Finalmente aperto il Mercato Centrale Roma

mercatocentrale18

Inaugurazione del Mercato Centrale Roma, con dettaglio della Cappa Mazoniana

Finalmente da ieri 5 ottobre è aperto il Mercato Centrale Roma! Ed i all’inaugurazione, nel bel mezzo di migliaia di invitati, vip, gourmet appassionati e tanti curiosi, io c’ero!

Vi ricordate il post sul Mercato Centrale di Firenze? Una struttura commerciale riqualificata, un bouquet di ristoratori e di eccellenze gastronomiche, uno stile leggero e vincente che dal 2014 mette attorno a tavole comuni una grande offerta, prodotti di alta qualità e recupero di sapori della tradizione. Ora, finalmente, dal 5 ottobre 2016 anche la Capitale ha il suo Mercato Centrale Roma, in una posizione che non potrebbe essere migliore: all’interno dell’ala  mazzoniana della Stazione Termini, in quel quartiere Equilino che è crocevia di persone e di gusti e che è oggetto di riqualificazione (non per nulla, anche la catena alberghiera spagnola NH ha scelto di aprire il suo nuovo lussuoso hotel NH Collection Palazzo Cinquecento proprio accanto alla Stazione Termini).

Il format “Mercato Centrale” è stato portato a Roma dagli imprenditori Umberto Montano e Claudio Cardini, in quando modello di mercato cittadino in cui è possibile sperimentare un nuovo modo di comunicare, vivere, avvicinarsi al cibo. Nel Mercato Centrale Roma si da spazio a sapori semplici, a lavorazioni artigianali, alla presenza delle “botteghe” come punto di incontro e di condivisione. Già, gli artigiani. Sono al centro del progetto non solo perché creano o vendono bontà, ma perché sono  in grado di raccontarle, di farle conoscere, di selezionare le migliori produzioni.

mercatocentrale15

Presso il ristorante del Mercato Centrale Roma: assaggio di pasta ripiena

Il Mercato Centrale Roma è inserito in un contenitore di grandissimo impatto, la cosiddetta Sala della Cappa Mazzoniana, negli ambienti una volta utilizzati come ex dopolavoro delle Ferrovie dello Stato, luogo di incontro, di socializzazione, di condivisione. Ecco, è come un filo rosso quello che lega gli ambienti alla loro nuova funzione. Per un lungo periodo questi locali sono stati inutilizzati, mortificati, ridotti a magazzino, nonostante siano un patrimonio inestimabile di architettura italiana degli anni ’30, con linee armoniche e soluzioni all’epoca altamente scenografiche ed innovative:  vederli rinascere ad una nuova vita senza stravolgimenti, con interventi che enfatizzano le struttura, è una vera  gioia!

L’imponente Cappa in marmo grigio rosa di Angiolo Mazzoni, ingegnere capo delle Ferrovie che negli anni ’30 ha lavorato a numerose grandi stazioni italiane, non solo Roma ma anche Firenze, Siena, Bolzano, è posta al centro della sala e rammenta un camino attorno a cui ritrovarsi, un luogo di incontro da condividere. Sotto la Cappa, è collocata la Caffetteria che propone le miscele di MondiCaffè, nota torrefazione romana che produce caffé di alta qualiotà e gusto, che dà valore alla tradizione del caffè all’italiana. La miscela di caffè servita al Mercato Centrale Roma è stata creata appositamente da MondiCaffè.

mercatocentrale9

Il progetto di riqualificazione è curato dallo studio di architettura Q-bic di Firenze, che ha voluto utilizzare materiali tipici dei mercati rionali, con grande abbondanza di legno, ferro, ceramica usati nel loro colore naturale. Nel Mercato Centrale Roma ci sono 500 posti a sedere e l’intera struttura, che occupa una superficie totale di 1.900 mq, ha l’aspetto di un luogo trasparente, dove nulla è nascosto alla vista, in cui le 15 botteghe di qualità che si trovano al piano terra creano una piazza aperta all’incontro mentre il ristorante, l’enoteca del vino, la dispensa dove acquistare prodotti di eccellenza e selezionati, sono sulla terrazza al primo piano, in posizione più defilata e tranquilla. Sulla semplicità gioca anche il leit-motiv della comunicazione, che ha creato lo slogan “La bontà è elementare” e vuole introdurre un diverso modo di parlare di cibo e di alimentazione, in cui la priorità sia la qualità di ciò che si mangia.

mercatocentrale17

Vista dal Mercato Centrale Roma dell’Ala Mazzoniana della Stazione Termini

All’inaugurazione, nonostante la grande e scontata confusione, le botteghe di Mercato Centrale Roma hanno offerto assaggini della loro produzione, apprezzatissimi dai presenti. Quando sono finalmente riuscita  a salire sulle terrazze ad accesso esclusivo riservato a invitati selezionati, la degustazione è proseguita con il buffet curato dal ristorante, dall’atmosfera semplice d informale, a cui è affidato il compito di valorizzare l’arte culinaria romanesca sotto la guida dello chef Oliver Glowig: ottimo l’assaggio di pasta ripiena, la mozzarella preparata al momento, il panettone artigianale ed il prosciutto San Daniele. Altrettanto gustosa la mini cheese cake al ribes.

La posizione del Mercato Centrale Roma è strategica, in una zona di grande transito e altrettanto comodi sono gli orari di apertura: dalle sette a mezzanotte, dalla mattina per una colazione di qualità fino a notte per uno sfizio prima di andare a dormire.

mercatocentralecollage

una selezione di bontà del Mercato Centrale Roma

Le 15 botteghe sono allestite in modo da separare e allo stesso tempo mettere in comunicazione la parte espositiva e di vendita con i laboratori. Al Mercato Centrale Roma si possono assaggiare:

  1. il pane, la pizza ed i prodotti da forno di Gabriele Bonci
  2. la carne ed i salumi di Roberto Liberati
  3. il pesce fresco dell’Antica Pescheria Galluzzi
  4. la pizza ripiena con ricette della tradizione romana di Trapizzino
  5. i fritti di Martino Bellicampi di Pastella
  6. le paste fresche di Egidio Michelis
  7. i carciofi di Alessandro Conti, che ha la bottega in Campo de’ Fiori
  8. i funghi arrivano da Oriolo Romano e sono selezionati da Gabriele La Rocca
  9. il cioccolato in vendita è il toscano Steiner del cioccolataio di Massa Carrara Pierangelo Fanti
  10. i formaggi arrivano dal Piemonte e sono stati prodotti e affinati da Beppe Giovale
  11. il gelato ed i semifreddi sono di Cremilla
  12. Luciano Savini è il patron della bottega dei tartufi
  13. Enrico Lagorio propone hamburger di qualità preparati con carne chianina
  14. le specialità siciliane sono di Carmelo Pannocchietti
  15. la pizza a spicchi è di Romualdo Rizzuti

Non mancano le proposte vegane e vegetariane, curate da Marcella Bianchi.

IMG_4022

i grafismi dell’invito al’inaugurazione del Mercato Centrale Roma

Claudia Boccini

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *