Vacanze al mare di Follonica

Proprio vero: il mare di Follonica è  il mare dell’infanzia e dell’adolescenza ed ogni volta che ci vado, anche se è solo per pochi giorni,  ritrovo un sapore speciale, fatto di ricordi di corse a perdifiato sulla spiaggia, di tuffi dai pattìni  e di guance sporche di crema e di zucchero dei bomboloni acquistati dall’uomo vestito di bianco che trascinava la sua bicicletta porta-dolcezze lungo la battigia: passava immancabilmente nell’orario esatto in cui i bimbi avevano appena fatto il bagno in mare e dovevano fare merenda, affinché le mamme e le nonne non avessero dubbi su cosa acquistare per i loro pargoli!

Ancora oggi, a distanza di anni, Follonica è città di mare a vocazione familiare e sostanzialmente popolare, tanti i bimbi piccoli con le mamme o con i nonni, che trovano nella cittadina toscana – ultimo lembo della Maremma grossetana –  clima ideale, lunghe spiagge di sabbia chiara, mare che diventa profondo pian piano, dolcemente, consentendo bagni sicuri, tanti stabilimenti balneari attrezzati e spiagge libere presidiate da bagnini. In più, soprattutto nella zona a sud, folte pinete che arrivano fin sulla spiaggia.

aIMG_2350

Che sia chiaro: e cercate spiagge eleganti, atmosfere fighette, ritrovi esclusivi, Follonica non fa per voi: meglio, in questo caso, puntare sulla vicina Punta Ala ed i suoi hotel a 5 stelle. In compenso,  andare al mare a Follonica significa avere tutti i principali servizi a disposizione, spiagge attrezzate, tante attività da fare con i bambini.

Il mare di Follonica

Il mare di Follonica è sempre pulito e generalmente trasparente, sebbene la trasparenza dell’acqua del mare dipenda molto dalle mareggiare e dal vento: quasi tutte le estati sono riuscita a vedere pesciolini che nuotavano tranquilli, anche poco distanti da riva. Grazie ai lavori di protezione della costa, la spiaggia è oggi abbastanza ampia, però scordatevi di trovare spiagge lunghe come quelle adriatiche, in fin dei conti  siamo sul Tirreno! Anche per il 2016, la Foundation for Environmental Education in Europe-FEE ha assegnato a Follonica, per il 17° anno consecutivo, la Bandiera Blu.

La spiaggia di Follonica

La spiaggia di Follonica è molto lunga, per percorrerla tutta a piedi calcolate almeno 4 ore e parte dall’arenile del Puntone (anche se in realtà questa parte di spiaggia appartiene amministrativamente al Comune di Scalino) ed arriva fino a Torre Mozza e poi oltre, fino a Carbonifera, già in provincia di Livorno. Le spiagge di Follonica danno il meglio nei mesi di giugno e settembre, anche luglio può essere una buona scelta sebbene nei fine settimana l’arenile sia molto affollato mentre ad agosto… bè, è agosto e oltre ai villeggianti che si trattengono per più giorni, si riversano sulle spiagge e al mare di Follonica migliaia di bagnanti giornalieri, per lo più delle zone di Arezzo e Siena.

IMG_2365

La spiaggia di Follonica si può suddividere in più zone: partendo da sud (quindi anche nella giurisdizione del Comune di Scarlino), l’arenile è frequentato  da ragazzi, adulti e pochi bambini,  ci sono alcuni stabilimenti balneari, un centro di kitesurf dove imparare a fare evoluzioni sul mare tavola agganciati ad una tavola e sospesi ad paracadute e lunghi tratti di arenile piuttosto selvaggi, con dune di sabbia e pinete folte. E’ qui che nel 2013 hanno visto la luce alcune decine di tartarughine della specie caretta caretta e per tal motivo il litorale è soggetto a tutela. E’ in questa zona del litorale che in estate apre il Bau-Beach, lo stabilimento aperto ai i cani e… anche i loro padroni!

Proseguendo verso nord ci sono ancora folte pinete che arrivano fin sulla spiaggia – la zona è la Polveriera – e proseguendo si incontra la spiaggia “delle colonie marine”, caratterizzata da due edifici una volta destinati ad ospitare i bambini in vacanza provenienti da tutta Italia. La prima che si incontra è la “Colonia della Cif”, ora trasformata in una casa vacanze estive senza troppi fronzoli mentre più avanti gli edifici del XX° secolo della Colonia Marina sono diventati il più grande un centro multiservizi del Comune di Follonica e l’altro una residenza assistita per anziani.

IMG_2360

Tra una ex colonia e l’altra, tanti stabilimenti balneari, un campeggio fronte mare (il Camping La Pineta), brevi tratti di spiaggia libera. E’ una zona a pieno titolo amata dalle famiglie con bambini, che in genere alloggiano nelle palazzine che si trovano dietro la pineta. Proseguendo ancora verso il centro, un tratto di arenile ospita le casette del borgo dei pescatori, ora restaurate e riqualificate, vere abitazioni pied dans l’eau. 

Il tratto di spiaggia tra il fosso di Senzuno e il Club Nautico di Follonica è in corrispondenza del centro cittadino: ci sono soprattutto stabilimenti balneari, hotel, ristoranti, ancora un nucleo di ex abitazioni di pescatori, una scuola di vela. Le pinete presenti sono circondate da abitazioni, poco estese e, in ogni caso, non vicine alla spiaggia.

aIMG_2346

La spiaggia a nord di Follonica, Prato Ranieri, è piuttosto amata dai giovani, ci sono stabilimenti balneari moderni e alla moda, in alcuni casi esclusivi e non mancano lunghi tratti di spiagge libere. In questa zona c’è un campeggio ed il Villaggio degli svizzeri, residence frequentato soprattutto dai villeggianti di oltralpe, che forma una realtà un po’ separata da Follonica.

Per spostarsi con facilità da una spiaggia di Follonica all’altra, si possono utilizzare gli autobus urbani della società Tiemme (2016 – costo biglietto da 60 minuti 1€, ma se lo acquistate a bordo sale a 2€) o, meglio, potete portarvi o noleggiare una bicicletta. Lungo la città ci sono diverse piste ciclabili.

Divertimenti e attività sportive

La  tipica passeggiata serale a Follonica si snoda tra via Roma, Piazza Sivieri, Lungomare Italia e tutte le viette che si incontrano in zona, oppure l’alternativa è proseguire lungo Viale Italia fino ad arrivare a Pratoranieri, dove spesso ci sono mercatini serali. Per i bambini a Follonica ci sono numerosi parchi giochi (all’interno della pineta di levante, della pineta del centro, a Pratoranieri), piste di pattinaggio, un paio di mini-golf, recinti con gonfiabili ed in genere in estate si fermano nel territorio comunale un luna park e artisti circensi. Per i più grandi, campi da tennis, di calcetto e verso Gavorrano e Scarlino centri ippici e perfino un campo da golf, in zona Pelagone. Inoltre, nel quartiere “campi sportivi”, ci sono piste di atletica ed un grande Acquapark con scivoli e piscina con le onde.

IMG_2377

Cosa mangiare ed acquistare a Follonica

Per chi ama fare shopping e passeggiate, nel centro urbano ci sono numerosi negozi, librerie e tanti ristoranti e pizzerie così come non mancano supermercati ed ipermercati, sicuramente più convenienti dei carissimi piccoli alimentari stagionali, dove un kg. di pomodori rossi può arrivare a costare anche 4,5€ (vi consiglio di utilizzarli solo in caso di reale emergenza). Per la frutta e la verdura a km. zero, il mercato coperto di Via Norma Pratelli è l’indirizzo giusto: buona qualità a prezzi non impossibili. Tanti i panifici dove acquistare il buon pane toscano (versione “filo” o “quadro”, il mio preferito) e il ciaccino (*) per la merenda. Di caratteristico e tipico, purtroppo ben poco, a parte la Torta Follonica della pasticceria Peggi e i formaggi: nella zona industriale ci sono un paio di caseifici e in via di Cassarello c’è la rivendita dei formaggi Ranieri: caciotte, pecorini e ricotta ma anche vino, marmellate, affettati ottimi. In alcune pizzerie a taglio è anche possibile acquistare la torta “alla livornese”, fatta con la farina di ceci.

Dove alloggiare a Follonica

L’offerta alberghiera a Follonica è piuttosto limitata: un hotel a 4 stelle, alcuni a 3 stelle (quasi tutti in fase di ammodernamento, dopo che per anni avevano conservato gelosamente l’aspetto e gli arredi degli anni ’70), pochi a 2 stelle. Un paio di campeggi, aree sosta per camper, diversi B&B e case vacanze ma soprattutto tante, tantissime seconde case di mede-piccole dimensioni da poter affittare accordandosi direttamente con i proprietari oppure attraverso la mediazione di numerosissime agenzie immobiliari.

aIMG_2366

Come arrivare a Follonica

Quasi al centro della costa toscana, Follonica è collegata molto bene con il treno della linea tirrenica (Roma-Genova, Roma – Torino) mentre se si arriva in auto passa a pochi chilometri la veloce Aurelia nuova. In estate ci sono autobus che la collegano con Milano.

Cosa visitare nei dintorni di Follonica

Una giornata di tempo brutto può capitare, oppure può succedere che una volta tanto non va di andare in spiaggia. Nessun problema, i dintorni di Follonica sono molto interessanti e ci sono tante mete da raggiungere in giornata. Qualche esempio?

  • Isola d’Elba: il traghetto parte da Piombino, meno di 30 km. da Follonica. Se si parte presto la mattina, si riesce a fare il giro dell’isola (noi abbiamo fatto il giro dell’Elba con lo scooter!);
  • Massa Marittima, bella città medievale con un Duomo notevole ed il Museo delle Miniere
  • Gavorrano con la storia di Pia dei Tolomei, cantata da Dante, e il verde Parco della Finoria, dove fermarsi per un pic nic nel bosco
  • i siti etruschi di Populonia (vicino Piombino), Vetulonia (verso Castiglione della Pescaia) e Roselle (poco distante da Grosseto;
  • il parco termale di Venturina, con acque calde termominerali;
  • San Galgano, andando verso Siena: la leggenda della spada nella roccia diventa realtà presso l’Eremo di Montesiepi;
  • le città di Suvereto e di Campiglia Marittima ed il Parco Archeominerario di San Silvestro
  • più distante (ma fattibile in un paio d’ore di auto) la città-fabbrica di Larderello con i soffioni geotermici.

aIMG_2389

Link utili:

ciaccino (*) focaccetta di pasta di pane con olio e sale, buonissimo da solo o anche farcito con stracchino o prosciutto.

Claudia Boccini

Curiosa di novità e di tendenze sociali e culturali, il mio karma è il viaggio

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *