Lista di controllo per viaggi all’estero

Già vi vedo: in bermuda e polo con le valigie già fatte, l’auto caricata di bagagli dopo aver fatto tutti i controlli del caso o i biglietti aerei pronti nella borsa o caricati sullo smartphone, i cani ed i gatti di casa nei trasportini pronti per venire con voi in vacanza oppure lasciati in pensione o in ottime mani in attesa del vostro rientro, i bimbi ansiosi di correre sui prati di montagna o lungo la spiaggia. Le vacanze sono arrivate e non importa se vi aspettano i Caraibi, la Grecia, la seconda casa dei bis-cugini in riviera o il podere dei bisnonni, l’importante è partire e cambiare – almeno per qualche giorno – i ritmi di vita. Ed allora, che vacanze siano! Per aiutarvi nell’organizzazione dei vostri viaggi e/o vacanze, vi lascio un piccolo regalo, una vera e propria  lista di controllo per viaggi all’estero che io stessa ho usato più volte e che mi è stata spesso utile per focalizzare le cose più importanti da ricordare quando parto.

Lista di controllo per viaggi all'estero (1)

Sono 12 brevi “pro-memoria” brevi ma fondamentali: si va dal memo che vi ricorda di verificare la validità del passaporto – essenziale, altrimenti proprio non partite! – ad altri che rammentano la necessità di verificare funzionalità, fare adempimenti e mettere in atto accorgimenti che possono evitare problemi più o meno antipatici. Ad esempio, in caso di viaggi in Paesi “complicati” (e, oggi come oggi, mi sembra che ad essere parecchio complicato sia un po’ tutto il Mondo!) è fondamentale consultare la sezione del sito del Ministero degli affari esteri “Viaggiare informati“, che analizza ed individua, Paese per Paese, situazioni di rischio, difficoltà sanitarie, attenzioni da avere e le aggiorna in tempo reale. Così come è bene fare una telefonata al proprio istituto di credito per verificare se bancomat, carta di credito o carta prepagata sono accettate/funzionano: non è inutile allarmismo, è successo a Laura, la figlia di Francesco,  di trovarsi in difficoltà mentre era a Londra perché i POS locali non le accettavano ne’ carta di credito ne’ il bancomat perché erano tarati solo sulle carte con microchip + banda magnetica (e le sue carte all’epoca non lo avevano ancora).

Vi avverto subito: questa volta non ho curato molto la grafica della scheda quindi immaginate la lista di controllo per viaggi all’estero come un foglio di un bloc-notes su cui avete preso in fretta appunti importanti, oppure una lavagna piena di post-it.  In ogni caso, se avete in programma un viaggio in Paesi lontani, credo che vi potrà essere utile tenerla sotto mano. Potete scaricarla da questo link – è un formato pdf –  e quindi salvarla sul vostro PC oppure  stamparla e metterla in un cassetto o in un’agenda in attesa che vi possa servire. Potete anche ritagliare i singoli “post-it” ed incollarli sulla vostra agenda o appiccicarli sulla porta del frigorifero con un magnete, proprio come se fossero veri pro-memoria.

Mi raccomando: consultatela per tempo e non l’ultimo momento utile, perché c’è poco da fare se vi accorgete che avete il passaporto scaduto solo il giorno che dovete salire sull’aereo o che la vostra patente è valida soltanto se accompagnata da una patente internazionale!

Scheda a blocchi lista controllo viaggi estero

In ogni caso, buone vacanze a chi parte e a chi resta in città!

Claudia Boccini

2 Commenti

  1. Avatar
    Monica agosto 13, 2016

    Uno schema chiaro e utile, brava Claudia!

    Reply

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *