Come noleggiare una macchina

Noleggiare una macchina è facile, tuttavia ci sono alcuni accorgimenti e piccole astuzie che è bene conoscere per evitare spiacevoli inconvenienti che, poi, si traducono in costi indesiderati. Soprattutto se si deve noleggiare una macchina all’estero, anche a causa della lingua e delle diverse normative, il timore di sbagliare o dimenticare qualcosa al momento del noleggio è ancora maggiore! Partiamo quindi dal presupposto che NON vi sia mai capitato di noleggiare una macchina e quindi non sapete proprio da che parte cominciare: vi assillano mille dubbi, da quale compagnia scegliere a come si attiva il noleggio, da quali documenti occorrono a come avviene la consegna/riconsegna. Cercherò di spiegare in parole semplici la procedura per noleggiare una macchina, condividendo con voi la nostra esperienza ormai pluriennale (ci siamo trovati a dover noleggiare una macchina in Europa più e più volte, ma anche in Canada). In ogni caso, per semplificarvi ancor più il noleggio, vi lascio una scheda da compilare (la potete stampare, è  in formato .pdf) così fate prima a comparare le diverse proposte:

noleggio auto png

Per noleggiare una macchina è necessario:

  • DEFINIRE: prima ancora di procedere a noleggiare una macchina fate il punto su cosa vi occorre, per quanto tempo, su quanti saranno i passeggeri e su quanto bagaglio dovete trasportare. Ancora: ci saranno bambini? Avrete bisogno di seggiolini aggiuntivi? Vi serve un navigatore? Avete in programma strade sterrate e fuori strada per cui vi serve una macchina con trazione 4×4? Prenderete l’auto in consegna e la lascerete nello stesso luogo oppure avete bisogno di fare il rilascio in un’altra città? Insomma, prima ancora di passare alla fase successiva, dovete avere ben chiaro cosa vi occorre.
  • CONFRONTARE: cercate innanzitutto su internet, sia sui portali delle compagnie più grandi (Hertz, Avis, Maggiore) che sui comparatori di ricerca specializzati come Rentalcars, Autoeurope, Noleggio Auto;  utilizzate i motori di ricerca specifici per viaggi di Expedia, Opodo, Skyscanner, Kajak, ma anche i portali delle compagnie aeree. In parole povere: confrontate più opzioni,  verificate a parità di costo cosa viene compreso, valutate le auto disponibili. A volte i costi variano in maniera considerevole.
  • VERIFICARE: controllate cosa è effettivamente incluso nel costo del noleggio. I punti da verificare sono:
    • assicurazione: in linea di principio, nel costo del noleggio è inclusa un’assicurazione basica che però prevede franchigie pesanti a carico del guidatore in caso di danni o incidenti alla vettura. E’ l’unica voce sulla quale NON risparmierei: a mio parere, anche a costo di pagare molto di più, è bene ampliare la polizza includendo una assicurazione Kasko a copertura totale per limitazione responsabilità danni, responsabilità civile, trasporto passeggeri. 
    • chilometraggio: verificate anche se il noleggio è a chilometraggio illimitato (conviene sempre) oppure se per ogni chilometro percorso vi viene addebitato un costo a parte;
    • carburante: controllate se il noleggio avviene a serbatoio pieno e se è previsto che l’autovettura debba essere ugualmente restituita con il pieno di benzina oppure se viene conteggiato il carburante che manca al pieno. Nel primo caso, prima di riconsegnarla dovrete avere cura di fare rifornimento per non pagare un costo aggiuntivo non indifferente (nel contratto ultimo che abbiamo stipulato, in caso di mancata restituzione con il pieno avremmo dovuto pagare il pieno (50 litri) ben 180 sterline!)
    • assistenza stradale: se non è compresa, vi conviene farla sempre inserire, per ogni eventualità e necessità;
    • se avete dubbi di ogni sorta, prima di stipulare il contratto on line, inviate una mail al servizio clienti per maggiori informazioni.  
classic-car-362176_1280

Photo Credit: Pixabay – CC0 Public Domain

  • DECIDERE: una volta scelta la compagnia con il rapporto costi/benefici migliori, procedete a noleggiare la macchina on-line. Pochi i passaggi necessari per la prenotazione. Vi verrà chiesto:
    • la città ed il luogo dove volete ritirare la vettura (in genere i punti di ritiro si trovano presso gli aeroporti, i porti, le stazioni ferroviarie e qualche agenzia ha uffici anche in centro città). Con un sovrapprezzo tutto sommato non eccessivo potete scegliere di ritirare l’auto nel punto A e lasciarla in un punto B;
    • data e ora del ritiro;
    • data e ora del rilascio (occhio a calcolare bene i tempi, perché se li sforate pagate una penale. Meglio tenersi larghi, qualche piccolo imprevisto all’ultimo minuto può sempre succedere);
    • l’età del guidatore (è un dato importante, perché alcune compagnie NON noleggiano oppure noleggiano con maggiorazioni di costo se se hanno meno di 21  o più di 70 anni di età e, in ogni caso, alcuni modelli di veicoli, quelli più costosi/prestigiosi, proprio non li noleggiano se non rientrate in specifiche fasce anagrafiche). Inoltre, spesso si richiede che la patente sia stata conseguita da almeno un anno;
    • la tipologia di auto che volete noleggiare. Qui si apre uno scenario infinito, non solo perché avrete la possibilità di scegliere (anche) l’auto dei vostri sogni da guidare almeno una volta nella vita, ma soprattutto perché in base al modello del veicolo cambiano costi e possibilità di carico. Quello che io consiglio – e che in genere applico anche quando noleggio un’auto per noi – è di tenersi leggermente più alti dello standard minimo. E valutate molto bene quante valigie possono entrare nel bagagliaio. Inutile noleggiare una fiammante Mercedes C Cabrio se poi siete in 4 con 4 trolley da trasportare: molto meglio una vettura familiare con un ampio bagagliaio!
    • vi verrà poi chiesto se avete un codice sconto, se fate parte di un Club o avete  una convenzione. Di recente in Scozia abbiamo usato la convenzione del Telepass, in Canada quella del Touring Club e, in ogni caso, siamo iscritti all’Hertz Gold Plus Rewards, della compagnia Hertz (che è poi quella che usiamo più spesso), che ci permette di fare il check in velocemente e con piccoli benefici e passaggi di classe di noleggio gratuiti: insomma, tutto fa brodo per risparmiare qualche euro!
    • scegliete l’auto e gli eventuali accessori aggiuntivi (navigatore, seggiolino per  bambini, ecc.). Per il navigatore: alcune vetture lo hanno di serie, se ne avete uno di proprietà portatelo e risparmiate qualche euro;
    • vi verranno chiesti i dati personali (nome, cognome, indirizzo mail) e soprattutto gli estremi della carta di credito intestata al guidatore, indispensabile per noleggiare la macchina: al momento del ritiro vi verrà bloccata una somma X sulla carta (varia da compagnia a compagnia) come deposito cauzionale che vi verrà rimborsato al momento del rilascio se tutto è filato liscio. E’ anche possibile, previ accordi, pagare la cauzione in contanti.
    • Attenzione: ricordatevi di inserire sempre i dati di chi guiderà l’autovettura (il cosiddetto guidatore principale) perché altrimenti dovrete, al momento del ritiro, fare modifiche e/o aggiunte che hanno un costo (come è successo a me all’aeroporto di Cagliari, perché on line avevo messo i miei dati anziché quelli di Francesco!). In ogni caso, se ci sono più guidatori, potete integrare il contratto direttamente al momento del ritiro pagando un costo aggiuntivo.
  • CONTROLLARE: al momento del ritiro, verrà fatta la verifica dello stato dell’auto. Chiedete di segnalare sul modulo di rilascio – ove già non ci pensino gli incaricati – eventuali graffi sulla carrozzeria, ammaccature, piccoli danni. Eventualmente, scattate anche qualche foto da esibire in caso di contestazioni. Fatevi spiegare dove si trovano i documenti, dove potete trovare il numero da chiamare in caso di emergenze, il triangolo di segnalazione e come si utilizzano cambio, luci, freni. Chiedete anche come si apre il cofano motore ed il bagagliaio e se c’è a disposizione un libretto di istruzioni. Insomma, fatevi venire tutti i dubbi del caso prima di prendere in consegna l’auto.
  • CONSERVARE: mettete da parte tutti i documenti contrattuali e conservateli, per eventuali successive contestazioni, almeno per un anno.
auto-1327801_1280

Photo Credit: Pixabay – CC0 Public Domain

Noleggiare una macchina può sembrare molto complicato, ma in realtà non lo è. L’importante è trattare la vettura che ci viene affidata con la stessa cura che avremmo per la nostra, evitando manovre improprie, fuoristrada azzardati, infrazioni al codice della strada (che tanto poi le multe le pagate comunque voi!) e, consiglio sciocco ma valido, evitando di lasciare a vista oggetti personali o di valore per evitare finestrini infranti per furto. Datevi il tempo di entrare in  “confidenza” con la vettura e ,soprattutto se guidate all’estero, informatevi prima sulle norme stradali specifiche del luogo.

Buon noleggio!

Claudia Boccini

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *