Love l’arte contemporanea incontra l’amore

aIMG_3955

nudo femminile di Tom Wesselmann

Il polo espositivo del Chiostro del Bramante festeggia i suoi 20 anni di attività e dopo il successo di pubblico della mostra sui Macchiaioli, apre dal 29 settembre 2016 le sue sale per la stagione autunnale con la mostra di arte contemporanea LOVE l’arte contemporanea incontra l’amore, che riporta la città di Roma a rivestire il ruolo di centro espositivo vivace ed interessante, all’altezza delle altre Capitali internazionali. La mostra, colorata, allegra ed anche un pochino dissacrante come deve essere una mostra di Pop Art, è curata da Danilo Eccher e riunisce opere dei più importanti artisti ed esponenti dell’arte contemporanea, con nomi di spicco come Robert Indiana, Yayoi Kusama,   Gilbert & George,  Francesco Clemente, di cui vengono esposte opere legate al concetto, alcune volte astratto, più spesso concreto, dell’Amore. Di Robert Indiana, artista-scenografo e costumista americano avrete già visto, quanto meno in qualche film, le sue particolarissime opere fatte di parole brevi, delle vere icone della Pop Art. Nel Chiostro del Bramante ce ne sono tre, due di grandi dimensioni, azzurre, ed una più piccola in rosso (parole Love e Amor/Roma). Le due che si trovano nel centro del grande Chiostro quadrato creano la quinta ideale per mille foto e selfie da condividere all’istante, per far comunicare a tutti (o solo ad una persona speciale? :) ), che l’Amore è al centro di tutto!

chiostrolovecollage1

Le installazioni di Robert Indiana

Il pubblico che visita la mostra è spettatore ma ben presto si trasforma in attore, può agire negli spazi espositivi, fotografare (ebbene sì, una volta tanto in questa mostra non solo si può, ma si deve fotografare!), condividere le immagini, i momenti, riflessioni sui social media, per creare coinvolgimento a 360° e dar vita ad un museo diverso, “open access”, che evolve e muta in base al pubblico presente in un happening continuo, in pratica ad un vero e proprio “happening” come accadeva negli anni d’oro della Pop Art.

aIMG_3984

All’interno della Mirror Room con la psichedelica installazione di Yayoi Kusama

Gli autori presenti hanno linguaggi artistici diversi ma tutti visivi, multi sensoriali e strettamente esperenziali : a me è piaciuta tantissimo la magica Mirror Room, un cubo bianco internamente rivestito di specchi a cui si accede al massimo in due persone, in cui  è celata alla vista All the Eternal Love I Have for the Pumpkins, l’opera eclettica di Yayoi Kusama, artista giapponese con l’ossessione dei pois che allinea perfettamente e all’infinito (la foto delle “zucche gialle e nere” è, tra l’altro, una delle immagini in assoluto più condivise su Instagram in virtù dei suoi colori accesi e psichedelici, della ripetitività dell’immagine, per l’inusuale contrasto giallo/nero. Si entra nella stanza, da soli o in coppia, viene chiusa la porta ed immediatamente si perdono i riferimenti spazio-temporali mentre le zucche gialle a pois neri disposti con rigore artistico sembrano moltiplicarsi all’infinito. Pochi secondi, una ventina al massimo per ciascuno, e si viene riportati alla realtà dalla porta che inesorabilmente si apre. C’è anche chi fa più e più volte la fila per poter prolungare l’esperienza!

aIMG_3960

opera di Marc Quinn

Al Chiostro del Bramante l’Amore viene indagato nelle sue mille sfaccettature, declinato nelle sue forme connesse alla passione, all’affetto, alla trasgressione, alla tenerezza ed anche nella sua contrapposizione con l’odio. Non è una mostra classica, dove le opere sono immobili sulle pareti e gli spettatori osservano passivamente: la mostra LOVE l’arte contemporanea incontra l’amore è organizzata lungo un percorso espositivo convenzionale nel contenitore – l’edificio rinascimentale del Chiostro del Bramante ma assolutamente non convenzionale nel contenuto, che mixa input visivi, percettivi, perfino immaginativi ed invita i visitatori a farsi coinvolgere da sensazioni connesse al vissuto personale, scrivendo su pareti con pennarelli, autofotografandosi su divani a forma di labbra, creando interazione con le opere esposte e con gli altri visitatori. E sì, anche a baciarsi, perché no?

L’amore è colorato, intenso, psichedelico, pop.

AMORE, cinque  lettere capaci di muovere il mondo!

aIMG_3992

Le card a tema Amore in vendita nel bookshop del Chiostro del Bramante

Una novità per il panorama italiano è la possibilità di “farsi accompagnare” nella visita alla mostra Love l’arte contemporanea incontra l’amore del Chiostro del Bramante da speciali guide audio che racconteranno le opere esposte con tagli diversi a seconda del tipo di esperienza che il visitatore vuole compiere, e lo aiuteranno ad apprezzarle creando la giusta atmosfera emotiva. I “partner audio” (realizzati Zeranta Edutainment, società specializzata nella produzione di supporti multimediali divulgativi) sono stati umanizzati e si chiamano John, Coco, Amy, David e e cagnolini Lilly e Biagio, ognuno incarna un carattere, uno status, un tipo di educazione e sono dei veri esperti pronti ad accompagnare i visitatori in  quello che è un sorprendente viaggio nell’arte contemporanea.

Peccato non aver potuto usufruire della guida nella serata inaugurale: le audioguide disponibili erano riservate solo ad alcuni invitati!

aIMG_3980

Francesco Vezzoli – Autoritratto Apollo del Belvedere’s (Lover), 2011 – Fondazione Prada

Le opere esposte al Chiostro del Bramante sono di Vanessa Beecroft, Francesco Clemente, Nathalie Djurberg e Hans Berg, Tracey Emin, Gilbert & George, Robert Indiana, Ragnar Kjartansson, Yayoi Kusama, Mark Manders, Ursula Mayer, Tracey Moffatt, Marc Quinn, Joana Vasconcelos, Francesco Vezzoli, Andy Warhol, Tom Wesselmann. Il percorso di visita permette si soffermarsi sulle installazioni, sui quadri, sulle sculture, sulle fotografie. Basilare è leggere i pannelli didattici, che aiutano ad interpretare opere spesso non immediatamente comprensibili.

aIMG_3965

Informazioni utili:

  • La mostra LOVE L’arte contemporanea incontra l’amore, a cura di Danilo Eccher, apre il 29 settembre 2016 e termina 19 febbraio 2017
  • La sede dell’esposizione è il Chiostro del Bramante (Via Arco della Pace, 5, Roma – per informazioni tel. 06.9151941)
  • Orari di apertura: tutti i giorni dalle 10.00 alle 20.00, nel fine settimana la chiusura è alle 21.00)
  • La mostra è prodotta e organizzata da Dart – Chiostro del Bramante in collaborazione con Arthemisia Group;
  • il catalogo è edito da Skira;
  • costo dei biglietti di ingresso: 13€ biglietto intero, 11€ ridotto (è inclusa l’audioguida), previsti biglietti per gruppi e scuole;
  • hashtag ufficiale: #chiostrolove;
aIMG_3996

La serata inaugurale della Mostra Love l’arte contemporanea incontra l’amore, al Chiostro del Bramante

Claudia Boccini

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *