La ricetta gourmet della Trattoria il Rosmarino di Castelfalfi

Vi rammentate di Castelfalfi? No? Vi rinfresco un po’ i ricordi: un vecchio borgo sulle colline toscane, quasi al punto di incontro delle provincie di Siena, Firenze e Pisa, riportato all’antico splendore grazie a sapienti e intelligenti restauri per essere trasformato in un resort di grande bellezza, dove trovano spazio hotel stellati (l’hotel La Tabaccaia ha 4 stelle ed i colori e lo stile di una dimora di campagna toscana, mentre è in costruzione il nuovo hotel Il Castelfalfi, un 5 stelle), un campo da golf spettacolare, immerso tra le colline, i boschi e gli oliveti, un castello proprio come quelli dei disegni dei bimbi ed un ristorante, la Trattoria il Rosmarino di Castelfalfi, che ogni giorno stupisce i suoi ospiti con ricette che nascono dalla tradizione e dai prodotti schietti del territorio per raggiungere vette di inimitabili sapori.

Io e Francesco abbiamo scoperto Castelfalfi a maggio del 2013, ci siamo tornati a ottobre 2013 e, a quel punto impossibile evitare di innamorarcene perdutamente per il contesto bucolico, per la cura dei dettagli, per le bellissime piscine e, soprattutto, per il panorama e l’atmosfera realmente toscana. Insomma, una destinazione ed una base dove sportivi, amanti dell’arte, famiglie con bambini possono far base per andare alla scoperta delle più note città toscane e San Gimignano, Certaldo e Volterra sono davvero a pochi chilometri di distanza..

E poi noi a Castelfalfi abbiamo anche avuto il nostro battesimo del green, insomma, abbiamo provato a giocare a golf per la prima volta, con risultati piuttosto (ehm) ridicoli interessanti!

02. Il Rosmarino

Vi parlo di nuovo di Castelfalfi per un motivo: l’executive chef della Trattoria Il Rosmarino di Castelfalfi ha creato un menù delizioso, incentrato sulle diverse stagioni dell’anno, in cui le ricette sono un tripudio di richiami. Qualche esempio? Per l’antipasto, dedicato all’autunno, propone una crema di zucchine con gamberoni al bacon di cinta senese mentre per il primo, dedicato all’inverno, i classicissimi e toscanissimi gnudi di ricotta e cavolo nero con passata di ribollita e pomodoro fresco. La stagione successiva, la primavera, regala i suoi profumi floreali e di erbe fresche al filetto di manzo al blu di Camporbiano e battuta di cuore di bue (nota: il blu di Camporbiano è un formaggio di vacca erborinato prodotto nell’omonima azienda agricola della vicina Gambassi mentre il cuore di bue è un tipo di pomodoro particolarmente saporito) mentre il pasto si conclude con un semifreddo di amaretto e pesche addolcito con salsa al caramello, un tripudio di colori (e di gusti) estivi.

La Trattoria il Rosmarino di Castelfalfi mette comunque a disposizione degli ospiti una carta con piatti classici oppure veri esperimenti di sapori: che ne dite di una classica caprese con Bufala, pomodoro cuore di bue e basilico, oppure meglio una spuma di melone con crumble alle mandorle e coulis di lamponi?

01. Il Rosmarino

Ma lo chef Ferretti non è un cuoco geloso e ha deciso di condividere con tutti noi una delle sue ricette più interessanti, la “Crema di zucchine con gamberoni al vapore e bacon di cinta senese”, da preparare a casa per ritrovare il gusto di un fine settimana in terra di Toscana, in attesa di gustarla nell’atmosfera incantata della Trattoria il Rosmarino di Castelfalfi:

 Ingredienti per 6 persone:

  • 300 grammi di  zucchine verdi;
  • 60 grammi di porri;
  • 300 ml. di brodo vegetale
  • 1 bustina di zafferano in polvere
  • 12 pomodorini
  • 120 grammi di pesto fresco alla genovese
  • 12 gamberoni freschi
  • 6 fette di bacon di cinta sottili

Preparazione:

  • dopo aver lavato le zucchine, affettarle in una dadolata;
  • preparare in una padella inaderente un soffritto con poco olio e il porro finemente affettato e dopo alcuni minuti aggiungere le zucchine e farle rosolare per 5 minuti circa, aggiungendo sale e pepe secondo necessità;
  • aggiungere alle zucchine il brodo con lo zafferano in polvere e far cuocere ancora per 15 minuti, quindi frullare per farne una salsa;
  • nel frattempo lavare i pomodorini, tagliare la calotta e svuotarli dei semi. Riempirli con pesto e chiudere con la calotta;
  • pulire i gamberoni e cuocerli a vapore (o in acqua bollente) per 3 o 4 minuti quindi sgusciarli lasciando la testa Lavare i pomodorini e tagliare la calotta; dopo averli svuotati, riempirli con il pesto e ricoprirli nuovamente con la calotta. Pulire i gamberoni e cuocerli al vapore o in acqua bollente per 3-4 minuti, sgusciarli lasciando la testa e condirli con sale, olio e pepe e metterli da parte;
  • far tostare lentamente in una padella con pochissimo olio le fette di bacon, girandole spesso fino a che diventano croccanti ma non bruciate;
  • per la presentazione: su un piatto fondo versare la crema di zucchine calda, disporre due gamberoni e due pomodorini ripieni di pesto. Sbriciolare quindi il bacon croccante e guarnire con qualche foglia verde (cerfoglio secondo le chef, ma io dico anche due foglie di prezzemolo se il cerfoglio non lo avete) e un giro sottile di olio extravergine di oliva. Toscano, naturalmente!

Informazioni utili:

Toscana Resort Castelfalfi – Loc. Castelfalfi – 50050 Montaione (Firenze)

Telefono: +39 0571 891000 – Fax: +39 0571 891001 – mail: info@castelfalfi.it

Claudia Boccini

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *