La scheda racconta viaggi utile e pratica da scaricare

Forse, finalmente, con la scheda racconta viaggi ho trovato la soluzione organizzativa per non disperdere i ricordi (tangibili, organizzativi ma soprattutto emotivi) dei viaggi che spesso mi vedono in giro per l’Italia e… il resto del Mondo!

Non so voi, ma quando io rientro dai viaggi, oltre ad avere l’incubo di dover disfare le valigie, avviare millemila lavatrici, scaricare le schede di memoria piene di fotografie, fare il punto sulle spese (e non so com’è, ma tutte le volte, sia pur di poco, sforo il budget che mi sono imposta!), suddividere i vari souvenir-ricordini tra i pochi che voglio tenere per me e quelli – in genere la maggioranza – destinati ad amici e parenti, devo mettere ordine, soprattutto mentale, sui momenti più importanti del viaggio stesso, meritevoli di essere ricordati anche a distanza di tempo. In più, devo riorganizzare una quantità indefinita di materiale cartaceo che immancabilmente riporto con me: anche da un insignificante biglietto del tram usato può nascere l’ispirazione per un post ed i vari bigliettini da visita, opuscoli, cartoline e appunti informativi raccolti nelle varie tappe sono fondamentali come fonte di documentazione. Appunto. Ho detto la parola chiave, anzi, la parola spauracchio: riorganizzare.

Per una disordinata cronica come me, che vive in una casa che sembra un mercato alla fine della fiera o meglio, l’ufficio oggetti smarriti della Stazione Termini di Roma (valigie sparse, maglioni e felpe sportive appese sulle sedie pronte per essere indossate alla prima occasione, fotocopie e cartelle stampa appoggiate in un ordine apparente, buste piene di regali ancora da consegnare ai destinatari, libri e giornali con post-it che segnalano brani la leggere o da rileggere. Insomma, un gran caos!

Però ho deciso: i viaggi sono importanti, un vero e proprio investimento in termini economici e di conoscenza, una formazione continua che apre la mente e mette in contatto con culture, popoli, abitudini diverse.

Quindi, grazie al programma Canva, ho sviluppato una scheda “racconta viaggi” multifunzionale, in cui annotare di volta in volta nel corso del viaggio oppure al ritorno, i momenti più belli, le informazioni utili, le esperienze da evidenziare, i suggerimenti da condividere.

scheda viaggio con indicazioni

La scheda racconta viaggi prevede 9 sezioni, differenziate graficamente:

  • 1 box per indicare il periodo in cui è stato effettuato il viaggio (quindi, da… a…)
  • 1 spazio per annotare la meta del viaggio
  • 4 sezioni separate dove inserire:
    • i mezzi di trasporto utilizzati: se avete utilizzato treni, voli aerei, navi mettete la compagnia, i riferimenti telefonici, gli orari di partenza ed arrivo, eventuali consigli su come spostarsi dalla stazione/porto/aeroporto; se avete utilizzato l’auto, mettete i chilometri percorsi, i costi dei pedaggi autostradali e della benzina, consigli sulle strade migliori;
    • le informazioni sulle strutture alberghiere utilizzate, il costo, l’indirizzo, il telefono, il sito web. Potete anche aggiungere pallini, stelline o asterischi per dare la vostra valutazione;
    • i ristoranti che avete provato, quelli che vi sono piaciuti di più, il “pezzo forte” del menù. Anche qui, indirizzo, sito web e costo sono indispensabili;
    • shopping: cosa acquistare, dove fare la spesa, come risparmiare. Insomma, tutte quelle informazioni utili a chi è shopping-addicted!
  • 1 campo per scrivere i  nomi di chi ha condiviso con voi il viaggio o chi avete incontrato (ed eventuali indirizzi mail e recapiti telefonici);
  • lo spazio per incollare una foto, una mappa piccola o un ritaglio di una mappa grande, un’immagine tratta da una rivista che illustri il luogo dove siete stati. Se avete pochi scontrini, biglietti, appunti da conservare, incollateli con colla o scotch sul retro della scheda, ma se sono davvero tanti, inserite la scheda in una busta di plastica perforata tipo “porta-listino” e inserite tutto il materiale raccolto all’interno;
  • finalmente, lo spazio per una breve descrizione dell’itinerario e dei momenti più importanti vissuti.

La scheda racconta viaggi si può utilizzare sia per riepilogare un intero viaggio (ed allora conterrà solo gli elementi più importanti) oppure, ed è il mio consiglio, prima di partire si stampano tante schede quanti sono i giorni di viaggio e giorno dopo giorno la sera si riempiono con le esperienze vissute, per dar vita ad una vera e propria narrazione di viaggio in progress. Le schede si possono poi conservare, inserite o meno nelle buste di plastica perforate, in un contenitore ad anelli.

Vi lascio il link per scaricare le schede, salvarle e stamparle (sono in formato A4). Come dicono gli anglofoni, è un freebies, un regalino, che mi fa piacere farvi e che spero potrà esservi utile per tenere da conto i vostri ricordi. Fatemi sapere se vi piacciono, se le usate o se avete idee per migliorarle. Io, comunque, ho già iniziato a testarle!


scheda viaggio pulita

Se poi volete organizzare da soli  un viaggio, vi invito a leggere i miei post dedicati (alcuni sono stati scritti qualche anno fa, ma sono sempre validi!):

Claudia Boccini

4 Commenti

  1. Avatar
    max giugno 28, 2016

    Grazie veramente molto utile e soprattutto ben fatta, penso di utilizzarla con mio figlio per i prossimi viaggi in moto.
    .max

    Reply
    • Avatar
      Claudia Boccini giugno 28, 2016

      Ottima idea! E’ anche un modo per temer tranquilli ed occupati i bimbi (sai che non ci avevo pensato a questo uso?)

      Reply
  2. Avatar
    Alessandra maggio 10, 2016

    Fantastico! Testerò molto presto, in quel di Ravenna e Cesena

    Reply
    • Avatar
      Claudia Boccini maggio 10, 2016

      Vai a Ravenna? Bellissima, ne ho un ricordo incredibile, anzi quasi onirico (sono stata colta in pieno dalla sindrome di Stendhal quando ho visto i mosaici di Sant’Apollinare!)

      Reply

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *