Pranzare alla storica locanda Vögele di Bolzano

Un consiglio spassionato: se andate a Bolzano, che sia in inverno durante il periodo dei mercatini di Natale o in estate per godere di un “bagno di folla” cittadino tra un’escursione e l’altra, non dimenticatevi di fermarvi a pranzare alla storica locanda Vögele, una vera istituzione della città dove si possono assaggiare piatti tipicamente tirolesi in un ambiente a dir poco straordinario.

La Locanda Vögele di Bolzano nasce come Wirtshaus Roter Adler (Locanda Aquila Rossa): notizie se ne hanno fin dal 1277 e pare che da sempre sia stata una meta fissa di poeti, artisti e gente comune che qui si ritrovava per discutere delle vicende che investivano la città atesina; pare che da queste parti sia perfino passato anche Goethe ed in suo onore presso la Locanda Vögele una stube (*) porta il suo nome. Ancora oggi la Locanda Vögele è un punto di riferimento della classe politica e imprenditoriale cittadina, sebbene la sua fama abbia varcato i confini ed è oggi inserita di diritto negli itinerari turistici: nel 2012 ha ricevuto il riconoscimento di “albergo storico” (Historischer Gastbetrieb).

Ma alla Locanda Vögele non si va solo per vedere e farsi vedere: la cultura culinaria è di ottimo profilo e la cucina privilegia prodotti biologici coltivati in Sudtirolo e propone sia piatti tradizionali che ricette tradizionali rivisitate, creando perfino dei percorsi gourmet che ruotano attorno alle diverse cucine del mondo.

aIMG_3531

la Locanda Vögele è in una posizione che più centrale non si può: nel cuore di Bolzano, a due passi da Via Portici e da Piazza delle Erbe, l’ingresso è sotto uno dei classici portici che contraddistinguono la città. Al piano terreno il bar ed un paio di sale lunghe e strette, la prima con pareti in boiserie ed arredi in stile germanico, la seconda più essenziale, con dei piccoli tavolini a parete che la fanno assomigliare alla carrozza ristorante di un treno. Ma sono le sale al piano superiore, in parte dedicate ad eventi e ricevimenti, che contraddistinguono la Locanda Vögele per la sua eleganza: qui le Stuben sono arredate in stili diversi; c’è la Biedermaier (**), la stanza delle rose, la già citata stube dedicata a Goethe, la Kamaunstube, la Staffler, e poi ancora sale con il soffitto a volte o  riscaldate da tappezzerie.

Io ho avuto modo di provare più volte la cucina della Locanda Vögele, è un po’ il mio porto sicuro ogni volta che vado a Bolzano per shopping o per visitare qualche museo (vi ricordate? A Bolzano al Museo archeologico dell’Alto Adige (***) c’è Ötzi, l’uomo dei ghiacci ritrovato mummificato dopo 5.300 anni). Il servizio è attento, veloce  e puntuale, il personale sorridente (in sala sono presenti anche i proprietari),  il menù stuzzicante e la carta dei vini sensata e dai corretti ricarichi.

aIMG_3523

L’ultima volta che ci sono stata (settembre 2016) ho scelto dal menù il piatto di fette di canederli alle erbe aromatiche serviti in ragù di funghi finferli prezzemolati (Geschwenkte Pfifferlinge mit Petersilie und Kräuter-Serviettenknödel, € 14,50) e per restare in tema canederli per dessert ho assaggiato un dolce strepitoso, allo stesso tempo semplice come può esserlo una ricetta che veniva preparata nelle case contadine ma raffinata nel gusto, che unisce il dolce all’asprigno: canederli ripieni di prugne con cannella e mandorle serviti con crema e gelato alla vaniglia bourbon (Zwetschgen  Knödel mit Zimt-Mandelbrösel  und Vanille Eis, € 7,50). Tutto molto buono e appetitoso, le porzioni sono abbondanti (quindi tenetene conto quando ordinate: il dessert in ogni caso è sufficiente almeno per 2 persone) e, non ultimo, ogni piatto presentato con cura e attenzione. Da segnalare – ma siamo in Alto Adige – Sud Tirolo ed è normalità – il generoso assortimento di pane che viene portato a tavola: pane di segale, con cumino, semi di zucca, pane bianco.

aIMG_3527

Buona la cantina (anche con degustazioni al calice, ottimo se si vuole assaggiare del buon vino atesino ma una bottiglia è troppo) ed anche alcune birre, anche Weizen e come spesso accade in queste zone, la bottiglia di acqua minerale costa proporzionalmente più di un  bicchiere di birra. In totale, con una birra da 33 cl. ed una bottiglia di acqua minerale, ho speso 26,50€. (qui sotto lo scontrino).

La storica locanda Vögele di Bolzano si trova in Via Goethe 3, tel. 0471/973938 ed è aperta dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 1.00 di notte; i servizi di cucina funzionano per pranzo dalle 11.00 alle 16.00 e per cena dalle 18.00 alle 23.00. La domenica la locanda Vögele è chiusa.

A pranzo in qualche modo un posto si riesce a trovare mentre di sera il locale ospita nelle sue sale superiori feste ed eventi privati, quindi è bene prenotare per tempo.

A proposito: sapete qual è il motto della locanda Vögele di Bolzano?

GUT GEGESSEN, BIN ICH STARK UND UNERSCHÜTTERLICH!

(ho ben mangiato, sono forte e saldo!)

aIMG_3529

Note ed informazioni utili:

(*) Stube: genericamente, è il cuore della casa, la camera dove si trovava la stufa che scaldava l’edificio e dove ci si riuniva con la famiglia (talvolta nei masi i montagna era utilizzata anche per dormire, perché era la stanza più calda). Si può tradurre impropriamente come soggiorno, sebbene alla base ci sia una filosofia di vita e di condivisione molto più profonda;

(**) Biedermaier: stile artistico e decorativo austro-germanico del XIX° secolo, con linee sobrie e semplici

(***) Museo Archeologico dell’Alto Adige - Via Museo 53 Bolzano, biglietto di ingresso 9€, previste riduzioni e gratuità con la Museumcard o la Museummobil card. Orari di apertura: da martedì a domenica dalle 10.00 alle 18.00

Claudia Boccini

Curiosa di novità e di tendenze sociali e culturali, il mio karma è il viaggio

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *