I musei di Follonica

Nonostante Follonica sia vocata all’ospitalità estiva, è anche e soprattutto una delle più grandi città della provincia di Grosseto, centro di riferimento – assieme a Massa Marittima –  per tutti coloro che abitano nei paesi limitrofi. Tra le diverse istituzioni che nella cittadina hanno sede, di rilievo sono i due musei di Follonica, la Pinacoteca Civica e il Magma, il Museo della Arti in Ghisa nella Maremma.

alberi1

La piccola Pinacoteca Civica (sono solo 2 sale) è un contenitore utilizzato per ospitare mostre temporanee, per lo più di arte contemporanea e moderna, sempre interessanti e di ottimo livello. La Pinacoteca si trova in una posizione privilegiata, nella zona della movida serale e quasi sul mare. Per il 2016 ospita, fino al al 2 ottobre 2016, Heart-Shared Box, in cui sono esposte le opere di due giovani artisti emergenti, Matteo Capobianco (conosciuto anche come Ufocinque) e Opiemme, provenienti dal mondo della street-art e del painting.

IMG_2430

Di Ufocinque è la foresta sospesa di carta che si trova nella prima sala, 5 alberi giganti realizzati con la tecnica dell’intaglio, in cui passeggiare oppure osservare e riflettere seduti sulle panche. La fragilità delle installazioni è accentuata dalla luce soffusa e  a tratti può diventare un po’ inquietante. Nella seconda sala sono invece esposte le tele di Opiemme, esponente della street-art che utilizza come base per le sue opere vecchie mappe geografiche o nautiche,  cui sovrappone scritte, forme, immagini.

opiemme

Il Museo Magma è invece tutta altra faccenda: è l’omaggio della città alla produzione industriale che ha l’ha resa famosa ed è ospitato  all’intero delle mura del “villaggio – fabbrica” voluto nel 1836 da Leopoldo II Granduca di Toscanadi in un edificio di vera archeologia industriale, il Forno San Ferdinando, ovvero la fonderia siderurgica più antica della città. Le tecnologie multimediali aiutano a comprendere il processo di lavorazione del metallo e narrano la vita ed i processi industriali che si svolgevano nello stabilimento siderurgico attraverso un percorso su tre piani dove trovano spazio anche elementi artistici realizzati nelle fonderie. Un museo tematico che racconta il processo di fusione della ghisa ma anche, e soprattutto, la vita nella fabbrica e la storia di chi nella fabbrica lavorava. Una curiosità: le fonderie di Follonica sono state in produzione fino agli anni ’60.

Informazioni utili sui Musei di Follonica :

Magma: dal 16 giugno al 15 settembre apre dalle 17.30 alle 23.30 mentre nel resto dell’anno dalle 15.30 alle 19.00. E’ chiuso il lunedì. E’ possibile scattare foto.

Pinacoteca civica: in estate è aperta tutti i giorni dalle 17.30 alle 23.30, con un pausa di chiusura dalle 20.00 alle 21.00 mentre in inverno apre dalle 15.30 alle 19.30 ed è chiusa il lunedì (orari soggetti a modifiche). Generalmente le esposizioni e le mostre sono ad ingresso libero e gratuito. E’ possibile scattare foto

aIMG_2433

Claudia Boccini

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *