopriremo insieme!

Come ho già detto in altri post, non bisognerebbe andare in Olanda e limitarsi a visitare solo Amsterdam, anche se camminare lungo le vie della città dei Canali e ammirarne le sue particolarissime architetture è già un buon modo per apprezzare il Paese (di canali, di Amsterdam e di cosa fare/vedere ne ho scritto in diversi post, trovate i link alla fine di questo testo). Tuttavia,  grazie al capillare sistema di trasporto olandese, via treno o via bus, da Amsterdam è possibile raggiungere velocemente  Rotterdam (circa 80 km.),  Haarlem (circa 20 km.), L’Aia (circa 60 km.), Leida (circa 25 km.) o anche Gouda (si, proprio quella del formaggio, è a circa 60 km. da Amsterdam). Ma non dimenticate di visitare Utrecht, che si raggiunge in meno di 30 minuti di treno partendo da Amsterdam Centraal.

Utrecht è città universitaria famosa  e dalla forte vocazione mercantile, grazie alla quale possiede un centro storico elegante e raffinato, caratterizzato da negozi molto interessanti e da abitazioni settecentesche risalenti all’epoca d’oro dei commerci con le colonie. Anche qui ci sono canali che attraversano la città (Oudegracht e Nieuwegracht, il vecchio ed il nuovo canale i più noti) mentre sui canali più grandi spesso attraccano le caratteristiche houseboat. Come ad Amsterdam, anche ad Utrecht le strade lasciano parte della loro carreggiata a disposizione delle due ruote.

Domkwartier Servetstraat (c) Stephanie Versteeg

Domkwartier Servetstraat (c) Stephanie Versteeg tramite Ente Turismo Olandese

La forte presenza di giovani che frequentano l’Università rende Utrecht una città culturalmente vivace, piacevole da visitare ed in cui è gradevole soggiornare (a proposito: avete mai pensato di fare base ad Utrecht per visitare Amsterdam? Mi sono divertita a fare una simulazione su un range di hotel 4*, centrali, per due notti nel week-end, ovviamente stessa data. Ebbene, in alcuni casi i costi degli hotel ad Utrecht sono inferiori anche più del 50% rispetto a quelli di Amsterdam!).

Come visitare il centro di Utrecht? Ideale è scegliere un mezzo lento per avere la possibilità di guardare con calma il panorama e seguire il corso dei canali – noleggiare una bicicletta è il massimo (*) –  e, muniti di mappa, cominciate ad osservare come il centro cittadino sia suddiviso in 5 centri focali, 5 quartieri ciascuno dotato di un proprio, specifico fascino. Vediamoli insieme.

Panorama_Utrecht

By Pepijntje – Own work, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=4234990

Nel quartiere dei Musei – il Museumkwartier – si riesce ad immaginare come Utrecht fosse nel medioevo, case con cortili, piazzette ombrose, vie acciottolate. E’ la zona della città dove si trovano i musei più famosi e apprezzati di Utrecht, come il Museum Catharijneconvent e il Centraal Museum, con una imponente collezione di dipinti. In questo quartiere c’è anche la Twijnstraat, che costeggia l’Oudegracht, considerata come una delle vie più belle della città, con negozi, bar e ristoranti.

Il cuore pulsante della città è invece il Domkwartier, il quartiere della Cattedrale: la torre campanaria si vede praticamente ovunque, è l’edificio più alto di Utrecht, ben 112 metri per 465 scalini che si possono salire per avere una bella vista sulla città e sui suoi dintorni: in condizioni favorevoli, si vede addirittura Amsterdam!. Sotto la piazza del Duomo (la Domplein) è conservata nel DOMunder  una grande raccolta di reperti archeologici, che ripercorrono più di 2.000 anni di storia della città, quando era un avamposto dell’impero romano con il nome di Traiectum ad Renum (fonte: wikipedia) . Nei dintorni del Duomo non mancano – per chi come me è un (bel) po’ shopping-addicted – negozi eleganti e boutiques ma anche ristoranti frequentati abitualmente da chi ad Utrecht ci abita, quindi sinonimo di locali genuini.

Il quartiere universitario – Universiteitskwartier – è – come tutti i quartieri universitari, particolarmente vivace: qui è facile trovare piccoli ristoranti, locali divertenti e creativi, atmosfera frizzante e giovane. Se capitate ad Utrecht di sabato, non perdete  il consueto Bloemenmarkt, il mercato dei fiori, che riempie la piazza dello Janskerkhof dalle  7.00 e le 17.00.  Se volete fare acquisti da portare a casa come souvenir, non dimenticate di dare uno sguardo al Lapjesmarkt, il mercato dei tessuti, che si tiene sempre di sabato, tra le 8.00 e le 13.00, sulla Breedstraat, a qualche traversa di distanza (vicino a dove c’è il Beginenhof). Per lo shopping sono molto consigliate la Voorstraat e la Biltstraat, dove ci sono negozi specializzati in abbigliamento vintage e creazioni di giovani stilisti.

Utrecht_Canals_-_July_2006

By Diliff – Own work, CC BY 2.5, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=1113031

Tuttavia, se volete fare shopping sfrenato di generi alimentari e darvi allo street food locale, ad Utrecht c’è un indirizzo da non farsi sfuggire: in Vredenburgplein, nel Vredenburgkwartier, tre volte a settimana (mercoledì, venerdì e il sabato)  si tiene il mercato delle merci varie, con decine e decine di banchi in attesa di acquirenti  affamati e/o curiosi.

Lo Stadhuiskwartier è il quartiere di Utrecht dove il lusso è sofisticato e mai ostentato. Qui le boutiques sono esclusive, le gallerie d’arte e gli studi di design hanno vetrine sobrie e spesso sono nascosti dietro le tradizionali facciate. La centrale ed ampia piazza Neude è il cuore del quartiere, nelle cui strade secondarie si trovano caffè, winebar e terrazze all’aperto che invitano ad una breve pausa.

Per finire il giro tra i quartieri di Utrecht, non vi  resta che visitare il Maliekwartier, dove Utrecht ritrova l’atmosfera di provincia, grandi viali, il polmone verde del Wilhelmina Park ed una infinità di negozi e botteghe uniche, in cui lo shopping è piacevole e non troppo costoso.

Note:

Ulteriori informazioni le trovate sul sito ufficiale del turismo di Utrecht.

(*) uno dei noleggi bici si trova in Piazza del Duomo. Al VVV Utrecht il noleggio parte da 10€ al giorno (portate una carta di credito, viene trattenuta una cauzione di 100€)

Altri post su Amsterdam e sull’Olanda:

Claudia Boccini

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *